Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 17 giugno 2008 e 2010, Celtics e Lakers fanno rivivere gli anni ‘80

nbaitalianews kobe bostonLarry Bird contro Magic Johnson. Kareem Abdul-Jabbar contro Robert Parish. Kevin McHale contro James Worthy. Ovvero Celtics contro Lakers, versione anni ‘80. Il duello che ha entusiasmato gli Stati Uniti per un decennio. Un duello che ha avuto un piccolo ritorno di fiamma tra il 2008 e il 2010 quando le due rivali si sono giocate il titolo nelle Finals. Con un successo a testa, sempre conquistato il 17 giugno.

Nel 2008 è Boston a fermare un digiuno di quasi 20 anni. Con gente come Garnett, Pierce, Allen e Rondo, i Celtics volano e conquistano la regular season con 66 vittorie. I playoff sono invece una sofferenza con Hawks e Cavaliers piegati a Gara 7 e Pistons a Gara 6. Ma è uno sforzo che vale una finale, quella più attesa, contro i Lakers.

Per Los Angeles l’astinenza è più breve, appena 6 anni. Non c’è più Shaq, ma Kobe ha ancora voglia di vincere. Anche se dovrà attendere. Il 2008 è l’anno di Boston che si porta sul 3-1, non chiude subito e attende Gara 6 al Garden. E qui, il 17 giugno, si scatena. Piazza un secondo quarto da +19 e di fatto anticipa la festa. Alla fine è un 131-92 quasi mortificante per i rivali che non riescono a limare lo svantaggio. I 4 fenomeni in maglia verde segnano da soli quasi gli stessi punti di tutti i Lakers e possono mettere il loro nome vicino a quello dei grandi trionfatori del passato.

I Lakers non dimenticano quei 39 punti di distacco e 2 anni dopo hanno la chance per vendicarsi. Nel frattempo, nel 2009, è arrivato il titolo ma non ha fatto passare la fame. Anche nel 2010 Los Angeles è sempre davanti e nelle Finals si trova il rivale più desiderato. Questa volta la serie è ancora più equilibrata. Le 2 rivali espugnano una volta a testa il campo avversario e si arriva così al 3-3.

Il destino vuole che Gara 7 ricada di nuovo il 17 giugno, così da ricordare ai Lakers il ko di 2 anni prima. La data sembra portare di nuovo bene ai Celtics che restano sempre avanti, anche in doppia cifra. Kobe e compagni rimontano e piazzano il sorpasso decisivo nell’ultimo quarto, vinto di 8. La gara finisce 83-79, ma quanto basta ai californiani per rimettere mano sul trofeo.

Questa volta a fare festa sono Bryant, Gasol e Metta World Peace. E con loro tutta Los Angeles. Per quello che sarà l’ultimo titolo della serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche