Get Adobe Flash player

Gli Wizards vincono la battaglia in Gara 3 contro i Celtics, Warriors sul 2-0 con Utah

celtics wizards fight2La tensione tra Wizards e Celtics, che già nel corso dell’anno aveva acceso le sfide tra le due squadre, è definitivamente esplosa in Gara 3 della serie. Washington domina nel punteggio fin dal primo quarto, nel quale va sopra di 20, poi la partita assomiglia più a una resa dei conti. Il punteggio finale è 116 a 89 e la serie ora è 2-1 in favore dei Celtics.

Doppio tecnico per Kelly Oubre Jr. e Kelly Olynyk, dopo un fallo in attacco di quest’ultimo e baraonda in campo già a fine primo tempo. Oubre, che è stato il primo a lasciarsi andare a una reazione fuori luogo è stato espulso e rischia la squalifica per Gara 4. Poi una serie di falli al limite, tecnico a entrambi gli allenatori e la doppia espulsione nel finale di Terry Rozier e Brandon Jennings.

«Era un semplice blocco, non mi sarei mai aspettato una reazione del genere», ha detto Olynyk, che in passato è stato protagonista di giocate “sporche”, specialmente ai playoff.

«Non giustifico il comportamento di Oubre», ha detto coach Brooks, «ma quando vieni colpito alla testa è normale che reagisci e questo è esattamente quello che ha fatto lui».

Difficile parlare di prestazioni personali in una partita come questa: praticamente ad ogni contatto fisico c’è stata una reazione o uno scambio di insulti e minacce. Markieff Morris ha tormentato per tutta la partita Isaiah Thomas, che tra l’altro ha giocato solo 29 minuti per problemi al dente perso in Gara 1.

Uscendo dal campo Gerald Green, uno tra i più “duri” tra i giocatori di Boston, ha urlato: «Vi rompiamo il c**o in Gara 4». Il compito più difficile ora è quello degli arbitri: tenere a bada due squadre così nervose non è per niente facile.

Molto meno nervosismo in Gara 2 tra Warriors e Jazz, stravinta dai primi 115 a 104. Il protagonista è nuovamente Draymond Green, che con 5 su 8 da tre (21 punti totali), si conferma il miglior tiratore dalla distanza di questi playoff per percentuale. Kevin Durant mette 25 punti, con 13 liberi, 11 rimbalzi e 7 assist e Stephen Curry 23 punti e 7 assist.

Inutili i 33 punti di Gordon Hayward e i 16 con 16 rimbalzi di Rudy Gobert, espulso per falli nel finale. L’assenza di George Hill per i Jazz è troppo decisiva e coach Snyder lo sottolinea: «La sua abilità nel segnare è qualcosa che a noi è mancata troppo. La sua assenza incide sul gioco di tutta la squadra».

Serie già in mano degli Warriors, a cui basta vincerne una a Utah per chiudere definitivamente i conti in casa in Gara 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche