Get Adobe Flash player

Gara 5 Bulls vs Celtics: Smart risponde alle accuse di Butler e Rajon Rondo fa di tutto per esserci

smart butlerI Bulls ottavi a Est hanno sorpreso tutti vincendo le prime due partite della serie contro i Celtics primi. La squadra di Boston però ha impattato sul 2 a 2 vincendo le successive 2 e ci si aspetta una vera e propria battaglia in Gara 5 stanotte (diretta alle 2:00 su SkySport).

In campo entrambe le squadre non si sono risparmiate, ma ad accendere ancor di più la sfida sono le dichiarazioni dei protagonisti che continuano a provocarsi e mandarsi frecciatine nelle interviste. Marcus Smart è stato definito da Jimmy Butler un attore, che probabilmente non è così “duro” nella vita reale, a seguito della vittoria dei Celtics in Gara 4, ma Smart ha voluto snobbare le parole del suo avversario a seguito dell’ultimo allenamento:

«Mi ha fatto ridere. È la serie Celtics contro Bulls, non Smart contro Jimmy. Non ho intenzione di stare qui e replicare su cosa sono io. Non sono fatto così. Voglio parlare con quello che faccio in campo e ora sono concentrato sui miei compagni e sulla serie».

«Penso che per parlare di come sono io nella vita bisogna conoscermi, o sbaglio? Ma come ho detto prima, lasciamo che sia Celtics contro Bulls e non Marcus contro Jimmy».

Anche Isaiah Thomas, accusato da coach Hoiberg di commettere spesso passi o palla accompagnata, ha replicato ai media: «Conosco solo un modo per portare palla e lo faccio nello stesso identico modo da sempre. Forse l’ha detto per fare pretattica o qualcosa del genere, ma mi ha sorpreso molto. Comunque io continuerò a giocare come ho fatto sempre, come fa Wade, LeBron, Rondo o qualsiasi altro».

Proprio il play dei Bulls, ex Celtics, Rajon Rondo è dato tra i probabili assenti per la sfida di stanotte per una frattura al pollice della mano destra. Sembra però quasi certo un suo recupero per Gara 6 e un’eventuale Gara 7. Anzi, una fonte vicina al giocatore ha fatto intendere che proverà a scendere in campo già in Gara 5: «Vuole giocare a tutti i costi. Al momento sente ancora dolore, ma conoscendolo può cambiare idea fino all’ultimo momento e decidere di giocare».

Una battaglia da non perdere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche