Get Adobe Flash player

Gli Warriors ironizzano sulla semifinale coi Jazz: «A Utah c’è poco da fare la sera, preferivamo Los Angeles»

warriors curry iguodalaHanno dovuto aspettare Gara 7 di domenica per conoscere il nome dell’avversaria in semifinale di Conference, ma stando alle dichiarazione dei protagonisti la qualificazione degli Utah Jazz ha lasciato insoddisfatti i Golden State Warriors, che avrebbero preferito i Clippers non per motivi tecnici, ma per la vita notturna, decisamente più “viva” a Los Angeles rispetto a Salt Lake City.

Uno dei primi a commentare la vittoria di Utah è stato Matt Barnes: «Non c’è paragone tra le due città. A Salt Lake City non c’è niente da fare la sere, va a finire che pensi solo a vincere. Personalmente avrei preferito affrontare e battere i Clippers, sono una mia ex squadra».

Anche Andre Iguodala la pensa così: «Il problema di Utah è che puoi pensare solo al campo, invece a L.A. c’è un’energia diversa. Le vibrazioni sono diverse, mentre a Utah la sera puoi solo dormire. Questo personalmente mi annoia».

Draymond Green, che ha dichiarato di seguire una dieta a base di carne rossa per fronteggiare l’altitudine, è andato controcorrente: «Siamo nei playoff NBA, nessuno dovrebbe preoccuparsi della vita notturna».

Coach Mike Brown è d’accordo con Green: «Non sono d’accordo su queste frasi. Credo che se vuoi trovare le motivazioni per giocare, non importa dove sei, devi essere concentrato».

Curry prova a fare chiarezza per evitare di far diventare qualche frase detta per scherzo una polemica: «Ovviamente molti dei nostri giocatori sono più a loro agio a Los Angeles, ma alla fine dobbiamo pensare al campo e a niente che gira intorno. Vedrete che saremo pronti».

A rispondere dal lato Jazz è Joe Ingles: «Possono comunque andare a L.A. tra una partita e l’altra. Hanno abbastanza soldi per pagarsi un aereo privato e tornare indietro. Se vogliono divertirsi possono guidare fino a Las Vegas. Posso noleggiare loro una macchina se serve».

Spesso nello sport atteggiamenti di questo tipo hanno un effetto boomerang, ma la differenza tra i due roster sembra così ampia da concedere agli Warriors anche qualche sbruffoneria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche