Get Adobe Flash player

Oklahoma City Thunder

Paul George ai Thunder, Teague ai Timberwolves, la NBA si trasferisce definitivamente a Ovest

george westbrookUna trade che ha sorpreso tutti a una sola ora dall’apertura della free agency e che mette la parola fine alle continue voci di mercato intorno a Paul George, il quale ha scelto gli Oklahoma City Thunder, che superano la concorrenza di Cleveland Cavaliers, Boston Celtics e Houston Rockets. Gli Indiana Pacers ricevono nello scambio Victor Oladipo e il lungo Domantas Sabonis.

George quindi lascia Indiana dopo 7 anni per raggiungere l’MVP in carica Russell Westbrook, con tutta probabilità per una sola stagione, vista la volontà di tornare nella sua California il prossimo anno, in maglia Lakers. L’ufficialità della trade ancora non c’è, ma la conferma arriva direttamente da George, che su Instagram ha già pubblicato un post di ringraziamento per i Pacers e un altro col suo nuovo compagno Westbrook.

Continua a leggere

Westbrook è l’MVP 2017: «Non ce l’avrei fatta senza la mia famiglia»

westbrook mvpNella prima serata in stile “Notte degli Oscar” Russell Westbrook riceve il premio Most Valuable Player per la stagione 2016/17. Proprio nell’anno in cui ha superato il record di triple doppie di Oscar Robertson ed è riuscito, come solo Robertson prima di lui nella storia NBA, a terminare la regular season con una tripla doppia di media: 31,6 punti, 10,7 rimbalzi e 10,4 assist.

Superata la concorrenza di James Harden, secondo con 753 punti contro gli 888 di Westbrook, e di Kawhi Leonard, terzo con 500 punti. Il premio di MVP torna ad Oklahoma City dopo il successo Kevin Durant nel 2014 e i successivi due consecutivi di Stephen Curry.

Continua a leggere

Accadde oggi: 21 giugno 1988 e 2012, l’ultimo titolo di Magic e il primo di LeBron

nbaitalianews magic lebronChiamarlo passaggio di consegne, a 24 anni di distanza, forse è troppo. Ma il 21 giugno è una data che lega 2 fenomeni dell’NBA: Magic Johnson e LeBron James. Nello stesso giorno, nel 1988 e nel 2012, sono arrivati l’ultimo titolo del fuoriclasse dei Los Angeles Lakers e il primo del King, conquistato con la maglia dei Miami Heat.

Il 21 giugno 1988 è un giorno da ricordare per Los Angeles. Arriva il quinto titolo di un decennio, gli anni ‘80, che sono stati ricchissimi di soddisfazioni. Quinto e ultimo come a segnare la fine di un ciclo che ha comunque fatto storia. Arrivato contro quei Pistons che vinceranno per i 2 anni successivi, costituendo un interregno in attesa della dinastia di Jordan e dei Bulls.

Continua a leggere

Russell Westbrook è l’MVP di Shaqtin’ a Fool 2017

westbrook 58 pointsSi dovrà aspettare fino al 26 di giugno per conoscere il nome dell’MVP della stagione NBA, ma intanto ieri sera è stato proclamato quello di Shaqtin’ a Fool. L’ormai celebre spazio ideato e condotto da Shaquille O’Neal su TNT ha chiuso la stagione selezionando i cinque momenti più divertenti dell’anno, con protagonisti Kemba Walker, Marcus Smart, Sam Dekker, J.R. Smith e Russell Westbrook.

Il vincitore è Russell Westbrook, che sbaraglia la concorrenza grazie alla sua passeggiata disinvolta con la palla in mano contro gli Warriors. Sorprende l’assenza nella top 5 dell’idolo di Shaqtin’ a Fool JaVal McGee, ma ora che anche lui ha un anello NBA forse verrà considerato più seriamente anche da Shaq.

Continua a leggere

Accadde oggi: 12 giugno 2011, il gran giorno dei Dallas Mavericks

nbaitalianews dallas mavs 2011E venne finalmente l’ora dei Dallas Mavericks. Il 12 giugno 2011 è una data entrata nella storia della franchigia del Texas che vince il suo finora unico anello. Decisivo il 4-2 rifilato ai Miami Heat con il punto decisivo ottenuto in Florida: successo 105-102.

Il sogno che si realizza per l’eccentrico proprietario dei Mavs Mark Cuban, ottenuto non certo con i favori del pronostico. Chiusa bene la regular season con 57 vittorie e 25 ko (alle spalle degli Spurs), Dallas inizia a macinare vittorie fin dall’inizio dei playoff. Tre serie vinte nettamente, in crescendo: 4-2 ai Trail Blazers, 4-0 ai Lakers (che avevano chiuso la fase regolare con lo stesso bilancio) e 4-1 ai Thunder. Sfruttato al meglio il corridoio lasciato libero dalla prematura eliminazione di San Antonio (out al primo turno per mano di Memphis), i Mavericks si prendono le Finals, dove trovano Miami.

Continua a leggere

Accadde oggi: 29 maggio 2009 e 2010, i Lakers prenotano gli ultimi titoli

kobe bryant titoloIl 2009 e il 2010 rappresentano gli ultimi anni di gloria dei Lakers. Anni legati a Kobe Bryant, in cui Los Angeles centra l’ultima accoppiata vincente. Entrambi i titoli, il 15° e il 16° della storia della franchigia, passano attraverso il 29 maggio. Il giorno in cui la squadra fa suo il titolo di Conference. Nel primo caso eliminando i Denver Nuggets, nel secondo i Phoenix Suns.

Nel 2009 c’è grande fermento a Los Angeles. I presupposti per tornare a vincere ci sono tutti. Sono passati 7 anni dal titolo del 2002 e tutti hanno voglia di rimettere le mani sul trofeo. Kobe in testa. La squadra ha chiuso la regular season in testa con 67 vittorie e nei playoff ha regolato i Jazz (4-1) e ha faticato non poco con i Rockets (4-3). A giocarsi la Western sono i Nuggets che sono cresciuti molto nella post season rifilando un doppio 4-1 a Hornets e Mavericks.

Continua a leggere

Accadde oggi: 24 maggio 2012, gli Heat eliminano anche i Pacers

nbaitalianews heat 2012Cinque anni fa oggi, nel 2012, gli Heat mettono un altro mattone verso il primo dei 2 titoli targati LeBron James. Dopo aver eliminato i Knicks di Carmelo Anthony, Miami estromette dai giochi anche gli Indiana Pacers. Vittoria in 6 partite, l’ultima in trasferta il 24 maggio: 105-93.

Gli Heat costruiscono il loro successo con pazienza, dopo aver rischiato il tracollo. I Pacers sono stati capaci di portarsi avanti 2-1 e in Gara 3 hanno lasciato gli avversari ad appena 75 punti. Ma dalla successiva sfida, sempre sullo stesso parquet di Indianapolis, Miami torna a fare la voce grossa. Riprende il vantaggio sul 3-2 e ha la prima chance di chiudere i conti.

Continua a leggere

Pace fatta tra KD e Westbrook, Perkins: «Non sarei stupito se tornasse a OKC»

perkins durant westbrookLa faida che ha animato i rumors NBA fin dal giorno della trade sembra essere giunta al lieto fine. Russell Westbrook e Kevin Durant hanno infatti ripreso i contatti e pare che gli attriti tra i due siano passati. Questo è quello che rivela un ex compagno dei due, ora free agent, Kendrick Perkins.

«Credo i due abbiano fatto un passo decisivo per ricucire la frattura la stessa sera in cui mi sono scritto con Durant. Mi ha detto che lui e Westbrook hanno avuto una bella conversazione. I media non lo sanno, ma credo che che siano tornati a parlarsi tranquillamente, i contrasti sono ormai dimenticati».

Continua a leggere

Accadde oggi: 9 maggio 2012, LeBron James stende i Knicks e vola verso il suo primo anello

nbaitalianews lebron james carmelo anthony 2012Il 2012 è l’anno in cui si spezza il tabù di LeBron James. Il King riesce finalmente a infilarsi al dito l’anello di campione, trascinando i suoi Heat al titolo. Un titolo che passa anche dal 9 maggio di 5 anni fa, quando Miami chiude i giochi contro i Knicks nel primo turno di playoff. L’ultimo atto, in Gara 5, in Florida: 106-94.

I tifosi di Miami hanno quindi la possibilità di festeggiare in casa il passaggio del turno. Una tappa forzata che coach Erik Spoelstra avrebbe evitato volentieri, se solo una bomba di Wade nel finale di Gara 4 fosse andata a segno, chiudendo i giochi in anticipo. Invece Carmelo Anthony (41 punti per lui nell’ultima sfida) e compagni provano a tenere vive le speranze.

Continua a leggere

Accadde oggi: 4 maggio 2014, gli Spurs di Belinelli eliminano Dallas e corrono verso il trionfo

nbaitalianews belinelli spurs 2014Il 2014 è l’anno di Marco Belinelli, che in pochi mesi vince il Three-Point Shootout all’All-Star Game e il titolo NBA. L’annata dei suoi San Antonio Spurs è da incorniciare e solo in un momento rischia di non chiudersi in trionfo. Il primo turno di playoff si rivela più ostico del previsto. Per eliminare Dallas ci vogliono 7 partite, l’ultima in casa, il 4 maggio: vinta nettamente 119-96.

Dopo aver dominato la regular season, chiusa con 62 vittorie e 20 sconfitte, gli Spurs trovano forse gli avversari più motivati. I Mavericks sono saliti sul treno dei playoff all’ultima fermata, grazie a un solo successo di differenza rispetto ai Suns. Un derby come quello texano, tra i più sentiti, può anche livellare le differenze. E così accade.

Continua a leggere

Westbrook il giorno dopo l’eliminazione: «Voglio rimanere a OKC»

westbrook-orangeDi solito un detto vecchio come il mondo tipo excusatio non petita accusatio manifesta descrive molto bene la situazione di chi spesso, senza nemmeno averlo richiesto, mette le mani in avanti per giustificare sé stesso o i suoi atteggiamenti.

Un po’ come sembra avere fatto in queste ore Russell Westbrook che ha voluto dare un premio di consolazione ai suoi tifosi per l’uscita dai playoff ammettendo candidamente, e senza che nessuno glie lo avesse espressamente richiesto, che per il momento il suo futuro è ad Oklahoma City, descritto «come l’unico posto in cui voglio stare in questo momento».

Continua a leggere

I Rockets eliminano i Thunder, la battaglia verbale tra Westbrook e Beverly continua

AP THUNDER ROCKETS BASKETBALL S BKN USA TXGli Houston Rockets non falliscono il primo “match point” e accedono al secondo turno di playoff battendo in casa gli Oklahoma City Thunder 105 a 99. James Harden mette a referto 34 punti, Lou Williams 22 e Patrick Beverley 15; decisivo il parziale di 5-1 con i Rockets che prendono il largo grazie ai liberi e a una sanguinosa palla persa di Victor Oladipo, “punita” da un layup in contropiede di Harden a 3 minuti dalla fine.

Russell Westbrook conclude la stagione dei record sfiorando l’ennesima tripla doppia con 47 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, un terzo quarto da 20 punti, ma un ultimo periodo con 2 su 11 e solo 5 triple a segno sulle 18 tentate (record personale).

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche