Get Adobe Flash player

I Celtics espugnano Chicago e riaprono la serie: «Il messaggio di Garnett ci ha caricato»

Al-HorfordL’assenza di Rondo, la forza del gruppo dei Celtics, le 17 triple, il videomessaggio di Kevin Garnett e soprattutto le tante palle perse dei Bulls e la scarsa percentuale al tiro. Questi i fattori che hanno permesso ai ragazzi di coach Brad Stevens di vincere 104 a 87 a Chicago e portarsi sull’1 a 2 nella serie, con la possibilità di impattare domenica in Gara 4.

«Personalmente per me è significato molto», ha detto Jae Crowder, «sono state solo poche parole di Garnett, ma ci ha motivato in un modo pazzesco. Sembravamo una squadra triste e senza carica, avevamo bisogno di una spinta».

 

Rondo è fuori per il resto della stagione per la frattura del pollice e in campo la differenza si nota parecchio. Dwyane Wade segna 18 punti, ma Jimmy Butler si prende una serata di pausa, concludendo con soli 14 punti e 7 su 21 al tiro.

Al Horford è il miglior marcatore dei Celtics con 18 punti e 8 rimbalzi e Isaiah Thomas mette a referto 16 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche