Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 19 maggio 2005, gli Spurs espugnano Seattle e corrono verso il terzo anello

nbaitalianews spurs seattle 2005Nel 2005 la capitale del pianeta NBA torna a essere San Antonio. Gli Spurs dimostrano di saper vincere anche senza David Robinson e portano a casa il terzo anello della loro storia, il tutto in appena 6 anni. Un trionfo che passa anche dal 19 maggio, giorno in cui viene conquistato il posto nella finale della Western. SuperSonics battuti in 6 partite, l’ultima a Seattle: 98-96.

Dopo cinque trionfi (3 dei Lakers e 2 proprio degli Spurs) intervallati dalla vittoria di Detroit, le premesse per riportare il titolo a Ovest ci sono tutte. Il livello è alto, grazie a squadre quali i Suns – primi in regular season con 62 vittorie -, i SuperSonics e naturalmente San Antonio.

Duncan e compagni devono accontentarsi del secondo posto. Ma gli Spurs 2005 sono dei veri animali da playoff. Capaci di arrivare alle Finals con un bilancio di 12-4: 4-1 ai Nuggets, 4-2 ai SuperSonics e 4-1 ai Suns. Prima di dover ricorrere a Gara 7 per strappare il titolo a Detroit.

Il 19 maggio si chiude il capitolo SuperSonics. La serie non ha ancora visto colpi in trasferta quando si arriva a Gara 6. Ma gli Spurs capiscono che è il momento buono per invertire la rotta ed evitare di tornare in Texas. E così fanno, espugnando Seattle di 2 lunghezze al termine di un match giocato punto a punto. I protagonisti sono sempre gli stessi: 26 per Duncan, 14 per Parker, 13 per Ginobili e 14 anche per un Robert Horry lanciato verso il terzo titolo con 3 maglie diverse. Ai padroni di casa non bastano i 24 di Ray Allen e i 22 di Antonio Daniels.

Per Seattle è la fine dei sogni. In tutti i sensi. Lo stato di Washington non ospiterà più gare di playoff. Fino al trasferimento della franchigia a Oklahoma City nel 2008, i SuperSonics non riusciranno più a mantenere gli standard del recente passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche