Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 30 aprile 1971, i Bucks sul tetto dell’NBA!

nbaitalianews bucks 1971Gli ultimi giorni dell’aprile 1971, a Milwaukee si vivono davvero… Happy Days! La celebre serie tv con Fonzie, ambientata proprio nella città del Wisconsin, farà la sua apparizione solo a metà decennio. Ma a far sognare la gente del posto ci pensano Kareem Abdul-Jabbar e Oscar Robertson che trascinano i Bucks al loro storico e unico titolo. Il 30 aprile è un giorno di festa per tutta la città. Arriva il sigillo, con il punto del 4-0 nelle Finals contro i Bullets. L’ultimo atto a Washington, con successo 118-106.

Per i Bucks è il meritato trionfo dopo una stagione in cui la loro supremazia è raramente messa in discussione. Dopo la regular season chiusa con 66 vittorie e 16 sconfitte, Milwaukee rifila un doppio 4-1 ai San Francisco Warriors e ai Los Angeles Lakers. E l’ultimo atto contro Washington, si rivela ancora più facile.

Kareem e compagni dominano fin dall’inizio. Gara 1 chiusa a +10, Gara 2 a +18. Anche lo spostamento della serie nella Capitale non cambia la sostanza. In Gara 3 i Bullets riescono a finire a -8 ma ormai l’anello è in viaggio verso Milwaukee. Gara 4 è decisa in pratica nel primo quarto, con i Bucks già avanti di 9. Un vantaggio che resterà invariato fino al +12 della sirena. Anche per il sigillo finale non poteva mancare la firma delle stelle: Robertson ne mette 30 e si conferma l’acquisto azzeccato per il definitivo salto di qualità, Jabbar ne mette altri 27 e suggella la sua annata da mvp e da miglior marcatore della regular season e dei playoff.

Una gioia incredibile per i Bucks e per tutta la città che, negli anni successivi, non vivrà più altri Happy Days così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche