Get Adobe Flash player

Toronto Raptors

Accadde oggi: 11 maggio 2001, Vince Carter e i Raptors fanno tremare i 76ers

nbaitalianews iverson carter 2001Fino allo scorso anno, quando hanno raggiunto la finale della Eastern, per i Toronto Reports la stagione da ricordare era la 2000/01. Al loro sesto anno in NBA, i canadesi arrivano fino alla semifinale, costringendo i 76ers dell’mvp Allen Iverson agli straordinari. Una serie di 7 partite, la cui terza si gioca proprio l’11 maggio. All’Air Canada Center, i padroni di casa si impongono 102-78, grazie a un super prestazione di Vince Carter che ne mette 50!

Philadelphia si è presa sulle spalle la candidatura per il titolo. Forte di una regular season da 56 vittorie e 26 sconfitte, i 76ers hanno messo tutti in fila a Est. E nel primo turno di playoff si sono sbarazzati degli Indiana Pacers. Il pronostico non pesa invece sui Raptors, che dopo aver superato lo scoglio della fase regolare un anno prima, sono riusciti nell’impresa di ripetersi. Anzi, di fare molto meglio, restituendo ai Knicks l’eliminazione del 2000. Estromessa New York (3-2), Toronto accede per la prima volta nella sua recente storia alle semifinali.

Continua a leggere

I Raptors pronti a una ricostruzione, il GM: «Serve un cambio di mentalità»

Masai UjiriTempo di esami di coscienza per Toronto dopo la tremenda batosta rimediata contro i Cavs e che gli è costata critiche anche da Draymond Green degli Warriors. E dire che almeno il primo turno contro Milwaukee, ed il campionato in generale, aveva dato delle soddisfazioni tanto da poter far sperare, a detta loro, di riuscire a sconfiggere almeno una volta i campioni in carica.

La storia è andata invece in modo diverso come sappiamo, regalando una cocente delusione non solo ai tanti tifosi ma anche allo stesso staff costretto a chiedere una ripartenza da zero totale, o quasi. In una dura requisitoria il GM Masai Ujiri non si è nascosto dietro ad un dito chiedendo di azzerare tutto:

Continua a leggere

Kyle Lowry rifiuta il contratto e diventa free agent: «Voglio l’anello»

Lowry-raptorsBrutto momento per i tifosi e la società dei Toronto Raptors, solo poche ore dopo l’eliminazione dai playoff per mano dei Cleveland Cavaliers uno dei giocatori simbolo annuncia la volontà di mettersi sul mercato. Kyle Lowry, ai Raptors dal 2012, ha deciso di rinunciare all’ultimo di 4 anni di contratto a 12 milioni a stagione e diventare free agent.

Lowry, 31 anni, ha tenuto una media di 22,4 punti, 7 assist e 1,5 steal a partita, tirando con una percentuale del 41,2% da tre in stagione. I suoi Raptors però sono andati a infrangersi contro il solito “muro”: LeBron James li ha eliminati per il secondo anno di fila e in entrambe le serie senza troppa fatica.

Continua a leggere

Cavs in finale di Conference: LeBron elogia i compagni e DeRozan spiega il motivo dello sweep

irving cavs raptorsAltro 4 a 0 e altri giorni di riposo in più per i Cleveland Cavaliers, che chiudono la pratica già in Gara 4 e eliminano i Toronto Raptors. È la prima volta nella storia NBA che una squadra accede alle finali di conference con un record ai playoff di 8-0 per 2 stagioni consecutive e questo fa capire lo strapotere dei Cavs di LeBron James, almeno a Est. Sono a 2 sole vittorie dal record di 13 consecutive ai playoff dei Lakers tra l’88 e l’89.

Gara 4, vinta dai Cavs 109 a 102, non ha dato grandissimi spunti, con i Raptors che nuovamente privi di Kyle Lowry provano ogni tanto qualche giocata di orgoglio, ma quando LeBron decide di giocare, aiutato da un Kyrie Irving sempre pronto a prendersi la scena e Kyle Korver puntuale dalla distanza, la differenza tra le due squadre è evidente.

Continua a leggere

Dominio Cavaliers e Raptors a un passo dallo sweep, si risveglia Aldridge e gli Spurs espugnano Houston

lebron james playoff 2017I Cleveland Cavaliers non fanno sconti e prendono il controllo della serie con i Raptors portandosi sul 3 a 0 dopo la vittoria a Toronto per 115 a 94. Altra partita da MVP per LeBron James, autore di 35 punti totali, ma soprattutto di 13 consecutivi in apertura di quarto quarto, iniziato con le squadre divise solo da 2 punti ma stravinto dai Cavs 36 a 17.

DeMar DeRozan prova a fare quello che può per tenere a galla i Raptors, i quali senza Kyle Lowry sono troppo limitati per sperare di impensierire i campioni in carica. 2 su 18 da tre e 25 rimbalzi raccolti contro i 49 dei Cavs sono numeri che rendono perfettamente l’idea del divario tra le due squadre. I 37 punti di DeRozan sono il suo record ai playoff.

Continua a leggere

DeRozan: «Se trovate uno in grado di difendere su LeBron vi do 100 dollari»

derozan lebronDeve essere frustrante anno dopo anno arrivare ai playoff e andare a sbattere contro un muro. LeBron James è sempre più dominante, quest’anno più dello scorso, e quando si trasforma in questo giocatore gli avversari possono solo provare a fermarlo. Nelle prime due contro i Raptors 35 e 39 punti, 6 su 11 da tre, 10 e 6 assist e 29 liberi guadagnati (di cui 22 realizzati).

LeBron è arrivato a 5.777 punti nei playoff, superando Kareem Abdul-Jabbar e dietro solo a Michael Jordan (5.987) nella classifica all-time.

Continua a leggere

Cavs sul velluto contro i Raptors, gli Spurs rialzano la testa ma perdono Parker

USP NBA: PLAYOFFS-HOUSTON ROCKETS AT SAN ANTONIO S S BKN SAS HOU USA TXUn’altra partita da fenomeno per LeBron James, che con i 39 punti messi a segno in Gara 2 contro i Raptors sorpassa Kareem Abdul-Jabbar nella classifica all-time di marcatori ai playoff e trascina i Cleveland Cavaliers al 2 a 0 nella serie. 125 a 103 il punteggio finale e i Raptors che sembrano impotente difronte allo strapotere del King, ancora più impotenti quando perdono Kyle Lowry, costretto fuori dopo uno scontro con il compagno Norman Powell.

«Mi sento bene», ha detto LeBron, che chiude con 10 su 14 dal campo, 4 triple e 15 liberi, «sono felice di aver aiutato la squadra stanotte e di essere arrivato al successo». 22 punti con 11 assist per Kyrie Irving, che non deve fare i soliti straordinari, visto che la partita era già in ghiaccio a inizio secondo tempo.

Continua a leggere

Il riposo ha fatto bene ai Cavs, Raptors annientati in Gara 1

lebron james beerForse l’immagine della partita è quella di LeBron James, che dopo aver subito fallo sbaglia un layup facile e va a bordo campo per far finta di sorseggiare una birra, presa dalle mani di una tifosa. I Cleveland Cavaliers si portano sull’1 a 0 nella semifinale di Conference contro i Toronto Raptors, vincendo 116 a 105, con 35 punti e 10 rimbalzi del King.

«Se fosse stato un bicchiere di vino rosso avrei dato un sorso, non sono un tipo da birra», ha detto LeBron subito dopo la fine della partita e riguardo al dominio dei Cavs nel primo round della serie: «Era un test importante. Ci si può preparare bene, ma si deve scendere in campo per vedere a che punto si è dopo 8 giorni di riposo».

Continua a leggere

I Raptors 905 vincono il titolo di D-League

raptors 905 stackhouseGiornata da incorniciare per i Toronto Raptors: la “prima squadra” batte i Milwaukee Bucks e si qualifica per la semifinale di Conference e l’affiliata Raptors 905 batte Rio Grande (affiliata ai Rockets) in Gara 3 e conquista il titolo di D-League.

Il migliore della partita è Bruno Caboclo, che ha collezionato 23 presenze in NBA coi Raptors; per lui 31 punti e 11 rimbalzi, con 13 su 19 dal campo e 5 su 7 da tre. Bella soddisfazione per l’ex stella NBA Jerry Stackhouse, che al primo anno da head coach in D-League vince il campionato e il titolo di Coach of the Year.

Continua a leggere

I Raptors eliminano i Bucks e fanno festa anche i Cavaliers

antetokounmpo bucksNonostante un’incredibile rimonta dei Milwaukee Bucks, che tornano in partita dopo il -25 di metà terzo quarto, i Toronto Raptors tengono nel finale e chiudono la partita 92 a 89 e serie sul 4 a 2, qualificandosi per la semifinale di Conference contro i Cavaliers campioni in carica.

Il futuro sorride ai Milwaukee Bucks, che però mostrano tutti i limiti di una squadra inesperta soprattutto nell’ultima azione. Giannis Antetokounmpo, autore di 34 in ben 47 minuti in campo, ha il pallone del potenziale pareggio a 10 secondi dalla fine, ma al posto di tentare la tripla mette un canestro da 2, ovviamente concesso dalla difesa dei Raptors. DeRozan mette entrambi i liberi al possesso successivo e la rimessa a 3 secondi dalla fine non porta a niente.

Continua a leggere

Primo quarto storico degli Warriors e “sweep” completato, Raptors sul 3 a 2 coi Bucks, Atlanta pareggia la serie con Washington

curry green warriorsDopo i Cavaliers staccano il biglietto per il secondo turno di playoff anche i Golden State Warriors, che mandano a casa i Portland Trail Blazers con un secco 4 a 0 vincendo Gara 4 128 a 103. Se le prime 3 partite della serie erano state tutto sommato in equilibrio, quella di stanotte, che ha visto il ritorno in campo di Kevin Durant, si è decisa già nel primo quarto, concluso dagli Warriors con 45 punti, record NBA nei playoff.

Stephen Curry segna 37 punti in meno di 30 minuti in campo, Durant 10 in 21 minuti e tutti i titolari di Golden State chiudono in doppia cifra.

Continua a leggere

I Bucks umiliano i Raptors, i Grizzlies riaprono la serie con gli Spurs

Antetokounmpo_bucksIl Bradley Center di Milwaukee è una vera e propria bolgia in stile Eurolega per Gara 3 della serie tra Bucks e Raptors e la squadra di casa mette in campo tutta l’energia trasmessa dai tifosi per schiantare gli ospiti, conquistando il 2-1 col punteggio di 104 a 77.

«È stato incredibile fin dal primo possesso», ha detto la stella dei Bucks Giannis Antetokounmpo, «è stato divertente giocare con una carica del genere dei nostri tifosi e spero che riusciranno a ripetersi anche per Gara 4». 19 punti, 8 rimbalzi e 2 stoppate per The Greek Freak.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche