Get Adobe Flash player

DeMar DeRozan

Cavs in finale di Conference: LeBron elogia i compagni e DeRozan spiega il motivo dello sweep

irving cavs raptorsAltro 4 a 0 e altri giorni di riposo in più per i Cleveland Cavaliers, che chiudono la pratica già in Gara 4 e eliminano i Toronto Raptors. È la prima volta nella storia NBA che una squadra accede alle finali di conference con un record ai playoff di 8-0 per 2 stagioni consecutive e questo fa capire lo strapotere dei Cavs di LeBron James, almeno a Est. Sono a 2 sole vittorie dal record di 13 consecutive ai playoff dei Lakers tra l’88 e l’89.

Gara 4, vinta dai Cavs 109 a 102, non ha dato grandissimi spunti, con i Raptors che nuovamente privi di Kyle Lowry provano ogni tanto qualche giocata di orgoglio, ma quando LeBron decide di giocare, aiutato da un Kyrie Irving sempre pronto a prendersi la scena e Kyle Korver puntuale dalla distanza, la differenza tra le due squadre è evidente.

Continua a leggere

Dominio Cavaliers e Raptors a un passo dallo sweep, si risveglia Aldridge e gli Spurs espugnano Houston

lebron james playoff 2017I Cleveland Cavaliers non fanno sconti e prendono il controllo della serie con i Raptors portandosi sul 3 a 0 dopo la vittoria a Toronto per 115 a 94. Altra partita da MVP per LeBron James, autore di 35 punti totali, ma soprattutto di 13 consecutivi in apertura di quarto quarto, iniziato con le squadre divise solo da 2 punti ma stravinto dai Cavs 36 a 17.

DeMar DeRozan prova a fare quello che può per tenere a galla i Raptors, i quali senza Kyle Lowry sono troppo limitati per sperare di impensierire i campioni in carica. 2 su 18 da tre e 25 rimbalzi raccolti contro i 49 dei Cavs sono numeri che rendono perfettamente l’idea del divario tra le due squadre. I 37 punti di DeRozan sono il suo record ai playoff.

Continua a leggere

DeRozan: «Se trovate uno in grado di difendere su LeBron vi do 100 dollari»

derozan lebronDeve essere frustrante anno dopo anno arrivare ai playoff e andare a sbattere contro un muro. LeBron James è sempre più dominante, quest’anno più dello scorso, e quando si trasforma in questo giocatore gli avversari possono solo provare a fermarlo. Nelle prime due contro i Raptors 35 e 39 punti, 6 su 11 da tre, 10 e 6 assist e 29 liberi guadagnati (di cui 22 realizzati).

LeBron è arrivato a 5.777 punti nei playoff, superando Kareem Abdul-Jabbar e dietro solo a Michael Jordan (5.987) nella classifica all-time.

Continua a leggere

I Raptors eliminano i Bucks e fanno festa anche i Cavaliers

antetokounmpo bucksNonostante un’incredibile rimonta dei Milwaukee Bucks, che tornano in partita dopo il -25 di metà terzo quarto, i Toronto Raptors tengono nel finale e chiudono la partita 92 a 89 e serie sul 4 a 2, qualificandosi per la semifinale di Conference contro i Cavaliers campioni in carica.

Il futuro sorride ai Milwaukee Bucks, che però mostrano tutti i limiti di una squadra inesperta soprattutto nell’ultima azione. Giannis Antetokounmpo, autore di 34 in ben 47 minuti in campo, ha il pallone del potenziale pareggio a 10 secondi dalla fine, ma al posto di tentare la tripla mette un canestro da 2, ovviamente concesso dalla difesa dei Raptors. DeRozan mette entrambi i liberi al possesso successivo e la rimessa a 3 secondi dalla fine non porta a niente.

Continua a leggere

I Bucks umiliano i Raptors, i Grizzlies riaprono la serie con gli Spurs

Antetokounmpo_bucksIl Bradley Center di Milwaukee è una vera e propria bolgia in stile Eurolega per Gara 3 della serie tra Bucks e Raptors e la squadra di casa mette in campo tutta l’energia trasmessa dai tifosi per schiantare gli ospiti, conquistando il 2-1 col punteggio di 104 a 77.

«È stato incredibile fin dal primo possesso», ha detto la stella dei Bucks Giannis Antetokounmpo, «è stato divertente giocare con una carica del genere dei nostri tifosi e spero che riusciranno a ripetersi anche per Gara 4». 19 punti, 8 rimbalzi e 2 stoppate per The Greek Freak.

Continua a leggere

Vittorie per Raptors e Clippers, serie pareggiate

Lowry-raptorsDopo aver deluso in Gara 1 Kyle Lowry prende per mano i Toronto Raptors e li trascina nella vittoria che permette loro di pareggiare la serie con i Milwaukee Bucks. Decisivi i 22 punti della guardia nativa di Philadelphia, ma ancora più decisivo è il canestro a 10 secondi dalla fine, con i Raptors sopra di 2, che ha di fatto chiuso la partita.

«Ho intrapreso tante battaglie con lui», ha detto coach Dwane Casey, «e si è sempre fatto trovare pronto. Questo è quello che è, un guerriero, un combattente. Sapevo che non era soddisfatto della sua prestazione nella prima partita e sapevo che avrebbe fatto di tutto per riscattarsi».

Continua a leggere

DeMar DeRozan e James Harden giocatori della settimana NBA

derozan_harden1280-1040x572Come ogni settimana arriva la nomina a giocatori della settima toccata per la quarta volta a DeMar DeRozan e James Harden che, togliendo LeBron, quest’anno sono gli unici ad aver raggiunto un “poker” del genere.

Cominciando da Est DeRozan ha portato i suoi a tre vittorie su tre, allungando la loro striscia a cinque (sei con la vittoria di stanotte) ed a qualificarsi ufficialmente ai playoff per il quarto anno consecutivo. Migliore gara quella contro i Bulls (122 – 120) con 42 punti, 8 assist e 6 rimbalzi, quindi Dallas (104 – 84) dove con altri 42 punti ha superato per la settima volta quota 40 nel corso di questa stagione.

Continua a leggere

Toronto si avvicina alla vetta, Westbrook a quota 37, Gobert blocca i Pelicans

DeMar-DeRozan-1_1Nonostante l’assenza di Kyle Lowry, fuori dal 1 marzo per l’intervento al polso destro, i Toronto Raptors si stanno avvicinando ai playoff con un ritmo da primi della classe e contro gli Orlando Magic conquistano la sesta vittoria in fila. Ora i canadesi sono quarti con una sola sconfitta in più degli Wizards terzi, ma a sole 3 vittorie dai Celtics primi ad Est.

36 punti di DeMar DeRozan, fresco di nomina a Player of the Week, il quale trascina Toronto aiutato da Cory Joseph alla prima doppia doppia in carriera, ma non vuole abbassare la guardia: «Non possiamo sentirci appagati perché abbiamo vinto un po’ di partite, anche stasera potevamo fare meglio, abbiamo concesso troppi punti. Dobbiamo restare concentrati sulla difesa e vincere le partite con quella, non sperare di fare 130 punti ogni sera».

Continua a leggere

Aldridge già in forma playoff, DeRozan domina gli Heat, vittoria dei Blazers sui Knicks

LaMarcus AldridgePotrebbero incontrarsi già al primo turno di playoff i San Antonio Spurs e i Memphis Grizzlies, ma per la prima volta in stagione a spuntarla sono gli Spurs, guidati da un LaMarcus Aldridge in forma smagliante da quando è tornato dallo stop dovuto a problemi al cuore. 23 punti con 8 rimbalzi per l’ex Blazers, che nelle ultime 4 partite ha una media di 22 punti, con il 54,9% dal campo.

Sembra che il motivo sia l’abbigliamento, o meglio i collant che portava fino a poco fa e che da un paio di settimane ha deciso di non mettere: «Non mi sono mai piaciute queste cose, ma li ho provati. Da quando li ho tolti però mi sento più liberi, quindi non li metterò più. Li ho bruciati tutti».

Continua a leggere

Accadde oggi: 21 marzo 2014, anche a Toronto continua la striscia record di Kevin Durant

nbaitalianews durant 2014La stagione 2013/14 è quasi perfetta per Kevin Durant. Vince il titolo di MVP e conquista per la quinta volta di fila la classifica dei migliori realizzatori. Fa il suo career-high (54 punti, contro la sua futura Golden State) e piazza una striscia di 41 gare di fila con almeno 25 punti sul tabellino. Ma alla collezione manca il pezzo più pregiato, cioè l’anello di campione. Oklahoma City cede in finale di Conference contro i futuri campioni di San Antonio.

Nella famosa striscia di 41 gare, al numero 33 rientra il match giocato il 21 marzo 2014. I Thunder, a caccia del primo posto a Ovest, sono di scena in casa dei Raptors, per una volta lanciati per i vertici della Eastern. La sfida non delude le aspettative. Non si schioda quasi mai dall’equilibrio e ci vogliono due overtime per decretare la vincitrice. Passano gli ospiti (119-118) in un finale incredibile: sotto di 8 a un minuto dalla fine, la ribaltano con una tripla di Derek Fisher e due dello stesso Durant, la seconda a un paio di secondi dalla sirena.

Continua a leggere

I Nuggets consolidano l’ottavo posto a Ovest, i Jazz fanno sul serio, bene Grizzlies e Raptors

jamal murrayAltra bella vittoria dei Denver Nuggets, la terza in fila, contro i demotivati Los Angeles Lakers, che ne hanno vinta solo una nelle ultime 11. Decisivi Will BartonJamal Murray, entrambi con 22 punti in uscita dalla panchina, per il 129 a 101 finale, con il primo dei due che chiude con 3 su 4 da tre dopo aver tirato male nelle ultime uscite.

Danilo Gallinari segna 18 punti, come Nikola Jokic, e ora i Nuggets hanno un vantaggio di 2,5 vittorie sui Blazers da difendere nel corso della fase più dura del calendario: prima dello scontro diretto con Portland del 28 marzo infatti incontreranno i Clippers, per 2 volte i Rockets, i Cavs, i Pacers e i Pelicans di Anthony Davis e Cousins.

Continua a leggere

I Pacers passano a Houston, DeRozan protagonista contro i Knicks, Thomas fermato da Schroder, bene i Cavs

jeff-teague-pacersUna rarità in questa stagione la vittoria in trasferta dagli Indiana Pacers, che espugnano il campo di Houston aiutati dalla peggior serata al tiro dei Rockets, che falliscono 35 delle 45 triple tentate. Primo tempo che faceva presagire un’altra vittoria di Harden e compagni, ma i Pacers, trascinati da Jeff Teague con 25 punti, 8 rimbalzi e 6 assist, ribaltano la partita e impediscono la rimonta nel finale.

Non bastano i 25 punti di James Harden e i 28 in uscita dalla panchina di Lou Williams. Coach D’Antoni dopo la partita è critico verso i suoi giocatori: «Ho detto loro che nessuno ci regalerà il titolo, bisogna lottare per conquistarlo. I campioni hanno un grande cuore e noi stasera proprio non lo abbiamo fatto vedere».

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche