Get Adobe Flash player

Chicago Bulls

Tripla doppia e 40 punti di Harden non bastano ai Rockets, Matthews gela i Bulls, Nikola Jokic trascinatore dei Nuggets

hardenAltro stop per gli Houston Rockets, che rimediano la terza sconfitta nelle ultime 4 partite dopo una serie di 9 vittorie consecutive che li ha portati alla terza posizione della Western Conference. Contro i Miami Heat, una delle formazioni col peggior record della NBA, non bastano i 40 punti di James Harden, che mette a referto la sua 14esima tripla doppia stagionale con 12 rimbalzi e il decimo assist arrivato a partita praticamente finita.

A coach Mike D’Antoni manca il solito contributo dai tiratori, primo fra tutti Eric Gordon, che in uscita dalla panchina chiude con 1 su 10 da tre e 3 su 17 dal campo, acciaccato per un problema a una caviglia. In generale pessima serata al tiro per Houston che segna solo 9 dei 39 tentativi da tre.

Continua a leggere

Accadde oggi: 16 gennaio 1993, Jordan fa 63 ma Shaq espugna Chicago

nbaitalianews jordan shaqStagione 1992/93, sull’NBA si abbatte il ciclone Shaquille O’Neal. Fin dalle sue prime partite con la maglia dei Magic, il gigante nel New Jersey mostra a tutti le sue potenzialità. Ma per ricevere un “degno battesimo” manca ancora il confronto con Sua Maestà Michael Jordan e i Chicago Bulls bicampioni in carica.

Il calendario attende gennaio per il duello e piazza una doppia sfida nel giro di pochi giorni. Il 12 si gioca in Florida e Chicago vince in scioltezza, 112-106, con Jordan che si “accontenta” di metterne 23, mentre Shaq chiude con una “doppia doppia” da 19 punti e 11 rimbalzi.

Continua a leggere

Westbrook alla 20esima tripla doppia, Harden risponde, 31 di McDermott sui Grizzlies

westbrook-orangeContinua il duello a distanza tra i due principali candidati al titolo di MVP. Russell Westbrook supera il record personale di triple doppie in stagione mettendo a referto la ventesima nella vittoria sui Sacramento Kings; per lui 25 punti nel secondo tempo, 36 totali, 11 rimbalzi e 10 assist che gli permettono di tenere la tripla doppia di media in stagione, cosa riuscita prima di lui solo a Oscar Robertson nella storia NBA.

Partita in controllo dei Thunder, che rischiano una rimonta nel finale grazie soprattutto ai 31 punti di DeMarcus Cousins autore di una tripla a 26 secondi dalla fine che ha portato i Kings a -3. «Abbiamo concesso 39 punti nell’ultimo quarto, non va bene. Siamo stati fortunati a portare a casa la vittoria», ha commentato il coach dei Thunder Billy Donovan.

Continua a leggere

Accadde oggi: 14 gennaio 2016, Butler ne mette 53 a Philadelphia

nbaitalianews butler bulls 76ersIl ricordo è ancora fresco, di appena 12 mesi fa. Il 14 gennaio 2016 è una data entrata nella storia personale di Jimmy Butler. Il talento dei Bulls piazza la miglior prestazione di sempre e regala a Chicago una vittoria a Philadelphia.

Nella stagione 2015/16, il campo dei 76ers non è proprio tra i più difficili da espugnare. Al momento della palla a due, Philadelphia ha appena 4 vittorie nel suo bilancio, contro 36 sconfitte. Ma per portare a casa la vittoria, i Bulls devono sudare e non poco.

Continua a leggere

Jimmy Butler e Stephen Curry giocatori della settimana NBA

stephen-curry-2016Il 2017 parte con una conferma ed una novità per quanto riguarda i giocatori della settimana. Jimmy Butler dei Bulls trova infatti la sua seconda nomina, la prima era dello scorso metà novembre, mentre per quanto riguarda l’Ovest troviamo la prima stagionale e dell’anno per Stephen Curry. Il periodo preso in esame è ovviamente quello tra lo scorso 2 ed 8 gennaio.

Per quanto riguarda l’Eastern Conference Butler ha guidato Chicago ad una striscia positiva di tre partite vinte su tre con una media mostruosa di 38 punti, 9,3 rimbalzi e 6,3 assist. Da notare il match di apertura contro gli Hornets, dove ha messo insieme 52 punti, traguardo altissimo raggiunto per la seconda volta sia da lui sia dagli stessi Bulls che non raggiungevano risultati simili allo United Center dai tempi di Michael Jordan.

Continua a leggere

Show di Davis contro i Knicks, Westbrook e Adams dominano i Bulls, Towns trascina i Timberwolves

anthony davisUn’altra sconfitta in casa per i New York Knicks, che cadono contro i New Orleans Pelicans 110 a 96. Questa volta è Anthony Davis il protagonista al Madison con 40 punti e 18 rimbalzi, prima di abbandonare il campo per un colpo subito alla fine del terzo quarto. Kyle O’Quinn è il colpevole del brutto fallo da dietro sul lungo avversario, che è stato subito sottoposto ad accertamenti, valutato come flagrant 2 con conseguente espulsione.

I Knicks, con la testa alla misteriosa vicenda di Derrick Rose, sparito senza dare giustificazioni prima della palla a due, subiscono anche l’espulsione di Carmelo Anthony, che prende ben 2 tecnici per proteste.

Continua a leggere

Accadde oggi: 8 gennaio 1987, 53 punti di Jordan per stendere Portland

nbaitalianews-wilkins-jordanStagione 1986/87. Nella sua rincorsa verso il primato personale di punti in stagione, Michael Jordan piazza grandi prestazioni, una dopo l’altra. L’8 gennaio, quasi un mese dopo i 41 contro Atlanta, con Portland fa ancora meglio.

Meglio per lui, che di punti ne mette 53. Ma meglio anche per i Bulls che vincono di misura, grazie a un ottimo quarto quarto, la sfida casalinga contro i Trail Blazers: 121-117.

Continua a leggere

È il momento di Butler. Wade: «Come lui nessuno in NBA»

butler-wade-bullsUn’altra rimonta incredibile quella dei Chicago Bulls, che hanno ribaltato la partita contro i Toronto Raptors dal -19 vincendo 123 a 118 al supplementare. Ma l’ottimo momento dei ragazzi di coach Fred Hoiberg (3 vittorie consecutive) ha un indiscusso protagonista: Jimmy Butler mette a referto 42 punti, con un quarto quarto perfetto; è la terza volta nelle ultime 6 partite che Butler realizza almeno 40 punti.

«Il mio lavoro non è preoccuparmi di cosa dicono i media», ha commentato il numero 21 dei Bulls, «sono qui per impegnarmi e cercare di far vincere la mia squadra. Siamo quelli che siamo, nel bene e nel male. Nonostante tutte le chiacchiere che circolano noi dobbiamo pensare a lavorare duramente e contare gli uni sugli altri».

Continua a leggere

65 pt di Curry e Durant nella vittoria sui Blazers, i Bulls battono i rimaneggiati Cavs, Antetokounmpo gela i Knicks

Kevin Durant,Stephen CurryAltra vittoria per i Golden State Warriors, anche dopo un primo tempo sotto tono, contro i Portland Trail Blazers ancora privi di Damian Lillard. Ai vicecampioni NBA bastano Stephen Curry (35 punti con 5 triple) e Kevin Durant (30 punti su 16 tiri e 3 stoppate) per prendere il vantaggio nel terzo quarto e difenderlo fino alla sirena per il 125 a 117.

Una sconfitta più “onorevole” per i Blazers rispetto ai 45 punti rimediati solo un paio di settimane fa, con Lillard in campo. C.J. McCollum prova a suonare la carica per i suoi, con 35 punti, ma nel secondo tempo tira male (3 su 12) e negli ultimi minuti la difesa degli Warriors si è chiusa non permettendo nessuna conclusione facile. Alla fine sono 15 le stoppate di squadra per Golden State.

Continua a leggere

52 di Butler sugli Hornets, LeBron trascina i rimaneggiati Cavs, troppo forti gli Warriors per i Nuggets

jimmy butler chicago bullsI Chicago Bulls sono ancora la squadra di Jimmy Butler. Questo è quello che ha dichiarato Dwyane Wade al suo arrivo e nella notte si è avuta la conferma. Il numero 21 dei Bulls mette a referto ben 52 punti (1 in meno del suo record in carriera) nella vittoria dei suoi sugli Charlotte Hornets, una diretta concorrente ad Est, stravincendo il duello con Kemba Walker.

Butler è alla quarta partita con almeno 25 punti, compresa quella con 40 contro i Nets di mercoledì. «Quando sono in campo non mi interessa quanti punti faccio», ha dichiarato, «gioco a basket e stasera ero ispirato. Il coach mi ha dato fiducia». Per lui anche 12 rimbalzi, 6 assist e 21 su 22 ai liberi.

Continua a leggere

Accadde oggi: 29 dicembre 2001, Michael Jordan da record anche a 38 anni

nbaitalianews-jordan-wizards-2001In NBA, il 2001 per molti è l’anno dei Lakers che conquistano l’ennesimo anello grazie all’accoppiata Kobe Byant-Shaquille O’Neal. Per altri è l’anno di Allen Iverson, eletto MVP. Ma per i più nostalgici è l’anno del secondo ritorno in campo di Sua Maestà Michael Jordan.

A tre anni dal secondo ritiro, praticamente all’indomani del 6° titolo conquistato con i suoi Bulls, Jordan stupisce tutti e rientra nella Lega. Questa volta non con la maglia di Chicago, ma con quella dei Washington Wizards, di cui è stato nominato presidente.

Continua a leggere

Record di assist per Irving nella vittoria sui Bucks, 42 di Westbrook contro i Pelicans, in crisi Blazers e Bulls

kyrie-irvingI Cleveland Cavaliers si aggiudicano la seconda partita in 2 giorni contro i Milwaukee Bucks. Questa volta non serve arrivare al supplementare, grazie soprattutto a Kyrie Irving che chiude con 31 punti e il record in carriera di 13 assist. Nonostante le assenze di Kevin Love (problemi al ginocchio sinistro) e J.R. Smith (fuori a tempo indeterminato per l’infortunio al pollice della mano destra) i Cavs restano in vetta della Eastern Conference.

Giannis Antetokounmpo segna 28 punti e Jabari Parker 27 per i Bucks, mentre la passerella prima della palla a due è dedicata a uno degli eroi dell’anello dei Cavaliers: Matthew Dellavedova. Al play australiano è stato consegnato l’anello con una vera ovazione dei fan.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche