Get Adobe Flash player

New York Knicks

Melo via dai Knicks solo per i Cavs o i Rockets, Gallinari primo obiettivo dei Clippers, Young vicino agli Warriors

carmelo anthonyForse questa volta ci siamo davvero, Carmelo Anthony ha fatto sapere di valutare la possibilità di non sfruttare la No-Trade Clause in caso di scambio con i Cleveland Cavaliers o gli Houston Rockets. La notizia è stata resa nota da Adrian Wojnarowski, da poche ore nuova “penna” di ESPN, che ha rivelato l’interesse di Melo per i Rockets subito dopo l’arrivo in Texas del 9 volte All-Star e suo amico Chris Paul.

Anche LeBron James è in strettissimi rapporti con Anthony e soprattutto i Cavaliers sono l’unica concreta possibilità per lui di arrivare alle Finals, per la prima volta in carriera, vista l’assenza di concorrenza ad Est. La cosa difficile per i Knicks è riuscire ad ottenere una contropartita allettante, sia dai Cavs che dai Rockets.

Continua a leggere

Divorzio in vista tra Phil Jackson e i Knicks

AP KNICKS JACKSON BASKETBALL S BKN FILE USA NYSembra che sia arrivata al capolinea l’esperienza da presidente dei New York Knicks per Phil Jackson. Ramona Shelburne di ESPN ha rivelato che nella giornata di oggi arriverà l’annuncio ufficiale da parte del proprietario James Dolan, che sembra non abbia digerito le ultime dichiarazioni di Jackson e il tentativo di inserire in una trade Kristaps Porzingis nelle ore che hanno preceduto il Draft.

Questa è solo l’ultima di una serie di uscite pubbliche che non hanno certo aiutato la situazione disastrosa in cui i Knicks si trovano da ormai troppi anni.

Continua a leggere

Accadde oggi, 26 giugno, quanti fuoriclasse usciti dal draft

nbaitalianews rose lebronNessun anniversario di titoli o di gare passate alla storia. Fine giugno è spesso legato ai draft. E il giorno 26, negli anni passati, ha proiettato nell’universo NBA degli autentici fenomeni. Basta limitarsi a quelli usciti come prima scelta assoluta: Allen Iverson, Yao Ming, LeBron James e Derrick Rose, solo per citarne i principali.

Si parte dal 1991. La prima scelta assoluta se la prende Charlotte e opta per Larry Johnson. Una scelta che pare azzeccata, quando al termine della sua prima stagione l’ala nativa del Texas vince il premio Rookie dell’anno. Ma in 10 anni di professionismo non arriveranno grandi squilli. Al contrario di Dikembe Mutombo, che da Denver inizierà una carriera di tutto rispetto, finendo secondo miglior stoppatore di tutti i tempi.

Continua a leggere

Accadde oggi: 25 giugno 1999, il primo storico titolo degli Spurs

nbaitalianews duncan robinsonIl 25 giugno è una data entrata di diritto nella storia dei San Antonio Spurs. Anzi, entrata quasi nel destino. Nel 1997, al draft, la franchigia texana ingaggia Tim Duncan come prima scelta assoluta. E i frutti sono raccolti esattamente 2 anni dopo, nel 1999, quando arriva il primo storico titolo NBA. I Knicks rivelazione dei playoff sono battuti in 5 gare, l’ultima al Madison Square Garden: 78-77.

L’ultima stagione del millennio ha molte particolarità. Non c’è più Jordan e c’è il lockout che limita la stagione regolare ad appena 50 partite. Gli Spurs si candidano comunque a essere protagonisti e chiudono in testa a Ovest con 37 vittorie e 13 sconfitte. Esattamente l’opposto dei Knicks che prendono i playoff per i capelli, all’8° posto e per una sola vittoria (27 a 26) di differenza rispetto a Charlotte.

Continua a leggere

Accadde oggi: 22 giugno 1994, la prima volta degli Houston Rockets

nbaitalianews olajuwon ewingPrima degli Spurs, prima dei Mavericks. Tocca ai Rockets regalare la prima gioia NBA al Texas. Houston vince il suo primo titolo nel 1994 e lo fa conquistando il punto decisivo proprio il 22 giugno, giorno in cui vince Gara 7 in casa contro i New York Knicks: 90-84.

Rockets e Knicks arrivano all’ultimo atto con un percorso quasi parallelo. Entrambe finiscono seconde in regular season nelle rispettive Conference e poi viaggiano a braccetto nei playoff. Un doppio 3-1 al primo turno (derby con i Nets e Portland), un doppio 4-3 in semifinale (Bulls e Suns). New York soffre fino a Gara 7 anche in finale della Eastern per piegare i Pacers, mentre Houston vince in scioltezza (4-1) contro i Jazz.

Continua a leggere

Knicks pronti a scambiare Porzingis, Jackson: «Devo pensare al futuro della squadra»

Kristaps Porzingis KnicksUna delle poche note liete delle ultime due stagioni dei Knicks è l’esplosione del talento di Kristaps Porzingis. Arrivato a New York come quarta scelta assoluta al Draft del 2015, si è piano piano conquistato la credibilità dei tifosi e delle altre squadre NBA, nonostante le tante critiche nei confronti di Phil Jackson al momento della chiamata.

Dopo l’ennesima stagione deludente e la battaglia mediatica tra Jackson e Carmelo Anthony, l’atmosfera ai Knicks si è fatta tesa e ora la società sta valutando di rivoluzionare nuovamente la rosa, a iniziare dal suo pezzo più pregiato.

Continua a leggere

Accadde oggi: 16 giugno 1996 e 2015, doppio giorno speciale per Steve Kerr

nbaitalianews kerr curry 2015Nella sua vita in NBA, Steve Kerr ne ha vissuti tanti di momenti speciali. Ma una data ha un sapore particolare: il 16 giugno. E’ il giorno delle prime volte. Nel 1996 conquista l’anello da giocatore con i Chicago Bull. Nel 2015 lo vince da allenatore, con in Golden State Warriors, in pratica all’esordio in panchina.

L’approdo a Chicago è datato 1993. Ma per riuscire a vedere da vicino il titolo, Kerr deve attendere il ritorno del figliol prodigo Michael Jordan. L’assalto non riesce nel 1995, ma nel 1996 nessuno può fermare la marcia dei Bulls. Record di vittorie in fase regolare a quota 72 (sarà battuto dai suoi Warriors 20 anni dopo!) e poi via libera fino alle Finals.

Continua a leggere

Accadde oggi: 3 giugno 1990, ancora i Pistons a rovinare i sogni dei Bulls

Copia di nbaitalianews jordan dumars 1990Un anno dopo e la storia si ripete. Nel 1990, tra i Bulls e i sogni di gloria si mettono di nuovo di mezzo i Pistons. Le due rivali si ritrovano di fronte nella finale della Eastern. Questa volta Detroit parte con l’anello al dito e deve metterci tutta l’esperienza maturata nell’ultimo triennio per eliminare Jordan e soci. Servono tutte le 7 gare in programma. L’ultima proprio il 3 giugno nel Michigan: vittoria netta 93-74.

I Bulls sono cresciuti ancora, hanno toccato quota 55 vittorie in regular season e lasciato le briciole a Bucks e 76ers nel cammino dei playoff. Ma per estromettere dai giochi i campioni in carica manca ancora qualcosa. I Pistons hanno passeggiato con i Pacers e con i Knicks e per l’ultimo atto della Eastern possono contare sul fattore Detroit.

Continua a leggere

Accadde oggi: 31 maggio 1983, i 76ers tornano a vincere l’NBA

nbaitalianews malone irving 1983Il mese di maggio del 1983 si chiude come meglio non potrebbe per Philadelphia. I 76ers tornano a mettere le mani sull’NBA al termine di una stagione dominata fin dall’inizio e chiusa nel modo migliore. Con un netto successo sui campioni uscenti, quei Lakers che appena un anno prima ne avevano spezzato il sogno. La rivincita è di quelle che non lasciano dubbi, un 4-0 senza storie. L’ultima gara, quel del trionfo, si gioca in California e finisce 115-108.

Festeggia Philadelphia. Festeggia Moses Malone mvp della stagione e delle Finals. E festeggia anche coach Billy Cunningham che in campo c’era da giocatore nel 1967 quando i 76ers avevano vinto l’ultimo anello.

Continua a leggere

Accadde oggi: 27 maggio 1991 e 1996, partono i due three-peat dei Bulls

nbaitalianews jordan pippen 1992La storia dei Bulls è contrassegnata dai due storici three-peat. Il primo dal 1991 al 1993, il secondo dal 1996 al 1998. Oltre ad essere contrassegnati dalla firma di Michael Jordan, entrambi hanno un fatto comune: sono partiti il 27 maggio. Sia nel 1991 che nel 1996, Chicago vince il titolo della Eastern Conference e si lancia alla caccia dell’anello.

Il primo è appunto datato 1991. Dopo vari tentativi, Jordan riesce finalmente a portare i suoi all’ultimo atto dell’NBA. L’anno è quello buono e i Bulls non danno mai l’impressione di sbandare. Vincono la regular season con con un bilancio di 61 successi e 21 sconfitte. E nei playoff non fanno sconti a nessuno. Prima il 3-0 ai Knicks, poi il 4-1 ai 76ers. L’ultimo ostacolo è rappresentato dai Pistons campioni in carica. In palio non c’è solo la vittoria della Conference e un posto in finale, ma i Bulls devono cancellare anche il ko dell’anno prima.

Continua a leggere

Accadde oggi: 24 maggio 2012, gli Heat eliminano anche i Pacers

nbaitalianews heat 2012Cinque anni fa oggi, nel 2012, gli Heat mettono un altro mattone verso il primo dei 2 titoli targati LeBron James. Dopo aver eliminato i Knicks di Carmelo Anthony, Miami estromette dai giochi anche gli Indiana Pacers. Vittoria in 6 partite, l’ultima in trasferta il 24 maggio: 105-93.

Gli Heat costruiscono il loro successo con pazienza, dopo aver rischiato il tracollo. I Pacers sono stati capaci di portarsi avanti 2-1 e in Gara 3 hanno lasciato gli avversari ad appena 75 punti. Ma dalla successiva sfida, sempre sullo stesso parquet di Indianapolis, Miami torna a fare la voce grossa. Riprende il vantaggio sul 3-2 e ha la prima chance di chiudere i conti.

Continua a leggere

Accadde oggi: 23 maggio 1999, gli Spurs fanno fuori anche i Lakers e proseguono la striscia

nbaitalianews duncan robinsonL’attesa è stata lunga e per non mancare la chance di una vita, San Antonio decide di fare tutto per bene. Nella rincorsa al primo storico titolo, quello del 1999, gli Spurs si rendono protagonisti di una striscia esaltante. Prima di un innocuo ko nelle Finals contro i Knicks, i texani piazzano 12 vittorie di fila, 4 delle quali contro i Lakers in semifinale. L’ultima, che vale il passaggio del turno, il 23 maggio. A Los Angeles finisce 118-107.

Il più è fatto, manca solo la firma sul piccolo capolavoro e arriva puntuale. Avanti 3-0 dopo aver già espugnato una volta il parquet californiano, gli Spurs scendono in campo con il piglio giusto. Gara 4 sembra già archiviata all’intervallo sul +14 per gli ospiti. I Lakers hanno l’orgoglio per provare a riaprirla nel terzo quarto, ma alla fine è +11.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche