Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 5 aprile 1962, i Celtics conquistano di nuovo le Finals

nbaitalianews celtics 62Neppure il miglior Wilt Chamberlain di sempre ferma la corsa dei Boston Celtics. Nel 1962, l’anno dei famosi 100 punti in una partita e dei 4000 in regular season, i Philadelphia Warriors arrivano a un passo dall’impresa ma non basta. La Eastern Division è questione di dettagli e i pluricampioni hanno risorse infinite. La serie si prolunga fino a Gara 7, in programma al Garden il 5 aprile e vinta di misura dai padroni di casa: 109-107.

E’ una stagione dove il fattore campo ha un valore impressionante. Gli Warriors lo hanno sfruttato al massimo nel primo turno, battendo tre volte in casa i Syracuse Nationals. E fanno altrettanto contro i Celtics. L’ultimo regalo concesso ai tifosi di Philadelphia, ormai rassegnati a vedere i loro idoli in viaggio verso la nuova casa di San Francisco.

Ma Gara 6 di 2 giorni prima è di fatto l’ultima. Nonostante una prova gagliarda a Boston, arriva la fermata definitiva in campionato. Gli Warriors mettono in campo ogni risorsa, andando a segno con soli 5 giocatori: Tom Meschery 32, Chamberlain 22, Paul Arizin 19, Guy Rodgers 18 e Tom Gola 16. I Celtics possono contare sull’apporto di tutti gli effettivi, tra cui spiccano i 28 punti di Sam Jones, i 25 di Tom Heinsohn, i 21 di Bob Cousy e i 19 dell’mvp Bill Russell.

Boston conquista così le Finals per la sesta stagione fila e si appresta a vincere il quarto anello consecutivo. E anche l’ultimo atto, contro i Lakers, sarà una battaglia risolta a Gara 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche