Get Adobe Flash player

Tyronn Lue: «Prima pensiamo ai Celtics, sono più difficili da difendere degli Warriors»

tyronn lueI Cleveland Cavaliers sono a una sola vittoria dalle Finals, dove ad aspettarli ci sono i Golden State Warriors imbattuti ai playoff. Prima di pensare alla “bella” tra le due squadre però c’è ancora da chiudere la serie con i Boston Celtics e l’allenatore dei Cavs Tyronn Lue non vuole prendere sotto gamba questo ultimo impegno.

«Ancora non penso alla finale», ha detto ieri ai giornalisti, «siamo totalmente concentrati su Boston. Il sistema di gioco con cui stanno attaccando è difficile da difendere, molto più di quello di Golden State per me. È un modo di giocare totalmente differente, che coinvolge tutti i giocatori e al massimo della velocità».

«Vanno spesso in post e continuano a correre e muoversi in attacco. Ogni volta dico “ca**o, corrono in continuazione”. Brad gli ha inculcato questo sistema pieno di tagli e movimenti e li fanno tutti con estrema consapevolezza, tutti partecipano attivamente. È dura, fidatevi».

 

«Dopo l’infortunio di Thomas sono diventati assolutamente imprevedibili. Per fortuna siamo riusciti a fare qualche aggiustamento nel secondo tempo di Gara 4».

Parole che sembrano più un attestato di stima per l’allenatore dei Celtics Brad Stevens, che un vero e proprio paragone tra Celtics e Warriors.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche