Get Adobe Flash player

Chicago Bulls

Kevin Love sempre più vicino ai Cavs, ma i Bulls non mollano

kevin loveDalle parti di Cleveland si pensa alla trattativa praticamente come conclusa. Secondo la dirigenza dei Cavaliers infatti la contropartita offerta è sufficiente per convincere i Timberwolves a lasciar partire Kevin Love, ma i Chicago Bulls stanno tentando di inserirsi tra le due squadre puntando più sulla volontà del giocatore. Come già anticipato giorni fa i Cavs sono pronti a mettere sul piatto la prima scelta assoluta di quest’anno Andrew Wiggins, quella dello scorso anno Anthony Bennett e una prima scelta al Draft della prossima stagione.

La dirigenza dei T’wolves ha più volte lasciato intendere che la volontà è quella di non lasciare andar via Love per questa stagione, sapendo che la prossima estate sarà free agent, ma è anche vero che uno scambio immediato potrebbe convenire se l’alternativa è perdere il giocatore a zero.

Continua a leggere

I Bulls confermano Hinrich, Jefferson ai Mavs

kirk hinrich bullsIn un’estate di grandi cambiamenti la squadra di Chicago ha deciso di ripartire da una conferma. Dopo l’ufficialità degli acquisti di Pau Gasol e Nikola Mirotic, i Bulls hanno dato la notizia dell’accordo con Kirk Hinrich, con un biennale che assicura uno stipendio di 2,7 milioni per la prossima stagione e un’opzione per il giocatore che può liberarsi prima del secondo anno.

Hirnich ha passato 9 delle sue 11 stagioni in NBA con la maglia dei Bulls ed è l’ideale per le rotazioni di coach Thibodeau, per la sua capacità di difendere sui play avversari e le sue ottime capacità in fase di gestione della fase offensiva. In più ha dimostrato di essere un valido sostituto di Derrick Rose, che ancora non dà certezze riguardo il suo rendimento dopo il secondo grave infortunio.

Continua a leggere

Lakers fuori dalla corsa a Melo: preso Lin, confermati Young e Hill

jeremy linLa squadra di Los Angeles non è più tra le opzioni di scelta di Carmelo Anthony. Questa è l’indiscrezione che gira intorno al giocatore, che ora sta valutando solamente la conferma ai Knicks o il trasferimento ai Chicago Bulls. Il presidente dei Knicks Phil Jackson ha rivelato di essere piuttosto fiducioso e spera che Melo accetti il contratto offertogli in questi giorni, per una cifra vicina ai 129 milioni per 5 anni e a conferma di questo ci sono state anche le parole del neoallenatore Derek Fisher.

Per il numero 7 quindi è diventata una corsa a due, con i Knicks in leggero vantaggio, mentre la dirigenza dei Lakers è corsa subito ai ripari. Nella notte è stato chiuso l’accordo con Jeremy Lin con una trade dalla quale gli Houston Rockets si assicurano una prima scelta al Draft. Al momento Lin è il quarto play in rosa con i Lakers dopo Steve Nash, il rookie Jordan Clarkson e Kendall Marshall, che però non  ha il contratto confermato.

Continua a leggere

Pau Gasol verso Dallas, Melo e Darren Collison diventeranno free agent

woodson anthonyUn fulmine a ciel sereno per la dirigenza dei Knicks che era stata anche rassicurata dall’entourage del giocatore e invece molte fonti confermano oggi che Carmelo Anthony ha preso la sua decisione: a breve approfitterà della clausola del suo contratto che gli permette di diventare un “unrestricted  free agent” a partire da questa estate. In poche parole tra pochi giorni deciderà liberamente con quale squadra firmare senza che i Knicks possano fare niente.

Tra le tante squadre in attesa ora la più quotata sono i Chicago Bulls e pare che da giorni coach Thibodeau si stia già informando con qualche vecchio allenatore di Anthony per iniziare il processo di inserimento dell’ex Denver Nuggets nella città che fu di Michael Jordan. Houston Rocket, Dallas Mavericks e Miami Heat sicuramente non perderanno la speranza di superare la concorrenza dei Bulls.

Continua a leggere

I Knicks a colloquio con Anthony, conferma vicina

carmelo anthony knicksManca poco al 1 luglio, giorno in cui i giocatori free agent potranno iniziare ad affacciarsi sul mercato NBA e decidere autonomamente se cambiare squadra o rimanere con quella attuale. È esattamente questa la situazione di Carmelo Anthony e i Knicks stanno provando a convincerlo a rimanere, con un contratto stellare e una prospettiva di rosa all’altezza delle prime della classe.

Nella giornata di ieri, a Los Angeles, si sono incontrati il giocatore, il General Manager Steve Mills, il presidente Phil Jackson e il nuovo allenatore Derek Fisher. A detta di Melo l’incontro ha fatto fare ai Knicks un passo in avanti per quanto riguarda i suoi progetti. «L’incontro è andato bene», ha detto il numero 7 e riguardo al nuovo coach ha aggiunto: «La società sta lavorando nel modo giusto».

Continua a leggere

Chicago a casa, Clippers e Grizzlies a una vittoria dalla serie

john wall nene wizardsI Wizard passano al turno successivo, cosa che non accade troppo spesso, visto che si tratta della terza volta dal 1970 e non succedeva dal 2005. Washington può contare sull’apporto di Nene Hilario, out in Gara 4, che domina il pitturato. Termina la gara con 20 punti e 7 rimbalzi, ma al di là di quello che possono comunicare i numeri, la sua presenza in difesa e in attacco è dominante, riuscendo a limitare la percentuale dei Bulls a un misero 27% sotto i tabelloni.

Joakim Noah ha giocato la serie con una gamba in meno e questo si è notato particolarmente nelle ultime due uscite. L’uscita dal campo per infortunio alla caviglia di Taj Gibson nell’ultimo quarto ha definitivamente distrutto le speranze dei Bulls di rimettere in piedi la serie. «È veramente frustrante uscire così dopo tutto il lavoro di questa stagione», ha dichiarato Gibson.

Continua a leggere

VIDEO: Joakim Noah è il Defensive Player of the Year

joakim noahIl centro dei Chicago Bulls si è aggiudicato il premio di difensore dell’anno superando la concorrenza di Roy Hibbert degli Indiana Pacers. Una vittoria annunciata quella di Joakim Noah che soprattutto nella seconda parte di stagione regolare si è caricato sulle spalle la responsabilità della squadra mostrando di saper essere un leader in entrambe le metà campo, trascinando i Bulls al quarto posto ad Est.

Il riconoscimento è arrivato nella giornata in cui Chicago ha perso la prima gara della serie playoff contro Washington e questo ha rovinato in parte la soddisfazione di Noah, che ha commentato rendendo merito a coach Thibodeau e al suo sistema di gioco: «È un premio che va condiviso con tutta la squadra, io non ho fatto niente di particolare».

Continua a leggere

Playoff NBA, uno sguardo agli accoppiamenti

randolph gasolMercoledì si chiuderà la stagione regolare e, malgrado si siano già chiusi i giochi riguardo le 16 partecipanti alla post season, mancano ancora dei verdetti per quanto riguarda le posizioni. I Grizzlies conquistano l’ultimo posto disponibile ad Ovest, vincendo lo scontro diretto contro i Suns, che malgrado una stagione al di sopra di ogni più rosea previsione, vedono sfumare il sogno playoff all’ultimo. Una partita ad altissima tensione decisa negli ultimi secondi grazie soprattutto ad uno che nei finali di stagione si trasforma: Zach Randolf.

Rimanendo ad Ovest i Thunder perdono a New Orleans mantenendo vive le speranze dei Clippers per la seconda piazza, che garantisce il vantaggio del campo nella semifinale di Conference. L’unico accoppiamento sicuro per il momento è Houston contro Portland, rispettivamente quarta e quinta, per il resto è tutto ancora da decidere.

Continua a leggere

I Nuggets fermano la corsa dei Clippers. I Thunder espugnano Chicago. Sconfitta storica per i Sixers

kenneth fariedNella notte si ferma la striscia dei Clippers, che non perdevano da 11 partite, ma devono arrendersi ai NuggetsJ.J. Hickson and Kenneth Faried annullano la coppia Paul-Griffin per il 110 a 100 finale. Faried segna 18 punti e 16 rimnbalzi e Hickson ne fa 21 con 11 rimbalzi, mentre CP3 realizza 29 punti e Griffin 26, con 12 rimbalzi, 4 assist e 2 stoppate. Per Griffin è la 27esima partita consecutiva con almeno 20 punti, la striscia attiva più lunga dopo quella di Durant.

I Nuggets si confermano la bestia nera per i ragazzi di coach Rivers, dopo che la scorsa stagione avevano fermato la serie di 17 vittorie consecutive, record di franchigia. «Non posso giocare così male se voglio aiutare i miei compagni a vincere», ha detto Griffin che ha concluso con un misero 7/25 dal campo, «troppi errori e troppi tiri sbagliati».

Continua a leggere

I Bulls continuano a stupire, Durant si avvicina a MJ

westbrook-durant1La squadra di Chicago conferma il suo momento di forma andando a battere in casa i Rockets, un delle squadre più in forma della lega, col punteggio di 111 a 87. Dall’inizio dell’anno lo score dei ragazzi di coach Thibodeau è di 24 vinte e 11 perse, il migliore dell’intera Eastern Conference. Dopo la sconfitta che può aver ridimensionato le ambizioni dei Bulls è arrivata una vittoria convincente che ridona morale alla squadra.

Joakim Noah è il solito trascinatore e conclude la partita sfiorando la tripla doppia con 13 punti, 10 rimbalzi e 9 assist. L’eroe di giornata è però Mike Dunleavy che è costretto ad abbandonare il campo durante il secondo quarto, per una ferita al sopracciglio dopo una gomitata rimediata da Chandler Parsons. Tornato in campo però è stato fondamentale per i suoi, specialmente dalla distanza, terminando la gara con 4 su 6 da 3 per 21 punti finali.

Continua a leggere

Cadono le grandi. Rockets, Warriors e Raptors in crescita

joakim noahUna domenica speciale per la NBA che vede i San Antonio Spurs per la prima volta da soli al comando assoluto. Viste le sconfitte a sorpresa di Pacers e Thunder, rispettivamente contro Maversicks e Lakers, la squadra di Popovic infatti vanta il miglior record dell’intera lega con 46 vittorie e 16 sconfitte, una in meno delle dirette inseguitrici. Quanto mai importante visto che c’è in ballo il vantaggio del campo in una finale di Conference, ma anche in una possibile finale per l’anello.

La sconfitta più incredibile è quella dei Thunder, sia per il valore delle squadre in campo, sia per come è arrivata. Il 114 a 110 finale infatti è arrivato dopo che i Lakers erano sotto di 18 punti, grazie soprattutto al record in carriera di Jodie Meeks, che mette a segno 42 punti. Durant realizza un prestazione da 27 punti, 12 assist e 10 rimbalzi e Westbrook conclude con 20 punti, 8 assist e 7 rimbalzi. La coppia però procura anche 13 palle perse e questo costa ai Thunder la quinta sconfitta nelle ultime 8 gare, che costa a Oklahoma City la vetta della Western Conference.

Continua a leggere

Bynum ai Bulls in cambio di Deng, ecco i dettagli

andrew bynumL’esperienza di Andrew Bynum a Cleveland si è conclusa rapidamente e i Cavaliers hanno optato, nel liberarsi del centro, per una strategia a breve termine. Tra le opzioni in ballo per uno scambio è stato infatti scelto Luol Deng, che arriva dai Bulls in cambio di tre scelte al Draft e con un alleggerimento notevole per il salary cap della squadra di Chicago in vista delle prossime stagioni.

I Cavs hanno voluto infoltire il roster nella posizione di ala piccola, nella speranza di tornare ai playoff dopo 3 stagioni di assenza, affiancando Deng ai giovani Kyrie Irving e Dion Waiters. Con 19 punti, 6,9 rimbalzi and 3,7 assist di media in 23 partite quest’anno l’ex Bulls sta ritrovando la forma dopo i numerosi problemi al tendine d’Achille, che lo ha costretto a giocare con il contagocce.

Continua a leggere