Get Adobe Flash player

I Celtics recuperano 21 punti e riaprono la serie, Horford: «Questa squadra ha un cuore immenso»

bradley cavs celticsTutti li davano per spacciati, sotto 2 a 0 nella serie e senza Isaiah Thomas, fuori per il resto dei playoff per l’infortunio all’anca, e invece i Boston Celtics vincono Gara 3 a Cleveland 111 a 108 dopo aver recuperato uno svantaggio di 21 punti a metà del terzo quarto, grazie alla bomba di Avery Bradley allo scadere.

«Fantastico, molta gente dubitava di noi e ci dava per finiti», ha detto Al Horford, alla prima vittoria contro LeBron James ai playoff, «è il cuore, questa squadra ha un cuore grande. Abbiamo preso una brutta batosta, ma abbiamo dimostrato di saper reagire e stanotte ci siamo riscattati».

«Non si tratta di chi c’è in campo o in panchina», ha detto l’allenatore dei Celtics Brad Stevens, «abbiamo dei ragazzi con qualcosa di speciale dentro. Molti di quelli scesi in campo stasera avevano la prima possibilità di giocare un ruolo decisivo e lo hanno fatto azione dopo azione. Sapevamo di dover riscattare un’umiliazione, la sconfitta di 46 punti, ma lo abbiamo fatto tutti insieme, da squadra».

Il canestro della vittoria è arrivato dalle mani di Bradley, ma non è il solo protagonista della rimonta dei verdi. Marcus Smart ha messo a segno ben 7 triple e difeso su LeBron James, che non ha messo a referto neanche un singolo punto nel quarto quarto.

Partita perfetta anche quella di Jonas Jerebko, che in 13 minuti mette 2 triple su 2 e chiude con 4 su 4 dal campo. «Abbiamo avuto delle difficoltà, ma abbiamo sempre continuato a credere in noi stessi, anche quando tutti intorno a noi dicevano che non ce l’avremmo fatta», ha detto a fine partita.

Ora i Celtics si sono guadagnati almeno Gara 5 in casa, ma prima c’è da giocare Gara 4 per provare miracolosamente a impattare la serie e riaprirla clamorosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche