Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 10 maggio 1973, i Knicks rovinano la festa a Chamberlain e si riprendono l’anello

nbaitalianews knicks 1973Il 10 maggio 1973 in NBA finisce un’altra epoca storica: quella di Wilt Chamberlain. Il gigante di Philadelphia gioca la sua ultima partita, dopo aver frantumato quasi tutti i primati individuali. Ma non riuscendo a raccogliere i successi di squadra che il suo strapotere sotto canestro avrebbe meritato. L’ultima apparizione è il perfetto riassunto della sua carriera: segna 23 punti e prende 21 rimbalzi, ma i suoi Lakers perdono Gara 5 delle Finals contro i Knicks, che si riprendono così l’anello. Si gioca a Los Angeles e New York vince 102-93.

I primi anni ‘70 sono un continuo duello tra le due città simbolo degli Stati Uniti. Nel 1970 hanno vinto i Knicks, nel 1972 hanno prevalso i Lakers. Quella del 1973 è quindi la finale più attesa, l’occasione per regolare i conti. Le due rivali arrivano all’ultimo atto in rimonta, entrambe costrette a partire in seconda fila nella griglia dei playoff.

I Knicks hanno chiuso la regular season con 57 vittorie, ma hanno subito fatto valere la loro forza contro i Baltimore Bullets, spazzati via in 5 gare. Altra musica contro i Celtics dell’mvp Dave Cowens, primi a Est con 11 successi in più da vantare. Ma nel confronto diretto si riparte alla pari e New York vince in 7 partite, con la possibilità sprecata di chiudere anche prima i conti.

Los Angeles soffre meno. Nella fase regolare ha toccato quota 60 e al primo turno non ha avuto problemi coi Bulls (4-2). Il regalo più bello arriva dagli Warriors che hanno estromesso i favoriti Milwaukee Bucks di Kareem Abdul-Jabbar. La finale della Western diventa così una passeggiata contro San Francisco: 4-1 ed ennesime Finals conquistate.

I Lakers hanno il fattore campo a favore e lo sfruttano subito in Gara 1. Ma è l’unica gioia perché i Knicks salgono in cattedra e prendono il possesso della serie. Vanno avanti 3-1, come contro i Celtics. Ma questa volta vogliono evitare sorprese e mettere fine ai giochi in Gara 5, anche a migliaia di chilometri da casa.

L’equilibrio regge un tempo, poi gli ospiti piazzano un 32-18 nel terzo quarto che chiude di fatto partita, serie e stagione. New York vince di 9, si “vendica” del ko dell’anno precedente e bissa il titolo del 1970. Gli eroi sono praticamente gli stessi: Earl Monroe ne mette 23, Bill Bradley 20, Walt Frazier 18, gli stessi di Willis Reed che aggiunge anche 12 rimbalzi e viene nuovamente eletto mvp delle Finals. Questa volta l’anello lo prende anche Phil Jackson, che 3 anni prima era stato costretto al forfait a causa di un infortunio. I suoi punti sono 6, contro l’appena 1 di Pat Riley in questo duello tra futuri fenomeni della panchina. Oltre ai 23 di Chamberlain, per i Lakers ci sono i 28 di Gail Goodrich, i 19 di Jim McMillian e i 12 di Jerry West.

In quella sera del 10 maggio finisce quindi l’epopea di Chamberlain, proprio contro quella New York contro cui aveva fatto la storia segnando i 100 punti in una sola partita. Ma di fatto finisce anche quella dei Knicks che non riusciranno mai più a mettere le mani sul titolo. Al contrario dei Lakers, per i quali il bello dovrà ancora arrivare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche