Get Adobe Flash player

Joe Johnson

Houston sul 3 a 1 con OKC, ma Westbrook difende i compagni. I Jazz 2 a 2 coi Clippers trascinati da Johnson

nene-hilario-game-4-okcGli Oklahoma City Thunder sono stati sopra per i primi tre quarti e hanno provato nel finale a riacciuffare la partita, ma alla fine gli Houston Rockets possono festeggiare il 3 a 1 nella serie, vincendo 113 a 109. Russell Westbrook, che ha archiviato l’ennesima tripla doppia già all’intervallo, è il solo dopo Wilt Chamberlain a metterne a segno 3 consecutive ai playoff.

È chiaro che i Thunder siano dipendenti dal play, che fa tutto da solo e quello che può per trascinare la squadra. I numeri sono impietosi verso OKC quando è in panchina, ma al giornalista che glielo ha fatto notare ha risposto:

Continua a leggere

Speranza Heat, Chris Bosh ritorna in palestra

bosh tifosiMercoledì 26 ottobre, Amway Center di Orlando: i tifosi di Miami hanno già cerchiato di rosso sul calendario la data della prima gara ufficiale della stagione NBA 2016/17. E al derby con i Magic molti sperano di arrivarci con un Chris Bosh in più. Dopo le ultime due tribolate stagioni, il fuoriclasse degli Heat sta lavorando sodo e lunedì ha mandato un segnale di speranza: un video, postato sul suo profilo Snapchat, in cui si allenava in palestra. Ma soprattutto un messaggio chiaro: I’m back, cioè sono tornato!

A meno di due mesi dall’esordio e a uno dall’inizio della pre-season (fissata per il 27 settembre), nessuno a Miami si è ancora sbilanciato sulle reali chance di ritorno di Bosh. Non il giocatore o il suo agente. Neppure la franchigia. Qualche settimana fa, Pat Riley aveva parlato di “agosto-settembre” come periodo chiave per capire le reali chance di recupero.

Continua a leggere

I free agent che hanno firmato. Il più pagato? Mike Conley!!!

mike conley grizzliesUna giornata scoppiettante quella che ha aperto la free agency, con colpi di scena e trasferimenti annunciati. Tra i tanti giocatori che hanno siglato un contratto stellare il primo fra tutti è Mike Conley, che si è legato ai Memphis Grizzlies per 5 anni ad una cifra record di 153 milioni di dollari.

Dopo aver sondato il terreno per un possibile trasferimento, destinazione Dallas, il giocatore è riuscito a guadagnarsi il più alto contratto nella storia NBA per cifra complessiva, arrivando a guadagnare più di 30 milioni l’anno. Niente male per uno con zero apparizioni in un All-Star Game, che a 28 anni è già il vincitore del mercato estivo.

Continua a leggere

Senza Curry gli Warriors ringraziano Green, notte da record per gli Heat, Portland 6 di fila in trasferta

draymond greenCoach Kerr ha dovuto rinunciare al suo miglior giocatore in una delle partite più delicate, contro gli Atlanta Hawks, ma il risultato è sempre lo stesso. I Golden State Warriors sono costretti al supplementare, ma alla fine la spuntano col punteggio di 109 a 105 grazie a una prestazione da MVP di Draymond Green.

Per il lungo 15 punti, 13 rimbalzi e 9 assist, ma soprattutto una tripla incredibile a meno di un minuto dalla fine dell’overtime, che ha spezzato le gambe agli Hawks. I campioni in carica conquistano così la 43esima vittoria consecutiva in casa, la 25esima consecutiva in questa stagione.

Continua a leggere

I Nets scartano Joe Johnson, parte l’asta tra le squadre da playoff. Cavs e Hawks favoriti

joe johnson netsIl nuovo General Manager Sean Marks ha deciso di fare pulizia in vista del mercato estivo e dopo Andrea Bargnani ad essere svincolato è Joe Johnson, che era in maglia Nets dal 2012. Il 34enne ex Hawks è all’ultimo anno del suo contratto e ora potrà liberamente firmare per una qualsiasi squadra NBA, che può prenderlo subito senza appesantire il monte ingaggi.

Alla porta ci sono molte squadre: Atlanta, Boston, Cleveland, Houston, Miami, Oklahoma City e Toronto. Johnson dovrà aspettare il pomeriggio di sabato per iniziare a valutare le varie possibilità, ma sembra che le prime due contendenti siano i Cavs, che possono offrigli una possibilità concreta di vincere il suo primo anello e gli Hawks, che puntano sulla sua volontà di tornare ad Atlanta.

Continua a leggere

Bulls e Hawks in caduta libera, Joe Johnson beffa Gallinari, Clippers e Blazers sempre meglio

kemba walkerNon riescono a rialzarsi dal momento di crisi i Chicago Bulls, privi di Jimmy Butler e alla terza sconfitta consecutiva, rimediata contro gli Charlotte Hornets di un ispiratissimo Kemba Walker. Per lui 30 punti nella serata che contribuiscono al successo insieme ai 19 con 13 rimbalzi di Nicolas Batum.

Il francese è raggiante al termine della partita: «Siamo .500 in classifica (26-26) prima dell’All-Star break e nonostante i tanti infortuni e le difficoltà affrontate. Questo dimostra che sappiamo lottare da squadra». Speriamo che il .500 non porti sfortuna, visto che quando a gennaio erano sul 17-17 hanno rimediato 9 KO in 10 partite.

Continua a leggere

Gallinari interrompe il digiuno dei Nuggets, Nets malissimo contro i Raptors

danilo gallinari nuggetsDenver Nuggets e Minnesota Timberwolves arrivavano allo scontro diretto con lo stesso score deludente (23-12) e la partita, vinta dai primi per 78 a 74 ha rispettato le previsioni. Basse percentuali e gioco di basso livello per entrambe le formazioni, ma la vittoria di Denver arriva grazie soprattutto ai 20 punti, con 7 rimbalzi e 4 assist di Danilo Gallinari.

Prima vittoria sotto i 100 punti per i Nuggets in stagione, che interrompe una serie di 6 sconfitte consecutive. 15 punti con 10 rimbalzi per Jusuf Nurkic, che entra i campo al posto del centro titolare Nikola Jokic, decisamente sottotono.

Continua a leggere

Perso Jordan i Mavs prendono Pachulia e puntano Deron Williams

deron williams lopez netsDopo il ripensamento di DeAndre Jordan i Mavericks ora corrono ai ripari per costruire una squadra di livello per il prossimo anno. Intanto come centro è stato ufficializzato Zaza Pachulia, dai Milwaukee Bucks. Certo come sostituto di Tyson Chandler, che si è trasferito a Phoenix, il lungo della Georgia non è ai livelli di Jordan, ma il suo contratto è in scadenza e quindi non va ad intaccare il salary cap per la prossima stagione.

Già ufficializzato l’acquisto di Wesley Matthews, ora si punta ad un altro big. Dalle parti di Brooklyn infatti alcune fonti hanno riferito che Deron Williams stia provando a fare pressioni ai Nets per far si che possa anche lui trasferirsi a Dallas.

Continua a leggere

I Nets interrompono il momento magico di Golden State

kevin garnett netsFinalmente a Brooklyn possono dire di avere una squadra. I Nets iniziano la stagione con una ventina di partite di ritardo e riescono, con la vittoria sugli Warriors, a inanellare il quarto successo di fila e si piazzano tra le prime otto ad Est. La vittoria dei ragazzi di Jason Kidd interrompe così la serie di 10 vittorie consecutive di Golden State, che si ferma ad un passo dalla settima vittoria di fila in trasferta, mai successo nella storia della franchigia di Oakland.

L’MVP della serata è Kevin Garnett, che realizza 11 dei suoi 13 punti nel quarto periodo, alzando il muro in difesa con una prestazione che lo fa tornare indietro di qualche anno. Joe Johnson conclude l’opera terminando la gara con 27 punti, contribuendo al parziale del quarto quarto dove praticamente i Nets hanno portato a casa la gara.

Continua a leggere

I Nets rialzano la testa, John Wall rimette in corsa Washington

john wall nene wizardsJason Kidd può finalmente tirare un sospiro di sollievo. Nella notte infatti i Nets interrompono la striscia di 5 sconfitte consecutive sul campo dei Toronto Raptors, al termine di un finale a dir poco teso. Sopra di 15 a 5,22 minuti dalla fine la squadra di Brooklyn ha praticamente smesso di giocare, facendosi rimontare fino al -2 a 11 secondi dalla sirena. Per fortuna di Pierce e compagni Amir Johnson fallisce la tripla della vittoria e Steve Novak non realizza il tap in che avrebbe portato la gara al supplementare.

«Non è importante come sia successo», ha detto la guardia dei Nets Joe Johnson, «era importante vincere e ci siamo riusciti». «Gli ultimi 3 minuti sono stati un disastro per noi», ha aggiunto Paul Pierce, «per fortuna avevamo costruito un ampio vantaggio, ma per un attimo ho creduto di poter perdere ancora».

Continua a leggere

I Pistons rovinano la festa a Kevin Garnett

nets-pistonsDopo un’estate a sognare in grande e un avvio di stagione molto complicato, Kevin Garnett sperava di poter festeggiare al meglio un altro traguardo della sua lunga carriera. Invece la sua gara numero 1335, che è valsa l’aggancio a Gary Payton al 9° posto della classifica delle presenze in NBA, si è trasformata nell’ennesima delusione per lui e i suoi Nets. Anche i Pistons di Gigi Datome hanno espugnato Brooklyn infliggendo alla squadra di Jason Kidd la 10ª sconfitta in 13 partite disputate.

E anche questa 10ª, persa 109-97, ha finito per essere in linea con le altre. Nets ancora una volta condannati a causa di un pessimo ritorno in campo dopo l’intervallo. Per l’ennesima volta, Paul Pierce e compagni hanno pagato un 3° quarto sonnolento, chiuso con un -19 (34-15) che ha finito per formare un solco non più rimarginabile nonostante il tentativo di rimonta finale.

Continua a leggere

Kidd: «Vogliamo competere con gli Heat»

kidd nets confUfficializzato il grande scambio con i Boston Celtics, che ha portato a Brooklyn Kevin Garnett, Paul Pierce e Jason Terry, in casa Nets si può finalmente parlare di presente. E di futuro, della prossima stagione, in cui la squadra di Jason Kidd partirà con grandi ambizioni.

L’obiettivo del patron russo Mikhail Prokhorov di puntare all’anello ha avuto una grande accelerata dopo le operazioni estive. Con l’arrivo di campioni che sanno cosa vuol dire vincere. Ma anche di un tecnico giovane, ma molto ambizioso, come Kidd.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche