Get Adobe Flash player

Draymond Green commenta i playoff dei Cavs: «Avversari troppo molli e partite noiose»

draymond greenIl derby infinito tra Cavs e Warriors si tinge di un’ulteriore polemica. Draymond Green si è infatti lamentato, in una conversazione in libertà durante la rifinitura di ieri, del fatto che gli ultimi avversari dei Cavs, Pacers e Raptors, non si siano impegnati come si deve durante le serie permettendo così a Cleveland di raggiungere il punteggio pieno:

«Penso che tutte le franchigie dovrebbero dare un pochino di più. Ho appena guardato San Antonio – Houston perché mi piace vedere un buon basket e purtroppo quando vedi i Cavaliers c’è spettacolo solo da un lato. Il loro. Mi piace vedere belle gare anche se non sono punto a punto. Sono partite noiose, quando guardi loro vedi tanto impegno e tanta classe da un lato solo, gli altri sembrano stiano facendo altro. E non so bene cosa sia».

Un discorso legittimo, per carità, solo che lo stesso Green dovrebbe rendersi conto non solo della disparità tra le franchigie ma anche dell’impossibilità di poter fare discorsi del genere visto che anche gli Warriors, come i loro diretti avversari di sempre, hanno letteralmente polverizzato gli Blazers e i Jazz. E con medie di punti un attimino più alte visto che hanno messo insieme più di 13 punti contro gli 8,3 dei campioni in carica. Anche se per Green questo non conta visto che, riconoscendo una sorta di onore delle armi proprio ai Jazz, ha voluto sottolineare la differenza con LeBron e compagni:

«Non penso sia paragonabile la nostra situazione con la loro. A prescindere dal fatto che gli Utah potessero vincere o meno penso che la nostra sia una squadra migliore. Ma allo stesso tempo non si può dire che loro non giochino un bel basket».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche