Get Adobe Flash player

Curiosità

Lou Williams: «Troppi nerd che parlano di sport e nessuno che sia un atleta»

lou williamsUno dei più attivi della NBA sui social, specialmente Twitter, è sicuramente Lou Williams, protagonista di ben 3 trasferimenti nel giro di 3 mesi: dai Lakers ai Rockets e poi nuovamente a Los Angeles sponda Clippers (nella trade di Chris Paul). Nelle ultime ore ha deciso di intraprendere una crociata a suon di tweet nei confronti di giornalisti e opinionisti, evidentemente disturbato dalle critiche o dalla poca considerazione.

“Per me è pazzesco che tutti questi nerd parlino di tutti gli sport. Nessuno di questi è un atleta eppure condividono le loro opinioni e analisi”, questo il pensiero di Lou, che poi ha deciso anche di rispondere a chi criticava questa sua accusa.

Continua a leggere

Lauri Markkanen chide al più grande l’autorizzazione per il numero di maglia

Lauri MarkkanenDalle parti di Chicago è in atto una rifondazione del roster, iniziata già l’anno scorso con la partenza di Derrick Rose e Joakim Noah e proseguita in questi giorni con la trade che ha spedito Jimmy Butler a Minnesota in cambio di Zach LaVine e Kris Dunn. Nello scambio è passato ai Bulls anche Lauri Markkanen, scelto dai Timberwolves al Draft, e non poteva presentarsi ai nuovi tifosi in modo migliore.

Come numero Markkanen ha scelto il 24, ma ovviamente ha voluto prima chiedere il permesso alla leggenda che ha indossato quella maglia prima di lui: Brian Scalabrine.

Continua a leggere

Kerr: «Dovremmo prendere in considerazione l’eventuale invito alla Casa Bianca»

kerr warriorsPotrebbero ammorbidire la posizione e cambiare idea i Golden State Warriors, che solo una settimana fa avevano fatto sapere di voler rifiutare un eventuale invito di Donald Trump alla Casa Bianca.

L’allenatore Steve Kerr ha infatti dichiarato al “The TK Show” che sarebbe meglio che i giocatori pensassero bene a questa decisione: «Non è qualcosa di banale, molti conoscono bene la mia posizione e le mie critiche al Presidente e forse non arriverà nemmeno l’invito. Ma se dovesse arrivare dovremmo almeno prendere in considerazione di andare, sarebbe un bel segnale positivo».

Continua a leggere

Draymond Green sfotte i Cavs alla parata per il titolo e LeBron risponde

draymond green quickieLa battaglia a distanza tra Warriors e Cavaliers continua anche fuori dal campo. Più di un milione di tifosi sono accorsi alla baia di Oakland per festeggiare l’anello di Golden State e Draymond Green ha deciso di sfoggiare una t-shirt dedicata ai Cavs, con la parola “Quickie” e il Larry O’Brien Trophy.

La spiegazione l’ha data lo stesso Green ai microfoni di NBC: «La “Q” è il nome della loro arena (Quicken Loans Arena) e noi li abbiamo rispediti lì velocemente (quick) vincendo il titolo. L’idea della maglietta è stata mia, ma mi ha aiutato Nick U’Ren (uno degli allenatori degli Warriors) a realizzarla».

Continua a leggere

Durant confessa: «Irving è più forte di Allen Iverson»

irving playoffUna cosa è certa, nessuno ti conosce meglio dei tuoi avversari. Se poi hai avuto la fortuna di confrontarti in un momento duro come quello delle finals capire chi hai di fronte diventa subito più facile. Ecco perché non bisogna stupirsi se il neo campione Kevin Durant parlando di Kyrie Irving sia arrivato a giudicarlo addirittura più forte di Allen Iverson.

Un complimento del genere non passa certo inosservato e se non è di quelli in grado di dividere siamo sicuri che comunque riuscirà a fare chiacchierare tantissimo appassionati ed addetti ai lavori. Ecco perché Durant ha cercato di mettere subito le mani in avanti durante la sua confessione al The Billy Simmons Podcast:

Continua a leggere

Gli Warriors pronti a rifiutare l’invito alla Casa Bianca

trump_curryNemmeno il tempo di festeggiare l’anello vinto sui Cavs che già si apre una polemica destinata a trascinarsi da qui alle prossime settimane. Gli Warriors da neo campioni hanno infatti deciso di non partecipare alla tradizionale visita alla Casa Bianca con cui il presidente si complimenta con staff e atleti in un ambiente piacevole e conviviale.

Una decisione dura e che lascerà sicuramente il segno, ma è pur vero che voci del genere erano già iniziate a circolare dalle prime ore successive alla vittoria. Che a Golden State non avessero particolarmente gradito la vittoria di Trump alle ultime elezioni del resto non è un mistero – tanto Curry che Kerr si erano pronunciati con parole di fuoco lo scorso novembre – ma questo rischia di passare come uno sgarbo in grado di fare la storia.

Continua a leggere

Russell Westbrook è l’MVP di Shaqtin’ a Fool 2017

westbrook 58 pointsSi dovrà aspettare fino al 26 di giugno per conoscere il nome dell’MVP della stagione NBA, ma intanto ieri sera è stato proclamato quello di Shaqtin’ a Fool. L’ormai celebre spazio ideato e condotto da Shaquille O’Neal su TNT ha chiuso la stagione selezionando i cinque momenti più divertenti dell’anno, con protagonisti Kemba Walker, Marcus Smart, Sam Dekker, J.R. Smith e Russell Westbrook.

Il vincitore è Russell Westbrook, che sbaraglia la concorrenza grazie alla sua passeggiata disinvolta con la palla in mano contro gli Warriors. Sorprende l’assenza nella top 5 dell’idolo di Shaqtin’ a Fool JaVal McGee, ma ora che anche lui ha un anello NBA forse verrà considerato più seriamente anche da Shaq.

Continua a leggere

Rodman tenta la strada dell’ambasciatore, altro viaggio in Nord Corea

rodman pistonsÈ un viaggio degno della migliore spy stories quello che Dennis Rodman si appresta a fare in Nord Corea. Non il primo, come sappiamo, ma il quarto nel giro degli ultimi quattro anni e alla corte di Kim Jong Un definito, non a caso, come uno dei dittatori più sanguinari che ci siano sulla faccia della terra.

Eppure nonostante i rapporti tesi tra Washington e Pyongyang per le ragioni più disparate, tra cui i continui test nucleari o la detenzione di quattro americani con accuse di spionaggio, c’è chi vede questa trasferta in Estremo Oriente come un’opportunità di distensione tra i due paesi. Lo stesso motivo che spingerebbe Rodman ad oltrepassare il 38° parallelo, il confine internazionale tra le due coree, tanto da fargli rispondere a giornalisti e curiosi di «voler tentare di aprire una porta» di dialogo.

Continua a leggere

Biglietti a prezzi folli per Gara 5, fino a 45.000 dollari per un posto a bordo campo

durant curry playoff 2017Cresce a dismisura la febbre per Gara 5 di stanotte tra i Cavaliers e gli Warriors ad Oakland. Stando a quanto riporta ESPN alcuni biglietti sarebbero già stati venduti a peso d’oro tra chi, tramite il servizio di compravendita Warriors’ Ticketmaster, ne ha pagati un paio a bordo campo ben 80 mila dollari (cioè 45 mila l’uno) e chi invece ad 82 mila dollari (41 mila l’uno).

Certo siamo ancora lontani dalle cifre record dello scorso anno in Gara 7, 99 mila dollari per una coppia su StubHub, ma è chiaro che se i Cavs riusciranno nella rimonta tutto è destinato a crescere e pure di tanto per l’ultima partita della serie.

Continua a leggere

Sebastian Telfair arrestato con un arsenale da guerra

sebastian-telfairBrutta disavventura per Sebastian Telfair, 13esima scelta dei Blazers al Draft del 2004, sorpreso a New York da un normale controllo con un vero e proprio arsenale da guerra in macchina. Stando a quanto riporta la stampa d’oltre oceano il cestista sarebbe stato fermato dalle forze dell’ordine perché circolava con le luci spente e certo nessuno si aspettava di trovare un equipaggiamento da guerriglia urbana oltre che le tracce di qualche spinello di marijuana.

Arrestato e rilasciato dopo una cauzione record da 75 mila dollari ha cercato di giustificarsi dicendo che tutte le armi fossero regolarmente registrate ma in Florida. Telfair, che non è nuovo a episodi del genere rimediando una condanna ed una squalifica tra il 2007 ed il 2008, dovrà ora difendersi in tribunale e sperare che i giudici siano abbastanza indulgenti.

Continua a leggere

Il basket 3vs3 sport olimpico a Tokyo 2020

USP OLYMPICS: BASKETBALL-MEN'S GOLD MEDAL GAME-USA S OLY GBR

Dai campetti di tutto il mondo alle Olimpiadi, il basket 3 contro 3 è diventato a tutti gli effetti uno sport a sé. Il comitato internazionale delle Olimpiadi (IOC) ha votato e approvato la variante “a un canestro” del basket, praticato in squadre da 3, come sport olimpico, che farà il debutto ai giochi di Tokyo del 2020.

Continua a leggere

Picco di ascolti nel mondo per Gara 3 delle Finals

durant finals 2017Gara 3 da record in tutti i sensi e non solo perché gli Warriors sono ad un passo dallo scrivere la storia ma soprattutto per il primato di ascolti con oltre 20 milioni e mezzo di telespettatori incollati al televisore in tutto il mondo. In aumento netto del 22,5% rispetto allo scorso anno e che non si vedeva dai tempi dell’ultima vittoria di Jordan di un campionato.

Numeri alla mano la vittoria degli Warriors è stata la terza della serie più vista in assoluto in tutta la storia dell’Association, segno di una crescita costante e che rende bene l’idea di quanto possa salire ancora la febbre delle Finals in questi giorni.

Continua a leggere

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche