Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 22 aprile 1986, i Celtics eliminano Jordan e volano verso il titolo

nbaitalianews jordan bird 1986Il 1986 è un anno importante in casa Celtics. Arriva il 16° titolo, l’ultimo di un decennio – gli anni ‘80 appunto -, ricchi di soddisfazioni. L’ultimo di una grande squadra, quella dei Larry Bird, dei Kevin McHale, dei Robert Parish, dei Dennis Johnson e dei Danny Ainge. Prima di arrivare a giocarsi l’anello nelle Finals contro gli Houston Rockets, Boston deve togliersi di dosso l’astro nascente Michael Jordan. I Bulls sono estromessi in 3 partite, l’ultima il 22 aprile a Chicago: 122-104.

Un +18 senza replica, così come lo era stato il +17 di Gara 1. Una prova di forza a cui i Celtics sono obbligati per evitare lo spavento provato in Gara 2. Sì, perché appena 2 giorni prima al Garden, Bird e soci hanno passato una serata da incubo, costretti ad ammirare Jordan regalare magie. Ben 63 i punti di Air Mike, sufficienti solo a portare la partita all’overtime e a regalare tanto rispetto ai suoi Bulls.

Ma per Gara 3, Boston non corre rischi e domina fin dalla palla a due. Si arriva a fine terzo quarto con quasi 30 punti di scarto. Il successo è una prova di grande collettivo, con i 31 p di McHale, i 20 di Ainge, i 19 di Bird, i 16 di Johnson e i 15 di Parish. Jordan si ferma a 19 con 10 rimbalzi, il miglior marcatore dei Bulls arriva dalla panchina ed è John Paxson che chiude con 23.

Un 3-0 che, soprattutto alla luce di Gara 2, è una punizione pesante per Chicago, una squadra ancora troppo lontana dalla lotta all’anello, come dimostra il bilancio totale di 30 vinte e 55 perse. Boston allunga ancora la striscia di 67-15 ottenuto in regular season. Alla fine saranno appena 18 i ko stagionali, perché Hawks (4-1 in semifinale), Bucks (4-0 nella finale a Est) e Rockets (4-2 nelle Finals) non riusciranno quasi mai a mettere in difficoltà lo squadrone verde.

Sarà quindi un titolo conquistato in grande stile, da ricordare a lungo. Anche per via del lunghissimo periodo senza successi che sta per attendere i Celtics, costretti ad attendere il 2008 per tornare a trionfare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche