Get Adobe Flash player

Dominio Cavaliers e Raptors a un passo dallo sweep, si risveglia Aldridge e gli Spurs espugnano Houston

lebron james playoff 2017I Cleveland Cavaliers non fanno sconti e prendono il controllo della serie con i Raptors portandosi sul 3 a 0 dopo la vittoria a Toronto per 115 a 94. Altra partita da MVP per LeBron James, autore di 35 punti totali, ma soprattutto di 13 consecutivi in apertura di quarto quarto, iniziato con le squadre divise solo da 2 punti ma stravinto dai Cavs 36 a 17.

DeMar DeRozan prova a fare quello che può per tenere a galla i Raptors, i quali senza Kyle Lowry sono troppo limitati per sperare di impensierire i campioni in carica. 2 su 18 da tre e 25 rimbalzi raccolti contro i 49 dei Cavs sono numeri che rendono perfettamente l’idea del divario tra le due squadre. I 37 punti di DeRozan sono il suo record ai playoff.

«Non dobbiamo pensare allo sweep (serie chiusa 4 a 0) o al riposo che ne potrebbe conseguire», ha detto LeBron, che con questa ha raggiunto le 28 serie playoff consecutive con almeno una vittoria in trasferta, «dobbiamo restare concentrati su quello che va fatto in difesa e in attacco nella partita di domenica».

Gara 4 che i Raptors devono vincere per salvare la faccia e coach Dwane Casey la vede esattamente così: «Domenica sarà una questione di onore, non possiamo chiudere sul 4 a 0, specialmente davanti al nostro pubblico».

Nonostante il brutto infortunio che ha escluso Tony Parker per il resto dei playoff i San Antonio Spurs tirano fuori il carattere e si riprendono il vantaggio del fattore campo andando a vincere Gara 3 in casa dei Rockets 103 a 92. Kawhi Leonard è come al solito praticamente perfetto con 26 punti, 10 rimbalzi e 7 assist.

Fa notizia però il risveglio di uno che fino a questo momento si era un po’ nascosto ai playoff. LaMarcus Aldridge, dopo i 12 punti in Gara 1 e 2, ne mette 26 (12 su 20 al tiro) con 7 rimbalzi e 4 stoppate stanotte. «Faccio quello che serve alla squadra. Stanotte serviva giocare in questo modo. Provo sempre ad essere aggressivo, non avevo una motivazione particolare».

Complimenti per Aldridge anche da coach Popovich: «La sua miglior partita ovviamente. Si sentiva bene e quando è in forma è un giocatore completo. Oggi correva per il campo, ma ha dato soprattutto una grande mano in difesa. È stato fondamentale stanotte».

Nonostante i 43 punti James Harden vede sgretolarsi le certezze che i Rockets avevano in attacco, soprattutto dopo la vittoria schiacciante in Gara 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche