Get Adobe Flash player

Barack Obama

VIDEO: I Cavaliers in visita alla Casa Bianca per un memorabile MannequinChallenge

kevin-love-cavaliers-obamaChi pensa che ieri per Obama sia stata una giornata da dimenticare per via dell’invito a Donald Trump, alla Casa Bianca per parlare di transizione e soprattutto dare un segnale di continuità ed unità ad un Paese diviso come non mai, forse sbaglia.

Perché se da un lato c’è stata la ragion di stato ed i suoi obblighi presidenziali, dall’altro ha avuto almeno un momento di svago con la visita dei Cavaliers, chiamati qualche tempo fa per ricevere le congratulazioni presidenziali per il primo anello della loro storia. I campioni NBA hanno anche avuto modo di fare il Mannequin Challenge, una nuova moda USA che consiste in un video di gruppo che ricrea un finto fermo immagine di gruppo.

Continua a leggere

L’impresa è compiuta: Warriors meglio dei Bulls di Jordan e Curry oltre le 400 triple

curry barnes green warriorsMancava solo una vittoria per arrivare a quota 73 in stagione regolare e strappare il record che apparteneva ai Chicago Bulls 1995/96 di Michael Jordan. La vittoria è arrivata, 125 a 104 contro i Memphis Grizzlies e la Oracle Arena è potuta esplodere di gioia, con coriandoli e la scritta “73 WINS” bella in evidenza.

Il trascinatore, anche nell’ultima gara, è sempre Stephen Curry, che mette a referto 46 punti con 10 triple, che gli permettono di togliersi l’ulteriore soddisfazione di essere l’unico nella storia NBA ad aver superato le 400 triple in stagione regolare (402 alla fine). La decima partita con almeno 10 triple in stagione, anche questo un record.

Continua a leggere

Shaq ambasciatore della NBA a Cuba

shaq ambassadorLo storico riavvicinamento dopo anni di gelo tra Cuba e gli Stati Uniti è uno di quegli eventi capaci di fare la storia perché comporta tutta una serie di rapporti, economici e non solo, fra due paesi che per anni sono stati ai ferri corti.

Ma dalla ripresa del dialogo non è certo il primo episodio di distensione. Già negli scorsi mesi, quindi prima della storica visita del presidente Obama nell’isola caraibica, Nash e Mutombo vi erano sbarcati proprio in rappresentanza dell’NBA per sviluppare progetti comuni. Ora a darsi da fare il prossimo giugno sarà nientemeno che Shaquille O’Neal, pronto a prendere parte ad un progetto educativo rivolto ai giovani e promosso proprio dall’ambasciata a stelle e strisce.

Continua a leggere

Obama esaltato dai Bulls

Obama Miami HeatEd ecco che al debutto dei Bulls arriva chi non ti aspetti, ovvero nientemeno che il presidente Obama come spettatore d’eccellenza. E quale modo migliore per onorare la presenza di cotanto tifoso se non con una bella vittoria sui Cavaliers, non certo gli ultimi arrivati, per 97 – 95?

Lo stesso Barack è rimasto così felice da dedicare un tweet in diretta alla vittoria – “È bello essere a casa, e ancor di più vedere i Chicago Bulls iniziare la stagione vincendo” – cui ovviamente hanno risposto proprio i diretti interessati a partire da Derrick Rose per cui «è sempre un onore giocare di fronte al presidente».

Continua a leggere

Obama chiama Spoelstra: «Aspetto tutti gli Heat alla Casa Bianca»

obama spoelstraAltro trionfo, altro anello e, presto, altro giro alla Casa Bianca. Dopo la vittoria sui San Antonio Spurs, che è valsa il secondo titolo consecutivo, i Miami Heat sono attesi da una serie di festeggiamenti. Ma anche di eventi ufficiali, il più istituzionale dei quali resta la visita a Washington.

Il giorno dopo Gara 7, Barack Obama ha prontamente svolto il suo dovere facendo la più classica delle telefonate di congratulazioni ai vincitori. L’onore di parlare con il Presidente degli Stati Uniti è spettato a Erik Spoelstra.

Continua a leggere

Compleanno speciale per Nowitzki con Obama e la Merkel

dirk obamaQuanti possono dire di aver festeggiato il proprio compleanno in compagnia di Barack e Michelle Obama e Angela Merkel? L’uomo che, più di altri, oggi rappresenta il punto di congiunzione tra gli Stati Uniti e la Germania, ovvero Dirk Nowitzki.

Il fenomeno dei Dallas Mavericks è stato invitato alla cena di gala organizzata a Berlino per il vertice tra il Presidente americano e la Cancelliera tedesca. Cena che, guarda caso, è avvenuta proprio mercoledì 19 giugno, giorno del suo 35° compleanno.

Continua a leggere

I Miami Heat dal Presidente Obama

«Nel pomeriggio di oggi (alle 13,40 americane) il presidente Barack Obama accoglierà i Miami Heat alla Casa Bianca per rendere omaggio alla squadra campione NBA del 2012. Il Presidente riconoscerà anche il sostegno continuo degli Heat per gli uomini e le donne che servono la causa militare americana e le loro famiglie.

Continua così la tradizione iniziata dal presidente Obama di onorare le squadre sportive per i loro sforzi dentro e fuori dal campo. A seguito ci sarà una piccola conferenza stampa». Questo è quanto si legge sul comunicato ufficiale della Casa Bianca.

Continua a leggere

Obama incorona i Mavs

Lo aveva promesso ai suoi giocatori Cuban (leggi qui) che avrebbe pensato lui a organizzare in proprio un viaggio a Washington per incontrare il presidente Obama come giusto coronamento dell’impresa ottenuta dai Mavs lo scorso anno. Ed è stato di parola. Nella giornata di ieri, il presidente degli USA, Barack Obama, ha incontrato Nowitzki & compagni per rendere omaggio al primo titolo della franchigia texana vinto per di più da outsider, battendo i strafavoriti Miami Heat di “Big Three“.

Continua a leggere

LOCKOUT: svolta imprevista: si torna a giocare?

Incredibile ma vero, il monito del Presidente Obama deve fatto proseliti all’interno di proprietari e giocatori.

Dopo l’incontro fiume di ieri a New York, di cui vi avevamo dato notizia ieri sera, sembra ci sia stato un netto avvicinamento tra l’associazione giocatori e l’NBA con i proprietari delle franchigie. Al meeting ha preso parte solo un numero ridotto di rappresentanti (cosa sempre buona in queste occasioni, ndr): per l’NBA Stern, il vice commissario Adam Silver e i proprietari di San Antonio, Peter Holt, New York, James Dolan, e Minnesota,  Glen Taylor, oltre a un paio di legali; per i giocatori invece, erano presenti oltre a Hunter e Fisher, anche il vice-presidente dell’NBPA, Maurice Evans,  l’avvocato Ron Klempner e l’economista Kevin Murphy. Alcune fonti ben informate parlano di sostanziosi passi avanti e questo è stato anche evidenziato dai volti più distesi del Commissioner NBA David Stern e del direttore esecutivo del sindacato Billy Hunter all’uscita dopo la riunione di quasi 14 ore.

Continua a leggere

Obama: “Giocatori e proprietari pensino ai tifosi”

Intervistato da Jay Leno nel suo studio, anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama ha tenuto a far sapere che il lockout è qualcosa di aberrante agli occhi di quei cittadini-tifosi nonché “comuni mortali” che inermi ne subiscono gli effetti.

Il presidente del “YES, WE CAN” (magari fosse il pensiero di proprietari e giocatori, ndr) ha voluto invitare le parti ad accelerare il dialogo nel nome del rispetto che giocatori e proprietari devono ai tifosi. Un intervento quello di Obama davvero inaspettato ma non per questo inopportuno: con le trattative ferme ad un punto morto e la stagione NBA che rischia di essere cancellata progressivamente, le dichiarazioni del più influente tifoso (nonché giocatore amatoriale, ndr) di basket è senz’altro un’ottima idea per “richiamare all’ordine” le parti. Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche