Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 8 maggio 1970, il primo trionfo dei New York Knicks

nbaitalianews knicks 70L’8 maggio 1970 è una data storica per lo sport targato New York. Per la prima volta, i Knicks fanno loro l’NBA al termine di una grande annata, culminata nelle Finals vinte contro i Lakers. Per avere la meglio dei californiani ci vogliono 7 partite, l’ultima al Madison, dominata e vinta 113-99.

Il nuovo decennio si apre quindi come meglio non potrebbe nella Grande Mela. L’impresa dei Knicks è più che mai figlia della programmazione negli anni e ora è il momento di raccogliere i frutti. La squadra comanda fin dalla regular season, chiusa con 60 vittorie. Un po’ di paura nel primo turno di playoff, con i Baltimore Bullets che costringono a una serie da 7 partite. Poi via in scioltezza nella finale a Est, con un netto 4-1 ai Bucks del nuovo fenomeno Kareem Abdul-Jabbar.

E nelle Finals ci sono i Lakers, all’ennesimo tentativo di sfatare il tabù di un titolo mai vinto dal trasloco a Los Angeles. I californiani sono cresciuti strada facendo e il 4-0 rifilato agli Hawks, primi nella fase regolare, è un bel biglietto da visita.

New York contro Los Angeles è una sfida attesissima, la città simbolo della costa Est contro quella della costa Ovest. Una sfida che si rivela anche equilibrata. Merito dei Lakers che riescono subito dare una sferzata vincendo Gara 2 in trasferta. I Knicks restituiscono il colpo in Gara 4 e poi torna a prevalere il fattore campo. Si arriva così a Gara 7, l’8 maggio.

Una gara che tutti si aspettano giocata punto a punto. Invece dura meno di un tempo: all’intervallo i padroni di casa sono sul +25 sul 69-46 e al Madison si respira già aria di festa, come a Times Square per il Capodanno. E festa sarà al suono della sirena che sancisce un +14, solo perché gli ospiti hanno uno scatto d’orgoglio nel finale.

Per i Knicks è tempo del trionfo. L’uomo simbolo è Willis Reed, che si attacca a Chamberlain nonostante un infortunio che lo limita. Per la sua abnegazione, viene nominato mvp delle Finals, poche settimane dopo quello dell’intera stagione: nessuno prima di lui aveva centrato l’accoppiata. Ai punti ci pensano Walt Frazier (36), Dick Barnett (21) e Dave DeBusschere (18 oltre a 17 rimbalzi). Per i Lakers, Chamberlain si ferma a 21 con 24 rimbalzi, Jerry West fa 28 e Elgin Baylor 19. Per quest’ultimo, sfuma l’ennesima occasione di vincere un titolo da protagonista. Quando Los Angeles ci riuscirà, due anni dopo prendendosi la rivincita contro i Knicks, lui avrà già chiuso la carriera a causa di un infortunio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche