Get Adobe Flash player

Zaza Pachulia

Pachulia ancora contro Popovich: «Le sue accuse sono pericolose»

Zaza-PachuliaNon si esaurisce la polemica successiva all’infortunio di Kawhi Leonard, il punto di svolta di Gara 1 tra Warriors e Spurs e di conseguenza di tutta la serie, provocato da un close out sospetto di Zaza Pachulia. L’opinione si è divisa riguardo alla volontarietà del gesto del centro georgiano il quale però si è sempre difeso, professando la sua innocenza.

L’allenatore di San Antonio Gregg Popovich non ci è andato leggero, accusando l’avversario di essere un giocatore “sporco” e argomentando l’accusa con un paio di episodi, dei quali in passato si è reso protagonista Pachulia, sempre contro gli Spurs.

Continua a leggere

Un tifoso degli Spurs fa causa a Zaza Pachulia

Zaza-PachuliaLa situazione nella serie tra Warriors e Spurs sta leggermente sfuggendo di mano. Il quotidiano San Antonio Express ha infatti riportato che un tifoso dei texani avrebbe appena citato in giudizio Zaza Pachulia e compagni per il brutto fallo in gara uno su Kawhi Leonard. Un episodio che come ricorderete ha sollevato un monte di polemiche, tanto da far intervenire con parole durissime lo stesso Popovich nel condannare un gesto giudicato come intenzionale e malizioso.

Il motivo per portare il tutto in tribunale? «Avere devastato le possibilità degli Spurs di essere competitivi in gara 1 oltre ad aver abbassato tantissimo il valore dei biglietti già acquistati», come ha detto l’avvocato incaricato della pratica Alfred Kennard Jr. Che ha proseguito: «Tutto quello che vogliamo chiedere alla corte è che questo tipo di comportamenti in grado di creare danni a franchigia e tifosi non sia permesso a San Antonio».

Continua a leggere

Pop attaccata: «La sua storia parla per lui», Pachulia si difende: «Non sono scorretto»

Zaza-Kawhi-Leonard-InjuryA poche ore da gara due tra Warriors e Spurs l’atmosfera che si respira è già incandescente. Se da un lato Popovich non è andato per il leggero con Zaza Pachulia, commentando il suo fallo su Kawhi Leonard come antisportivo e scorretto, dall’altro il georgiano non si è certo spaventato ed anzi ha risposto rigettando l’idea di essere atterrato volontariamente sul piede dell’avversario:

«Il mio approccio alle gare è sempre stato lo stesso per tutti i 14 anni in cui ho giocato nella lega, vale a dire giocare duro e dare il 100% di tutto quello che ho. Quindi non sono per niente d’accordo con chi dice che sono scorretto. Non lo sono. Amo semplicemente questo gioco e metto tutto me stesso, come faccio dal primo giorno».

Continua a leggere

Rimonta Warriors dopo l’infortunio a Leonard, Pachulia si difende: «Non c’è niente di “sporco”»

kawhi leonard playoffFin troppo facile leggere l’andamento di Gara 1 tra Golden State Warriors e San Antonio Spurs. Un primo tempo totalmente dominato dagli Spurs, concluso col vantaggio di 20 punti, un’inizio di secondo tempo in controllo, poi l’uscita dal campo di Kawhi Leonard, il quale si infortuna alla caviglia per due volte in un minuto ed è costretto ad andare negli spogliatoi a 8 minuti dalla fine del terzo quarto, dopo aver realizzato 26 punti.

Da quel momento l’attacco degli Spurs si è spento e con un parziale di 18-0 gli Warriors sono tornati in partita. 113 a 111 il risultato finale.

Continua a leggere

Il miglior Durant batte i suoi ex Thunder, Westbrook polemico con Pachulia: «Prima o poi avrà quel che si merita»

westbrook durantNon sarà mai una partita normale quella tra Kevin Durant e il suo passato. Dopo aver abbandonato gli Oklahoma City Thunder in estate li ha battuti già per la seconda volta in stagione, ma quella di stanotte è la sua miglior partita con la maglia dei Golden State Warriors. 40 punti con sole 16 conclusioni dal campo e 12 rimbalzi per Durant, che già il 3 di novembre contro OKC era arrivato a quota 39 punti.

«Ogni giocatore in NBA vuole giocare bene contro la sua ex squadra», ha spiegato il coach degli Warriors Steve Kerr, «la maggior parte dei ragazzi sentono come un’energia extra quando affrontano i vecchi compagni e credo che questo discorso valga di più per Durant vista la sua storia recente».

Continua a leggere

Esordio positivo per Lin coi Nets, Warriors bene ma poco “centrati”, Thomas spaventa i Celtics

jeremy_lin_netsNotte di esordi nella preseason NBA, al termine di una delle sessioni di mercato più movimentate degli ultimi anni. Un altro ad aver cambiato casacca è Jeremy Lin, tornato a New York però sponda Nets. Per l’ex Knicks una prima da ricordare quella giocata nella notte contro i Detroit Pistons, conclusa con 21 punti in 17 minuti.

5 su 8 da tre per il californiano, che è il principale terminale degli scarichi dei Nets e già ci lascia intendere che quest’anno, visto che praticamente l’attacco è tutto nelle sue mani, sarà uno dei marcatori più prolifici della lega.

Continua a leggere

Coach Kerr e i nuovi Warriors: «Abbiamo perso la protezione del ferro e molta panchina, ma gli acquisti mi piacciono»

kerr warriorsPotrebbe essere considerata scaramanzia, ma l’ultima intervista dell’allenatore dei Golden State Warriors lascia intendere che i finalisti della scorsa stagione non siano gli unici favoriti per l’anello o almeno non da subito. Steve Kerr infatti ha voluto chiarire che, nonostante l’arrivo di Kevin Durant, il suo roster sia cambiato molto e questo non permette di ripetere con facilità la regular season quasi perfetta del 2015/16.

«La prima grande differenza rispetto allo scorso anno è che manca un protettore del ferro», ha spiegato a CSNBayArea.com, «avevamo due grandi difensori, ma sia Bogut che Ezeli sono partiti. Zaza (Pachulia) è un buon difensore, ma è più di posizione che un puro stoppatore».

Continua a leggere

Pau Gasol passa agli Spurs, anche Pachulia ai GSW, Barnes e Curry Jr. firmano coi Mavs

pau-gasol-cavs-win-450x270Il “ciclone” Durant ha scosso il mercato NBA e ora le squadre interessate devono rivedere le proprie strategie. Se la vedranno con i Golden State Warriors ad Ovest i San Antonio Spurs, al momento gli unici che possono provare a giocare il ruolo degli antagonisti.

Ancora non si ha la certezza che Tim Duncan voglia giocare un altro anno, ma intanto è stato aggiunto un veterano nel reparto lunghi: Pau Gasol lascia i Bulls e firma un biennale a poco più di 30 milioni complessivi, con un’opzione riservata al giocatore al termine della prima stagione.

Continua a leggere

Mavs: serve crescere subito se si vuole arrivare lontano

chandler parsonsQuando in una settimana si incontrano Cavs, Oklahoma City Thunder, Bulls e Spurs partire col piede giusto è imperativo ed i Dallas Mavericks sembrano saperlo molto bene. Nonostante il risultato finale, 110 – 107 per LeBron e compagni, i texani sono riusciti a tenere botta con una squadra di prim’ordine rischiando addirittura di regalare ai propri tifosi una vittoria inaspettata nell’ultimo quarto.

«Una brutta sensazione perdere così – ha detto Chandler Parsons – perché ci siamo messi nella condizione di vincere e chiudere la partita. Ma purtroppo non abbiamo neanche il tempo di pensarci troppo perché domani (oggi, ndr) abbiamo un altro mostro come gli OKC da affrontare. Non è facile fare punti in questo momento, quindi dobbiamo cercare di contenerli il più possibile».

Continua a leggere

Nowitzki contro gli arbitri: «Perdere per un fischio sbagliato brucia più di un buzzer beater»

dirk nowitzkiBrutta battuta d’arresto sabato sera per i Mavs, sconfitti dai Pelicans in una partita che avrebbe sicuramente potuto finire con un esito diverso.

I texani sanno di essersi lasciati sfuggire un’ottima occasione dalle mani ed a rincarare la dose ci ha pensato Dirk Nowitzki stando a quanto riporta ESPN. Il tedesco sarebbe tornato polemicamente, ma non troppo, sul discusso fallo di Zaza Pachulia contro Ryan Anderson indirizzando una frecciatina agli arbitri e questo rappresenta una vera e propria novità visto che sarebbe la prima critica ufficiale in 18 anni di carriera:

Continua a leggere

Coach Carlisle striglia i suoi Mavs: «Siamo imbarazzanti, da oggi si cambia»

rick carlisle mavsLe 6 vittorie consecutive del mese di novembre sono un lontano ricordo e dopo la vittoria con i Grizzlies i Dallas Mavericks prendono una sonora batosta dai Toronto Raptors, attenuata nel punteggio di 103 a 99 solamente perché la panchina in campo nel “garbage time” riesce a recuperare.

Coach Rick Carlisle a fine partita è furioso e definisce la prestazione dei suoi ragazzi imbarazzante: «Vi avverto, continuando così molti giocatori non resteranno dei Mavs a lungo e ve lo posso promettere». Non ha voluto fare nomi riferendosi a qualche giocatore in particolare.

Continua a leggere

Perso Jordan i Mavs prendono Pachulia e puntano Deron Williams

deron williams lopez netsDopo il ripensamento di DeAndre Jordan i Mavericks ora corrono ai ripari per costruire una squadra di livello per il prossimo anno. Intanto come centro è stato ufficializzato Zaza Pachulia, dai Milwaukee Bucks. Certo come sostituto di Tyson Chandler, che si è trasferito a Phoenix, il lungo della Georgia non è ai livelli di Jordan, ma il suo contratto è in scadenza e quindi non va ad intaccare il salary cap per la prossima stagione.

Già ufficializzato l’acquisto di Wesley Matthews, ora si punta ad un altro big. Dalle parti di Brooklyn infatti alcune fonti hanno riferito che Deron Williams stia provando a fare pressioni ai Nets per far si che possa anche lui trasferirsi a Dallas.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche