Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 14 giugno, assegnati 7 titoli NBA

nbaitalianews jordan utah 1998Se c’è una data che fa rima con titolo, è il 14 giugno. Sfogliando l’album dei ricordi dell’NBA, si scopre che in questo giorno ne sono stati assegnati ben 7. A partire dal 1987 fino 2009. Alcuni passati alla storia, come l’ultimo vero duello tra Lakers e Celtics degli anni ‘80 o l’anello dei Bulls del 1998 con il canestro nel finale di Jordan in casa di Utah.

Ma andiamo per ordine. La partenza è subito coi botti. Nel 1987, i Lakers portano a casa il quarto dei 5 titoli anni ‘80, uno dei più avvincenti. Concluso con la finale più attesa, contro i rivali di Boston. Il 14 giugno si gioca a Los Angeles e i padroni di casa piazzano il successo del 4-2 definitivo: un 106-93, frutto soprattutto di un terzo quarto da +18. Kareem mette 32 punti, Magic 19 assist e porta a casa i due titoli di mvp.

Finita l’era dei Lakers, parte il breve interregno di Detroit. I Pistons vincono nel 1989 e bissano nel 1990, proprio il 14 giugno, giorno in cui chiudono i conti con i Trail Blazers. Vittoria 92-90 a Portland e 4-1 servito. Con 29 di Isiah Thomas e 17 rimbalzi di Laimbeer.

Due anni dopo, nel 1992, il giorno è di nuovo indigesto ai Trail Blazers. Questa volta a rovinare la festa di Drexler e soci sono i nuovi dominatori dell’NBA: Jordan e i suoi Bulls. Il primo three-peat è a metà del percorso quando a Chicago la serie viene chiusa 4-2. Finisce 99-93 (Jordan 33, Pippen 26) per il secondo anello della collezione.

Nel 1995 la festa si trasferisce a Houston. I Rockets chiudono la formalità contro gli Orlando Magic piazzando il 4-0. E’ una liberazione soprattutto per Clyde Drexler (arrivato in Texas a metà stagione), per cui questa volta il 14 giugno porta solo bei ricordi. L’ultimo successo è un 113-101 con 35 punti e 15 rimbalzi per Olajuwon.

Il 14 giugno del 1998 ha invece una pagina doppia nell’album dei ricordi. E’ il giorno dell’ultimo titolo dei Bulls e di Jordan. L’ultima pennellata sul capolavoro, arrivata a Salt Lake City. Un minuto di autentica magia per Air Mike che ribalta il -3 contro Utah: entrata appoggiando al tabellone, palla rubata a Karl Malone in difesa e canestro vincente con tiro in sospensione dalla lunetta. Termina 87-86 con 45 punti di Sua Maestà che chiude come meglio non potrebbe la sua favola coi Bulls.

Gli ultimi 2 ricordi sono già nel nuovo millennio, nel primo decennio. Esattamente 10 anni fa, nel 2007, è San Antonio a conquistare l’anello, il quarto della sua storia. Per fermare le velleità del nuovo fenomeno LeBron James bastano 4 partite. I Cavs non vincono neppure una gara e vedono festeggiare i loro rivali a Cleveland, dove arriva l’83-82 finale, con 27 di Ginobili, 24 di Parker e 12 (con 15 rimbalzi) di Duncan.

L’ultimo 14 giugno da ricordare è del 2009. C’è un’altra firma illustre, quella di Bryant. I suoi Lakers tornano a vincere a distanza di 7 anni dall’ultima volta. A farne le spese ancora gli Orlando Magic, battuti in 5 partite, l’ultima in Florida. Risultato finale: 99-86 con 30 punti di Kobe e 15 rimbalzi di Pau Gasol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche