Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 3 aprile 1988 e 2001, doppia battaglia tra Pistons e Bulls

nbaitalianews jordan pistons 1988Il 3 aprile è un giorno da battaglia in NBA. La storia propone una doppia sfida tra Chicago Bulls e Detroit Pistons, due squadre che se le sono spesso date di santa ragione. La prima datata 1988, la seconda 2001. Due match uniti da una data ma completamente opposti, per risultato, obiettivi e, soprattutto, protagonisti in campo.

I veri fuochi d’artificio scoppiano nel 1988 e non potrebbe essere altrimenti, visti i protagonisti. Isiah Thomas, Bill Laimbeer, Joe Dumars, Adrian Dantley e Dennis Rodman da una parte, l’mvp e miglior realizzatore Michael Jordan e il miglior rimbalzista Charles Oakley dall’altra. Le due rivali sono in piena corsa per i primi posti a Est, insieme ai Boston Celtics.

La sfida del 3 aprile si gioca in casa dei Pistons, che sono sono leggermente avanti in classifica. La gara è emozionante è finisce 112-110, decisa da 2 tiri liberi di Jordan a 4 secondi dalla fine. Air Mike ne mette ben 59, con percentuali mostruose: 21 su 27 al tiro e 17 su 19 ai liberi. Ma anche i compagni non sono da meno, con ben 3 che chiudono in doppia doppia: Sam Vincent con 18 punti e 13 assist, Dave Corzine con 12 punti e 12 rimbalzi, Oakley con 14 punti e 12 rimbalzi. I padroni di casa hanno i 24 di Thomas e 18 a testa per il trio Laimbeer, Dumars e Dantley.

Il ko casalingo non cambierà la sostanza ai Pistons che chiuderanno comunque secondi, dietro ai Celtics e davanti ai Bulls. Prima di estromettere entrambi nei playoff. Sì, Detroit eliminerà nell’ordine Washington, Chicago e Boston. Prima di cadere nelle Finals contro i Los Angeles Lakers.

Nel 2001, la storia si ripete solo in un dettaglio, anche se non da poco: sono i Lakers a festeggiare a fine stagione. Per il resto è un ribaltamento a 360 gradi. Celtics, Pistons e Bulls restano fuori dai playoff, con Chicago mestamente ultima con appene 15 vittorie all’attivo. La sfida del 3 aprile è quindi in tono dimesso. Questa volta si gioca in Illinois e Detroit non fatica a restituire il “torto” di 13 anni prima: 110-83. Il miglior marcatore dei Bulls è Jamal Crawford che non va oltre i 17 punti. I Pistons possono contare almeno sui 57 di Jerry Stackhouse che, a fine regular season, si prenderà la vetta della classifica dei migliori realizzatori. Ma il confronto non può che lasciare tanta nostalgia, se paragonato a quello del 1988.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche