Get Adobe Flash player

Il riposo ha fatto bene ai Cavs, Raptors annientati in Gara 1

lebron james beerForse l’immagine della partita è quella di LeBron James, che dopo aver subito fallo sbaglia un layup facile e va a bordo campo per far finta di sorseggiare una birra, presa dalle mani di una tifosa. I Cleveland Cavaliers si portano sull’1 a 0 nella semifinale di Conference contro i Toronto Raptors, vincendo 116 a 105, con 35 punti e 10 rimbalzi del King.

«Se fosse stato un bicchiere di vino rosso avrei dato un sorso, non sono un tipo da birra», ha detto LeBron subito dopo la fine della partita e riguardo al dominio dei Cavs nel primo round della serie: «Era un test importante. Ci si può preparare bene, ma si deve scendere in campo per vedere a che punto si è dopo 8 giorni di riposo».

Anche Kyrie Irving sembra totalmente a suo agio tra le maglie dei Raptors e mette a referto 10 assist (record personale nei playoff) dopo i 12 totali realizzati in tutta la serie vinta coi Pacers. Uno in particolare ha fatto impazzire l’arena di Cleveland, in contropiede facendo rimbalzare la palla sul tabellone per una schiacciata da highlights messa dentro proprio da James.

«Quello che fa è incredibile», ha detto Irving, «puoi alzare la palla in alto quanto vuoi, ma lui è in grado di saltare e metterla dentro».

I Raptors sono quasi impotenti di fronte a questi Cavs e la frustrazione viene fuori anche in Gara 1, con Norman Powell che prima sembra colpire volontariamente Kevin Love e poi si mette a litigare con Dahntay Jones (espulso per doppio tecnico) in pieno garbage time.

Kyle Lowry, il migliore di Toronto con 20 punti e 11 assist, analizza così la sconfitta: «È esattamente come la serie coi Bucks, loro sono partiti molto meglio di noi. Abbiamo la possibilità di rispondere sul campo; come abbiamo ribaltato la serie precedente, così possiamo farlo in questa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche