Get Adobe Flash player

I Bulls si portano sul 2 a 0 e mandano in crisi i Celtics

celtics bulls playoffEra dalla stagione 1993 che una squadra qualificata ottava non si portava sul 2 a 0 contro la prima. I Chicago Bulls riescono nell’impresa riuscita prima di loro solo ai Lakers e vincono Gara 2 sul campo dei Celtics 111 a 97, trascinati ancora una volta da Jimmy Butler. «Questa vittoria non mi sorprende», ha detto il leader dei Bulls, autore di 22 punti con 8 rimbalzi e 8 assist «siamo tutti concentrati e motivati. Tutti stanno lavorando sul propio gioco, guardando i filmati e questo ci dà enorme fiducia».

Rajon Rondo, fischiato dai suoi ex tifosi, sfiora la tripla doppia, chiudendo con 11 punti, 14 rimbalzi e 9 assist, Dwyane Wade mette a referto 22 punti, ma ben 6 Bulls hanno raggiunto la doppia cifra.

Crisi per i Celtics, ancora più evidente dopo il gesto di Marcus Smart, che dopo aver fallito un tiro è tornato in difesa mostrando il dito medio ai tifosi di casa, che a fine partita hanno sonoramente fischiato la squadra.

Fa un’analisi della sconfitta Avery Bradley: «Nel secondo tempo abbiamo smesso di far girare la palla. Anche quando rubavamo palla o prendevamo un bel rimbalzo pensavamo di recuperare con una tripla veloce. Dobbiamo avere la testa per capire quando si deve prendere un tiro veloce e quando bisogna ragionare».

6 su 15 dal campo per 20 punti per Isaiah Thomas. Poteva essere il suo momento, ma certo non è facile giocare sopportando una tragedia come quella che sta vivendo.

Gara 3 è in programma nella notte tra venerdì e sabato, in diretta su SkySport all’1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche