Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 2 giugno 1989, i Pistons superano l’esame Jordan e si avvicinano all’anello

nbaitalianews jordan thomas 1989Finiscono gli anni ‘80 e inizia l’epopea dei Pistons. Dopo oltre 30 anni dagli unici risultati di rilievo, Detroit inizia finalmente a raccogliere le meritate soddisfazioni. Se nel 1988 il sogno è stato solo sfiorato, nel 1989 nessuno può rovinare la festa. Il 2 giugno la squadra torna a prendersi l’Est eliminando i Bulls, vincendo Gara 6 a Chicago 103-94.

I Bulls di Michael Jordan non riescono a fermare la corsa dei Pistons, ma hanno il merito di fare una cosa non riuscita a nessun altro nei playoff: vincere almeno un match. Celtics e Bucks chiudono a quota zero e lo stesso trattamento sarà riservato nelle Finals ai Lakers.

Chicago riesce addirittura ad andare avanti 2-1 nella serie espugnando Detroit, ma alla lunga esce la maggior fame dei vice campioni. Il 2 giugno, anche la buona sorte volta subito le spalle ai Bulls. Alla prima azione, Pippen resta ko dopo una gomitata al volto presa da Laimbeer. La sua partita finisce lì e in pratica anche le speranze del gruppo che perde contatto nei due quarti a cavallo dell’intervallo.

Alla fine è +9 per i Pistons che mettono fine al discorso e si riprendono le Finals. Thomas chiude a 33, Laimbeer e Rodman garantiscono punti ma soprattutto rimbalzi (25 in coppia, oltre a 20 punti), Dumars ne segna 12. Jordan finisce con 32 punti e 12 assist ma non basta. I Bulls dovranno rimandare ancora l’appuntamento con il titolo. Almeno di un paio di anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche