Get Adobe Flash player

Russell Westbrook

Westbrook è l’MVP 2017: «Non ce l’avrei fatta senza la mia famiglia»

westbrook mvpNella prima serata in stile “Notte degli Oscar” Russell Westbrook riceve il premio Most Valuable Player per la stagione 2016/17. Proprio nell’anno in cui ha superato il record di triple doppie di Oscar Robertson ed è riuscito, come solo Robertson prima di lui nella storia NBA, a terminare la regular season con una tripla doppia di media: 31,6 punti, 10,7 rimbalzi e 10,4 assist.

Superata la concorrenza di James Harden, secondo con 753 punti contro gli 888 di Westbrook, e di Kawhi Leonard, terzo con 500 punti. Il premio di MVP torna ad Oklahoma City dopo il successo Kevin Durant nel 2014 e i successivi due consecutivi di Stephen Curry.

Continua a leggere

Accadde oggi, 26 giugno, quanti fuoriclasse usciti dal draft

nbaitalianews rose lebronNessun anniversario di titoli o di gare passate alla storia. Fine giugno è spesso legato ai draft. E il giorno 26, negli anni passati, ha proiettato nell’universo NBA degli autentici fenomeni. Basta limitarsi a quelli usciti come prima scelta assoluta: Allen Iverson, Yao Ming, LeBron James e Derrick Rose, solo per citarne i principali.

Si parte dal 1991. La prima scelta assoluta se la prende Charlotte e opta per Larry Johnson. Una scelta che pare azzeccata, quando al termine della sua prima stagione l’ala nativa del Texas vince il premio Rookie dell’anno. Ma in 10 anni di professionismo non arriveranno grandi squilli. Al contrario di Dikembe Mutombo, che da Denver inizierà una carriera di tutto rispetto, finendo secondo miglior stoppatore di tutti i tempi.

Continua a leggere

Accadde oggi: 21 giugno 1988 e 2012, l’ultimo titolo di Magic e il primo di LeBron

nbaitalianews magic lebronChiamarlo passaggio di consegne, a 24 anni di distanza, forse è troppo. Ma il 21 giugno è una data che lega 2 fenomeni dell’NBA: Magic Johnson e LeBron James. Nello stesso giorno, nel 1988 e nel 2012, sono arrivati l’ultimo titolo del fuoriclasse dei Los Angeles Lakers e il primo del King, conquistato con la maglia dei Miami Heat.

Il 21 giugno 1988 è un giorno da ricordare per Los Angeles. Arriva il quinto titolo di un decennio, gli anni ‘80, che sono stati ricchissimi di soddisfazioni. Quinto e ultimo come a segnare la fine di un ciclo che ha comunque fatto storia. Arrivato contro quei Pistons che vinceranno per i 2 anni successivi, costituendo un interregno in attesa della dinastia di Jordan e dei Bulls.

Continua a leggere

Russell Westbrook è l’MVP di Shaqtin’ a Fool 2017

westbrook 58 pointsSi dovrà aspettare fino al 26 di giugno per conoscere il nome dell’MVP della stagione NBA, ma intanto ieri sera è stato proclamato quello di Shaqtin’ a Fool. L’ormai celebre spazio ideato e condotto da Shaquille O’Neal su TNT ha chiuso la stagione selezionando i cinque momenti più divertenti dell’anno, con protagonisti Kemba Walker, Marcus Smart, Sam Dekker, J.R. Smith e Russell Westbrook.

Il vincitore è Russell Westbrook, che sbaraglia la concorrenza grazie alla sua passeggiata disinvolta con la palla in mano contro gli Warriors. Sorprende l’assenza nella top 5 dell’idolo di Shaqtin’ a Fool JaVal McGee, ma ora che anche lui ha un anello NBA forse verrà considerato più seriamente anche da Shaq.

Continua a leggere

Pace fatta tra KD e Westbrook, Perkins: «Non sarei stupito se tornasse a OKC»

perkins durant westbrookLa faida che ha animato i rumors NBA fin dal giorno della trade sembra essere giunta al lieto fine. Russell Westbrook e Kevin Durant hanno infatti ripreso i contatti e pare che gli attriti tra i due siano passati. Questo è quello che rivela un ex compagno dei due, ora free agent, Kendrick Perkins.

«Credo i due abbiano fatto un passo decisivo per ricucire la frattura la stessa sera in cui mi sono scritto con Durant. Mi ha detto che lui e Westbrook hanno avuto una bella conversazione. I media non lo sanno, ma credo che che siano tornati a parlarsi tranquillamente, i contrasti sono ormai dimenticati».

Continua a leggere

Westbrook il giorno dopo l’eliminazione: «Voglio rimanere a OKC»

westbrook-orangeDi solito un detto vecchio come il mondo tipo excusatio non petita accusatio manifesta descrive molto bene la situazione di chi spesso, senza nemmeno averlo richiesto, mette le mani in avanti per giustificare sé stesso o i suoi atteggiamenti.

Un po’ come sembra avere fatto in queste ore Russell Westbrook che ha voluto dare un premio di consolazione ai suoi tifosi per l’uscita dai playoff ammettendo candidamente, e senza che nessuno glie lo avesse espressamente richiesto, che per il momento il suo futuro è ad Oklahoma City, descritto «come l’unico posto in cui voglio stare in questo momento».

Continua a leggere

I Rockets eliminano i Thunder, la battaglia verbale tra Westbrook e Beverly continua

AP THUNDER ROCKETS BASKETBALL S BKN USA TXGli Houston Rockets non falliscono il primo “match point” e accedono al secondo turno di playoff battendo in casa gli Oklahoma City Thunder 105 a 99. James Harden mette a referto 34 punti, Lou Williams 22 e Patrick Beverley 15; decisivo il parziale di 5-1 con i Rockets che prendono il largo grazie ai liberi e a una sanguinosa palla persa di Victor Oladipo, “punita” da un layup in contropiede di Harden a 3 minuti dalla fine.

Russell Westbrook conclude la stagione dei record sfiorando l’ennesima tripla doppia con 47 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, un terzo quarto da 20 punti, ma un ultimo periodo con 2 su 11 e solo 5 triple a segno sulle 18 tentate (record personale).

Continua a leggere

Houston sul 3 a 1 con OKC, ma Westbrook difende i compagni. I Jazz 2 a 2 coi Clippers trascinati da Johnson

nene-hilario-game-4-okcGli Oklahoma City Thunder sono stati sopra per i primi tre quarti e hanno provato nel finale a riacciuffare la partita, ma alla fine gli Houston Rockets possono festeggiare il 3 a 1 nella serie, vincendo 113 a 109. Russell Westbrook, che ha archiviato l’ennesima tripla doppia già all’intervallo, è il solo dopo Wilt Chamberlain a metterne a segno 3 consecutive ai playoff.

È chiaro che i Thunder siano dipendenti dal play, che fa tutto da solo e quello che può per trascinare la squadra. I numeri sono impietosi verso OKC quando è in panchina, ma al giornalista che glielo ha fatto notare ha risposto:

Continua a leggere

CP3 trascina i Clippers, Steven Adams salva OKC

chris-paul-clippersLa sconfitta in Gara 1 aveva messo subito in crisi i Los Angeles Clippers, che si vedevano costretti a vincere Gara 2 e almeno una delle 2 a Utah per evitare di compromettere da subito la qualificazione. Nella notte Chris Paul si è preso sulle spalle la squadra e l’ha trascinata alla vittoria 111 a 106, portando i Clippers sul 2 a 1.

34 punti realizzati da CP3, record in stagione, decisivo nel parziale di 15 a 0 che a metà del quarto quarto ha ribaltato la partita, a lungo nelle mani dei Jazz.

Continua a leggere

Westbrook ne mette 51 ma Houston va 2 a 0: «Non mi frega un c***o dei numeri»

westbrook 58 pointsHa provato a fare tutto da solo Russell Westbrook, ma alla fine la tripla doppia con più punti della storia dei playoff NBA non ha permesso agli Oklahoma City Thunder di pareggiare la serie con gli Houston Rockets. 51 punti, 13 assist e 10 rimbalzi a referto dal play dei Thunder, che è in panchina alla fine del terzo quarto, quando i Rockets realizzano il parziale di 12-3 e prova a mettere le cose a posto nell’ultimo quarto, ma realizza 4 dei 18 tiri tentati.

Esattamente come in stagione regolare James Harden perde il confronto diretto con Westbrook, con “soli” 35 punti, ma è in grado di prendere per mano i Rockets e portarli sul 2 a 0.

Continua a leggere

Lillard è sicuro: «Eliminiamo gli Warriors alla sesta» e Westbrook apprezza…

damian lillard blazersSi entra subito in atmosfera playoff, con la regular season appena conclusa. C’è curiosità nel vedere molti degli accoppiamenti al primo turno, soprattutto per testare lo stato di forma delle prime della classe. A Ovest gli Warriors primi trovano i Portland Trail Blazers, autori di una rimonta ai danni dei Nuggets.

Non una serie facile, anche se Golden State resta favorita. Non la pensa così Damian Lillard, che alla domanda di un cronista di Portland che chiedeva un pronostico, dopo un attimo di riflessione, ha detto: «Elimineremo gli Warriors alla sesta partita».

Continua a leggere

Robertson omaggia Westbrook: «Stagione incredibile»

robertson westbrook«Non potevo non essere qui per onorare a qualcosa di storico», queste le parole di Oscar Robertson, l’unico prima di Russell Westbrook a concludere una stagione NBA con una tripla doppia di media. Già giorni fa aveva scritto un articolo congratulandosi col play dei Thunder per questo incredibile traguardo, ma prima della sfida dei Thunder coi Nuggets ha voluto omaggiarlo con un trofeo, “griffato” Naismith Memorial Basketball Hall of Fame.

«Quello che ha fatto è storico e la gente dovrebbe essere fiera di lui», ha continuato, concludendo con una semplice previsione: «Ho solo un ultima parola per te: M-V-P!».

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche