Get Adobe Flash player

I Clippers sono ancora vivi, Rivers: «Questa serie merita una Gara 7»

rivers crawford clippersSembravano spacciati dopo la sconfitta in casa e vista l’assenza di Blake Griffin e invece i Los Angeles Clippers sbancano l’arena di Salt Lake City 98 a 93 e si guadagnano la possibilità di passare il turno, in casa, in una tesa Gara 7 (l’unica di questo primo turno di playoff), nella notte di domani.

Chris Paul è il condottiero di questi Clippers e chiude la vittoria di stanotte con 29 punti e 8 assist, ma la partita si decide tutta nell’ultimo minuto, con l’errore proprio di Paul, di DeAndre Jordan e sul successivo possesso di Joe Johnson, che poteva mettere l’ennesimo tiro “risolutivo” di questa serie, con Utah sul -3.

La bella della serie Jazz vs Clippers sarà domani notte quindi, per accedere al turno successivo contro i Golden State Warriors, riposati e carichi dopo il 4-0 del primo turno.

«Questa serie doveva assolutamente finire a Gara 7», ha detto coach Doc Rivers, che ha potuto schierare il figlio Austin (3 su 7 da tre stanotte) per la seconda volta e la prima da titolare in questi playoff, «se pensi come siano andate le squadre in stagione regolare e poi in questa serie tutto doveva decidersi in una singola partita, dentro o fuori. Ora abbiamo questa partita, la giochiamo in casa e la dobbiamo giocare bene».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche