Get Adobe Flash player

I Raptors pronti a una ricostruzione, il GM: «Serve un cambio di mentalità»

Masai UjiriTempo di esami di coscienza per Toronto dopo la tremenda batosta rimediata contro i Cavs e che gli è costata critiche anche da Draymond Green degli Warriors. E dire che almeno il primo turno contro Milwaukee, ed il campionato in generale, aveva dato delle soddisfazioni tanto da poter far sperare, a detta loro, di riuscire a sconfiggere almeno una volta i campioni in carica.

La storia è andata invece in modo diverso come sappiamo, regalando una cocente delusione non solo ai tanti tifosi ma anche allo stesso staff costretto a chiedere una ripartenza da zero totale, o quasi. In una dura requisitoria il GM Masai Ujiri non si è nascosto dietro ad un dito chiedendo di azzerare tutto:

«Dopo una perfomance come questa dobbiamo resettare la nostra cultura di gioco, tutto qui. Abbiamo provato in un modo che non ha funzionato parecchie volte. Dobbiamo andare in direzioni diverse per fare altro, anche se ancora non so come».

Ed il problema non è solo quello inerente agli stessi giocatori, visto che i canadesi, volenti o nolenti, devono iniziare a fare i conti con un bel ricambio improrogabile a partire dalle free agency di Kyle Lowry e di Serge Ibaka, Pj Tucker e Patrick Patterson. È chiaro che sotto il punto di vista economico riuscire a trattenere tutti risulterà molto difficile se non addirittura impossibile, tanto che Ujiri ha riconosciuto di voler dare priorità Lowry, anche se ovviamente l’ultima parola sarà la sua:

«Sappiamo cosa possiamo fare con lui quando è in forma, basta vedere come sono andati gli ultimi mesi senza. Non riuscivamo ad incidere».

Comunque vada, quindi, di cambiamenti ce ne saranno solo che non è detto siano in grado da subito di trovare la giusta formula per essere maggiormente competitivi. Ma questo del resto come ha riconosciuto lo stesso Ujiri fa parte del gioco e di un business «tutto fondato sul rischio», l’importante è «provarci ed non essere spaventati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche