Get Adobe Flash player

Bismack Biyombo

Non bastano i 52 di John Wall contro i Magic, Z-Bo torna per i Grizzlies, 31 di Leonard, Melo espugna Miami

john wall wizardsSono così evidenti i problemi interni agli Washington Wizards che anche la prestazione da record di John Wall non può mascherarli. Il play realizza il suo record in carriera nell’ennesima sconfitta subita contro gli Orlando Magic: 52 punti sono lo score più alto per un Wizards dai 54 di Gilbert Arenas (dicembre 2006).

Wall ha messo a referto più punti di tutti i 5 titolari dei Magic, dei quali però la panchina ne mette 73 da 4 diversi giocatori. Proprio uno dei panchinari, Elfrid Payton, segna 22 dei suoi 25 punti nel solo primo tempo e un altro, Bismack Biyombo, realizza il record stagionale di 14 punti con 13 rimbalzi.

Continua a leggere

Aaron Gordon sulla nuova stagione: «Siamo da playoff. Slam Dunk Contest? Non so se mi va»

aaron gordon dunkSi è fatto conoscere al grande pubblico per la gara delle schiacciate, persa nel duello con Zach LaVine, ma oltre a schiacciare Aaron Gordon ha dimostrato di saper giocare e, malgrado abbia solo 20 anni, si appresta a giocare la sua terza stagione in NBA. Gli Orlando Magic, che lo hanno selezionato al Draft del 2014, hanno cambiato molto e si può tranquillamente constatare che siano tra le squadre più migliorate in estate.

L’arrivo di due lunghi come Bismack Biyombo e Serge Ibaka cambia radicalmente il modo di attaccare e l’arrivo del nuovo allenatore Frank Vogel (ex Pacers) rende ancora più affascinante la stagione dei Magic.

Continua a leggere

Ibaka parla del trasferimento a Orlando: «Non volevo partire, ma ora sono felice»

serge ibakaA fine giugno gli Oklahoma City Thunder avevano una strategia chiara: alleggerire il roster per puntare sul rinnovo di Kevin Durant. Il primo ad essere stato sacrificato è stato il lungo Serge Ibaka, che è stato spedito ad Orlando in cambio di Victor Oladipo, Ersan Ilyasova e Domantas Sabonis. Una trade perfettamente in linea con la strategia, peccato però che Durant abbia scelto gli Warriors.

A due mesi dall’operazione Ibaka è tornato a parlare e ha chiarito di non aver mai chiesto la cessione: «Nonostante le molte parole spese dai media sulla mia condizione io ero contento di restare ai Thunder e del mio ruolo in campo».

Continua a leggere

Ginobili gioca un altro anno, Rondo ai Bulls, Crawford rinnova coi Clippers, Biyombo ai Magic

manu ginobili spursI San Antonio Spurs sono ancora alla ricerca del colpo di mercato, ma intanto ora hanno la certezza di poter contare su Manu Ginobili anche per la prossima stagione. Dopo aver riflettuto sul suo futuro l’argentino ha comunicato sul suo sito ufficiale di voler continuare in NBA e di essere pronto a disputare le Olimpiadi di Rio con la sua nazionale.

Nel suo comunicato in realtà non ha menzionato gli Spurs, ma non dovrebbero esserci dubbi a riguardo. «La verità è che sono più convinto ora rispetto allo scorso anno. La stagione è andata bene, infortunio a parte e voglio ancora godermi un po’ di NBA».

Continua a leggere

In casa è tutta un’altra musica, Cavs 3-2 sui Raptors trascinati da Love

Charlotte Hornets v Cleveland CavaliersSembra di essere tornati indietro di 2 partite, visto come i Cleveland Cavaliers hanno conquistato Gara 5 portandosi a una sola vittoria dalle finals. Toronto Raptors spazzati via dal campo già dal primo quarto, in cui l’assoluto protagonista è Kevin Love e alla fine del primo tempo il vantaggio era già di 34 punti. 116 a 78 il punteggio finale, dopo che nel secondo tempo il vantaggio è addirittura più ampio (+46).

Come in Gara 4 anche stanotte L0ve guarda l’ultimo quarto dalla panchina, ma stavolta per riposarsi. Fuori nel finale anche LeBron James, che chiude la partita con 23 punti, 8 assist e 6 rimbalzi.

Continua a leggere

Mutombo loda il suo discepolo: «Biyombo può imitarmi quanto vuole»

GTY 521578304 S BBA SPO CAN ONAlzi la mano chi quest’anno non abbia mai fatto nemmeno un paragone tra Dikembe Mutombo e Bismack Biyombo. Tra i due cestisti infatti si è creato un legame per una lunga serie di ragioni a partire dalla comune origine, entrambi sono congolesi, per finire con il modo di esultare del giovane Raptors – alzando l’indice – copiato all’Hall of Fame.

Peccato però che si sia creato un piccolo giallo, perché se da un lato Bismack spergiura di essere stato autorizzato direttamente da Dikembe: «Ho il suo permesso, abbiamo pensato fosse un modo per dare continuità e raccogliere la sua eredità». Dall’altro l’autore è rimasto colto di sorpresa visto che di tutto hanno parlato tranne che di questo:

Continua a leggere

Si risveglia Kyle Lowry e Toronto pareggia la serie con Cleveland

lowry biyombo derozan raptorsOra i Toronto Raptors cominciano a crederci davvero, i Cleveland Cavaliers non sono imbattibili tra le mura amiche e la dimostrazione la danno anche in Gara 4. 105 a 99 il punteggio finale con protagonista assoluto uno che fino a questo momento era stato poco più di uno spettatore: Kyle Lowry. Dopo i 20 punti di Gara 3 nella notte ne mette a referto 35, incluso un layup fondamentale nei secondi finali.

DeMar DeRozan partecipa alla festa con 32 punti, ma è la difesa dei Raptors a far andare l’inerzia della partita in direzione dei ragazzi di coach Dwane Casey.

Continua a leggere

Si accende la serie Cavs-Raptors: coach Casey multato, Jones squalificato

Dwane Casey - RaptorsLa sfida tra Toronto Raptors e Cleveland Cavaliers si fa più dura, specialmente dopo che i primi sono riusciti ad accorciare le distanze e portarsi sull’1 a 2. Sfida più tesa e scontri più ruvidi, così non possono non arrivare le sanzioni della lega. I provvedimenti per Gara 3 sono arrivati quasi immediatamente ed hanno coinvolto tanto i Raptors quanto i Cavs.

Il primo ad essere sanzionato è stato l’head coach della franchigia canadese Dwayne Casey, per avere più volte criticato l’arbitraggio, reo a suo avviso di essere andato con la mano troppo leggera rispetto ai falli commessi dagli avversari, mentre Dahntay Jones è colpevole del fallaccio su Bismack Biyombo.

Continua a leggere

LeBron polemico: «Flagrant foul? Non so cosa siano»

LeBron James, DeMarre CarrollNonostante la vittoria schiacciante dei Cleveland Cavaliers contro i Toronto Raptors in Gara 1 LeBron James ha voluto mandare una frecciata agli arbitri, sostenendo di non essere trattato come i suoi colleghi. La partita ha visto una supremazia totale dei Cavs, i Raptors hanno commesso più falli (25-20), ma l’unico contatto giudicato flagrant è stato quello di Kevin Love ai danni di Patrick Patterson.

«Non ho idea di cosa sia il flagrant foul», ha detto LeBron, «so che cos’è quando succede agli altri, ma non vedo la stessa regola applicata sui contatti che coinvolgono me. Non riesco a capire la differenza tra un fallo normale e uno antisportivo».

Continua a leggere

Raptors annientati e Cavaliers 1-0 in scioltezza

Charlotte Hornets v Cleveland CavaliersNon c’è stata partita in Gara 1. È fin troppo facile sintetizzare il primo atto della serie tra Cleveland Cavaliers e Toronto Raptors, terminato 115 a 84 in favore di LeBron James e compagni. Il vantaggio di 31 punti alla sirena finale è il più largo margine nei playoff della storia dei Cavs che si portano sopra nel punteggio alla fine del primo quarto, possono gestire il match e si permettono il lusso di far riposare i titolare nell’ultima frazione.

Contrariamente a quanto accaduto contro gli Hawks i Cavs non hanno neanche bisogno del tiro da tre e concludono Gara 1 con 7 triple su 20 tentate.

Continua a leggere

Raptors nella storia, ora finale di Conference con i Cavs

demar-derozan-kyle-lowry-nba-playoffs-brooklyn-nets-toronto-raptors-850x560Una serie intensa, chiusa solo a Gara 7, che regala ai Toronto Raptors la prima finale di Conference della loro storia. Nella partita decisiva contro i Miami Heat Kyle Lowry chiude con 35 punti, 9 assist, 7 rimbalzi e 4 palle recuperate, dimostrando di avere le qualità per prendersi sulle spalle i Raptors e tentare l’impresa con i Cleveland Cavaliers.

«Il lavoro duro paga», ha detto Lowry a fine gara, «ho sempre messo in campo tutto quello che avevo per dimostrare di essere un giocatore decisivo, specialmente in palcoscenici come questo».

Continua a leggere

Spurs 33-0 in casa contro i Clippers, Indiana batte i Celtics senza Crowder, Raptors a un passo dai Cavs

lamarcus-aldridge-nba-san-antonio-spurs-memphis-grizzlies-850x560È la settimana più dura per i San Antonio Spurs, che per mantenere l’imbattibilità casalinga hanno dovuto battere i Bulls, i Thunder e nella notte i Los Angeles Clippers. 108 a 87 il punteggio finale, arrivato grazie alla coppia LeonardAldridge, ma soprattutto alla panchina che domina quella dei Clippers 51 a 20.

Ora gli Spurs sono attesa da due partite in casa altrettanto difficili, contro i Blazers nella notte di giovedì e contro gli Warriors sabato. Se dovessero terminare la settimana con 2 vittorie potrebbero spaventare seriamente Curry e compagni, visto anche il ritorno in campo di Manu Ginobili e l’ottimo stato di forma di tutto il roster impegnato da coach Popovich.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche