Get Adobe Flash player

Cavs trascinati da Irving a una vittoria dalle Finals, LeBron: «È nato per momenti come questi»

irving playoffI fantasmi di Gara 3, persa a sorpresa dai Cleveland Cavaliers, spaventano ancora i campioni in carica, che si trovano a rincorrere anche in Gara 4 contro i Boston Celtics. Poi nel secondo tempo Kyrie Irving «si prende la squadra sulle spalle», parola di coach Tyronn Lue, e la conduce alla vittoria, per 112 a 99, portando così la serie sul 3 a 1, a una sola W dalla terza finale NBA in 3 anni.

42 punti al termine della partita per Irving, che ha tenuto tutti col fiato sospeso quando è andato a terra per una storta alla caviglia, ma questo non gli ha impedito di segnare ben 33 punti in soli 19 minuti.

LeBron James, autore di 34 punti, è costretto fuori per falli e nel primo tempo ha commesso qualche errore non da lui. «Questo ragazzo è speciale, continua a salire di livello di partita in partita e questo non mi sorprende», ha detto del suo play, «è stato un piacere sedersi e gustarsi la sua partita, è nato per momenti come questi».

«All’intervallo sapevamo di aver giocato malissimo, dovevamo farci questa domanda: quanto siamo motivati a conquistare le finali? Continuavo a ripetermi che non potevo permettere che i Celtics pareggiassero la serie. Non potevamo andare a Boston sul 2 a 2», le parole di Irving.

Nella notte di giovedì i Cavaliers faranno di tutto per archiviare la pratica Celtics e presentarsi contro gli Warriors per confermare il successo alle Finals dello scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche