Get Adobe Flash player

Mirko Novelli

Celtics: preso Jason Terry

Grande colpo di mercato dei Celtics che, a sorpresa, hanno ufficializzato la firma della guardia ex Dallas Mavericks, Jason Terry. Il giocatore arriva tramite free agency per sopperire alla partenza di Ray Allen.

Terry è stato Miglior Sesto Uomo del 2009 e uno dei protagonisti del titolo vinto dai Mavs nel 2011. Nella scorsa stagione ha fatto registrare una media di 15.1 punti a partita, 2.4 rimbalzi, 3.6 assist con un significativo 37.8% dall’arco dei 3 punti in cui è uno specialista secondo solo a Ray Allen (di cui prenderà il posto, ndr), Reggie Miller e Jason Kidd.

Continua a leggere

VIDEO: Melo insegna lo step back a Griffin

Se la rottura del menisco di Griffin non lo avesse costretto a dare forfait ai prossimi Giochi Olimpici, quello che vi mostriamo sarebbe probabilmente potuto essere il più spaventoso video dell’anno per gli avversari della squadra olimpionica degli USA alle prossime Olimpiadi di Londra, con Carmelo Anthony che mostra a Blake Griffin i movimenti per il suo tiro in step back.

La ragione per cui avrebbe potuto far paura risiede nel fatto che non solo Anthony è il marcatore più letale della lega, ma anche perché il suo “discepolo” nel video è uno dei più talenti più grezzi della NBA, così se aggiungesse al suo repertorio il tiro in step back diverrebbe immarcabile: se lo si lascia avvicinare troppo al canestro è capace di schiacciare in testa anche al vostro aiuto difensivo (per informazioni telefonare Perkins orario pasti), se gli si lascia un po’ di libertà eccolo punirvi con un perfetto step back dai 4-4,5 metri.

Continua a leggere

EA7 – Celtics: biglietti ancora disponibili

Sappiamo che li state cercando. Perchè in effetti anche noi ci siamo ricordati un po’ tardi e abbiamo rischiato di restare senza. Ma i biglietti per Milano-Boston del 7 ottobre al Forum di Assago ci sono ancora.

Grazie al ticket exchange di Viagogo potete ancora acquistare i biglietti per EA7 Milano – Boston Celtics su questa pagina: Biglietteria Viagogo, dove sono disponibili anche biglietti per tutte le tappe europee di Nba Europe Live Tour 2012.

Continua a leggere

Magic-Cavs-Lakers: il futuro di Howard in una trade a tre

Tramontato (definitivamente?, ndr) il sogno di approdare a New York sponda Brooklyn per giocare con il suo grande amico Deron Williams, Dwight Howard è ancora alle prese con il suo futuro.

Continua a leggere

RIDI CHE TI PASSA: La giornata tipo di Guido Bagatta

ore 6.00 il gallino canta e Guido si sveglia

ore 6.35 colazione Bagatta: toast imburrato, 2 uova al tegamino con del bacon fritto e un pancakes con sciroppo d’acero

Continua a leggere

Bryant – Nash: ecco perché funzionerà

Nel mezzo della devastante (per la nostra pazienza, ndr) saga sul futuro di Dwight Howard, alcuni addetti ai lavori hanno cominciato a sollevare dubbi sulla bontà dell’operazione che ha portato Nash a vestire la maglia dei Lakers adducendo come argomentazione la possibile incompatibilità a coesistere tra Kobe “Black Mamba” Bryant e Steve “Beautiful Mind” Nash.

Si tratta, certamente, di un dubbio ragionale che potrebbe essere sollevato ad ogni trade ma, di fatto, non ci sono prove che suggeriscano che questa accoppiata non possa funzionare, anzi, visto il calibro dei due giocatori e l’intelligenza con cui sanno stare in campo dovrebbero semmai consigliarci il contrario.

Continua a leggere

FOTO: Le 20 mogli e fidanzate NBA più sexy di tutti i tempi

“Donne e motori, gioie e dolori” dice un vecchio detto. Niente di più vero. Oggi vogliamo proporvi le immagini delle 20 mogli e/o fidanzate più sexy di tutti i tempi di giocatori NBA.

Buona Visione!

Continua a leggere

UFFICIALE: Jamal Crawford ai Clippers

Il corteggiamento dei Clippers per Jamal Crawford andava avanti da tempo e in mattinata è arrivata l’ufficialità del matrimonio: Jamal Crawford (32) ha deciso di trasfersi sulla West Coast e ha firmato per la squadra di Los Angeles.

Il giocatore, free agent, arriva da una stagione da 13.9 punti, 3.2 assist e 2 rimbalzi in 60 gare con la maglia Portland Trail Blazers, tirando con il 38% dal campo, il 31% dal perimetro e con il 93% ai liberi (uno dei punti deboli della scorsa stagione dei Clippers).

Continua a leggere

La difficile vita dell’atleta: una bimba chiede a Kobe di firmare le scarpe di LeBron

Se da un lato riuscire a ottenere un autografo da un atleta professionista su una maglia, un cappellino o una qualsiasi memorabilia è sempre un’esperienza, dall’altro, a volte, essere degli atleti professionisti è davvero difficile: non importa chi sei, conta solo il fascino di avere qualcosa di firmato dalla persona che ha dato una mano a rendere quel prodotto quello che è.

Ma cosa succede quando a un giocatore viene chiesto di firmare qualcosa che non ha nulla a che fare con luio peggio è un prodotto della concorrenza?

Continua a leggere

TOP of the FLOP 2012

Era il 1998 e gli appassionati di NBA stavano assaporando l’amaro calice del lockout che colse impreparati gli stessi atleti e non fu un caso infatti che all’inizio di quella stagione ci furono giocatori che si presentarono ai training camp con qualche “chiletto” di troppo ponendo di fatto fine alle loro carriere da professionisti. I casi che allora fecero più scalpore furono quelli di Kemp e Baker ma furono in tanti, in quella stagione, a compiere il salto della quaglia passando da protagonisti a comparse.

Il lockout 2011, da questo punto di vista, ha portato qualche danno di meno e in molti, visto il precedente, non si sono fatti cogliere impreparati (tra chi è andato a giocare all’estero e chi è rimasto in casa ad allenarsi privatamente) ma non tutti sono stati lungimiranti.

Continua a leggere

James entra nel prestigioso club del “Double”

Da quando i premi per gli MVP dalla Regular Season (stagione 1955-56) e MVP delle Finals (Finals 1969) NBA sono stati creati, solo 10 giocatori hanno avuto l’onore di potersi fregiare di entrambi nella stessa stagione agonistica. Evidentemente si tratta un bis particolarmente difficile da raggiungere dato che richiede che un giocatore riesca ad essere decisivo praticamente per 9 mesi consecutivi: per farvi un’idea, solo MJ e Bird (non proprio gli ultimi arrivati, ndr) l’hanno realizzato per più di una volta mentre è sfuggito, per esempio, anche a un pluri-campione come Kobe Bryant che, volendo, di premi in vetrina ne ha da vendere. James è l’ultimo, in ordine di tempo, a compiere questa impresa a quasi 10 anni di distanza dall’ultima firmata Tim Duncan. Questo l’elenco di chi ci riuscì prima di lui.

Willis Reed (New York Knicks) stagione 1969-70: battendo i Lakers in gara 7 i Kincks ispirati dal sacrificio fisico del loro centro conquistano l’anello NBA: Reed giocò i primi minuti di gara 7 in condizioni palesemente menomate dando il là alla cavalcata dei compagni verso la vittoria.

Continua a leggere

Torna Odom, attenti ai Clippers

Correva l’anno 1999 quando un diciannovenne Lamar Odom fu chiamato come quarta scelta assoluta del Draft NBA dai Los Angeles Clippers. Il suo debutto nella lega fu da sogno: il 2 novembre 1999 contro i Seattle Supersonics fece segnare, in 44 minuti di impiego, 30 punti, 12 rimbalzi, 3 assist, 2 stoppate e 2 palle recuperate. La sua brillante stagione da rookie terminò con 16,6 punti, 7,8 rimbalzi e 4,2 assist di media. Tutto lasciava presagire un sodalizio lungo tra la franchigia californiana e l’ala prodotto dell’università di Rhode Island ma quando, quattro anni dopo, Lamar si accordò con gli Heat (contratto di 6 anni a 65 mln di dollari) se ne andò sbattendo la porta definendo i Clippers “l’inferno del basket”.

Continua a leggere

Sondaggio

LeBron vincerà l'anello con i Cavs?

View Results

Loading ... Loading ...

SITI CONSIGLIATI