Get Adobe Flash player

Scoop NBA

VIDEO: Quando Michael Jordan fu avvelenato

pippen jordan flu gameUna rivelazione che ha dell’incredibile. Quella di Tim Grover, ex personal trainer di Michael Jordan, che ha dichiarato: «Eravamo in stanza e Michael ordinò una pizza e se la divorò. Alle 2 di notte sono tornato nella sua camera ed era pieno di dolori in posizione fetale: si trattava di avvelenamento da cibo».

Era la vigilia di gara 5 delle finali NBA della stagione 1997, che vedeva i Bulls contro i Jazz. Grover però muove dei forti dubbi riguardo ai malesseri di MJ: «Tutti a Salt Lake City sapevano dove alloggiasse la squadra di Phil Jackson. Anche io ho assaggiato una delle pizze che avevamo ordinato e ho avuto un brutto presentimento».

Continua a leggere

Chandler: «Fumare erba prima delle partite? Ridicolo!»

chandlerOspite ad una serata in onore della Dream Foundation al Madison Square Garden, il centro dei Knicks Tyson Chandler è chiamato a rispondere alle indiscrezioni di Jay Williams, pubblicate domenica sul New York Times, secondo le quali nel 2003, quando entrambi giocavano ai Bulls, i giocatori fumavano marijuana prima delle partite. Questo è quanto ha detto Williams, attualmente commentatore ESPN per il college, che ha raccontato la sua storia, compreso l’incidente che ha messo fine alla sua promettente carriera nel 2003.

Williams ha raccontato che quei Bulls erano una squadra “particolare”: «Non sapevo come gestire la cosa. Molte volte i ragazzi provavano a dare calci alle persone a bordo campo dopo che la palla era uscita dal campo. Molti erano fuori controllo, perché capitava che fumassero erba prima delle gare».

Continua a leggere

È fatta: la NBA torna a Seattle

Dopo 5 anni di assenza, dalla stagione 2007/8, l’ultima dei SuperSonics, la NBA fa ritorno a Seattle. A confermarlo sono le voci sempre più insistenti che confermerebbero il raggiungimento dell’accordo tra la famiglia Marlof, che possiede la quota di maggioranza dei Sacramento Kings e un gruppo di Seattle, capeggiato da Chris Hansen e Steve Ballmer. I Marlof vendono quindi al gruppo di manager il 65% della franchigia, cedendo il controllo della stessa.

Continua a leggere

David Stern: «L’Europa avrà almeno una squadra nella NBA»

Il commissario NBA David Stern è arrivato al suo ultimo anno in carica, visto che la scadenza del suo mandato è fissata per il 1 febbraio 2014. Ha però intenzione  di lasciare questo ambìto ruolo con molte idee rivolte al futuro e al miglioramento della lega. In un’intervista alla trasmissione radio SVP and Rosillo della ESPN ha commentato la situazione del campionato ed ha detto la sua riguardo ad un’espansione della NBA fuori dal suolo nordamericano.

Non è la prima volta che Stern affronta questa questione, viste le dichiarazioni rilasciate ad inizio novembre allo Speaking Tuesday del Beyond Sport United, dove ha detto che la cosa più logica sarebbe una division europea, ma anche che non potrebbe accadere prima di 10 anni.

Continua a leggere

I Nets licenziano coach Johnson

Il General Manager Billy King ha annunciato che i Brooklyn Nets hanno deciso di sollevare dall’incarico di head coach Avery Johnson. Dopo un inizio convincente, con uno score di 11-4, grazie al quale Johnson è stato nominato allenatore della Eastern Conference del mese di ottobre e novembre, i Nets hanno avuto una flessione notevole, che li ha portati a vincere solo 3 delle 13 partite del mese di dicembre. Questo ha costretto la società a questa decisione, prima che la stagione si compromettesse del tutto.

Al momento i Nets occupano l’ultimo posto disponibile per i playoff ad Est, ma questo non è bastato a salvare il posto a Johnson. «La proprietà dei Nets e tutto lo staff desiderano ringraziare Avery per il suo lavoro e gli augurano ogni fortuna per il suo futuro». Queste le parole del proprietario Mikhail Prokhorov.

Continua a leggere

Pacers: scotta la panchina di Vogel

Enormi difficoltà in attacco, evidenti nella sconfitta della notte contro i Bucks, stanno aumentando le pressioni del pubblico di Indiana sulla squadra e soprattutto sul coach. Le ragioni dell’inizio così a rilento dei Pacers sono sicuramente strettamente legate all’infortunio di Danny Granger, Roy Hibbert che non sta rendendo ai suoi livelli e una panchina che rispetto allo scorso anno è molto più scarsa.

È la prima volta nella sua seppur breve carriera da allenatore NBA che Frank Vogel si trova a dover reggere una pressione simile, ma la pazienza di tifosi e società si sta esaurendo.

Continua a leggere

Lakers-D’Antoni, i dettagli dell’accordo

Tra i tanti nomi usciti dopo l’esonero di Mike Brown quello di Mike D’Antoni sembrava il più probabile. Tra poche ore sarà annunciato ufficialmente quello che l’agente dell’allenatore, Warren LeGarie, ha rivelato. 4 anni di contratto per quello che secondo la società è il migliore coach libero in questo momento.

Fallita l’operazione Phil Jackson, visto anche l’ingaggio richiesto, oltre 10 milioni l’anno, si è optate per l’ex Knicks e Suns. D’Antoni, che si è operato al ginocchio a inizio novembre, raggiungerà la squadra quanto prima.

Continua a leggere

I Lakers licenziano coach Brown

Alla fine è successo quello che tutti si aspettavano. Secondo alcune voci riportate da ESPN Los Angeles i Lakers hanno deciso di esonerare Mike Brown.

L’appoggio di Bryant non è bastato a quanto pare. Sembra infatti che la società avesse deciso di aspettare almeno le prime 6 partite casalinghe prima di prendere una decisione, ma visti i risultati della squadra e il clima creatosi intorno ai giocatori si sarebbe deciso di agire subito, prima che la stagione prendesse definitivamente la piega sbagliata.

Continua a leggere

Melo in aiuto delle vittime dell’uragano

Il numero 7 dei Knicks è stato testimone della devastazione e degli enormi disagi che l’uragano Sandy ha causato nella sua città e ha voluto dare una mano.

Nella giornata di ieri ha raggiunto il quartiere Red Hook di Brooklyn per portare pacchi di cibo e di beni di prima necessità a chi ne aveva bisogno. «Sono cresciuto da queste parti e tutti hanno visto quanto hanno sofferto le persone qui», ha detto Anthony, «mi sento in dovere di dare una mano».

Continua a leggere

Nets – Kincks posticipata per l’uragano Sandy

La NBA si ferma. Mancava solo l’ufficialità ed è arrivata da Michael Bloomberg, sindaco di New York. «Il sindaco ci ha informato», ha detto il commissario NBA Adam Silver, «che dopo aver analizzato i danni dell’uragano e nell’interesse di tifosi e squadre si è deciso di annullare la partita. Il nostro pensiero va alle vittime di questa sciagura».

Il General Manger dei Knicks, Glen Grunwald, ha però confermato che la partita di venerdì, che vede gli Heat ospiti a New York, rimane confermata.

Continua a leggere

Delonte West sospeso ancora

Il giocatore dei Mavs ci ricasca… Questa volta non si sa per quanto tempo, ma coach Carlisle ha deciso di metterlo fuori rosa per l’ennesimo episodio di cattiva condotta. Tutto ciò è accaduto nello spogliatoio Mavericks subito dopo la vittoria contro i Rockets di lunedì, nella quale West ha giocato per 16 minuti, con 2 punti, 2 assist e 1 rimbalzo.

I dettagli ovviamente non sono emersi, ma si legge da ESPNDallas che si è trattato di uno sfogo del giocatore all’interno dello spogliatoio ed è immaginabile il perché.

Continua a leggere

Deron Williams sergente di ferro!

Non si scherza sulle sconfitte. Meno che mai dopo una stagione orribile come quella scorsa dei Nets. Sicuramente lo si deve ai milioni di appassionati e tifosi che pagano il biglietto o guardano la partita da casa. Questo è un principio che dovrebbe valere in tutti gli sport: malgrado siano dei professionisti, ci si aspetta dagli atleti la serietà e l’impegno massimi.

Proprio di questa idea è Deron Williams, che ha definito la stagione 2011/2012 come la peggiore della sua carriera. Questo lo ha portato ad un livello di nervosismo e frustrazione altissimo, tanto che coach Avery Johnson lo ha dovuto escludere.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche