Get Adobe Flash player

Warriors battuti in casa dai Celtics, Miami a un passo dai playoff, i Jazz si avvicinano ai Rockets, Towns domina i Clippers

isaiah thomas celticsContinua il momento negativo per i Golden State Warriors, che in casa contro i Boston Celtics perdono la loro terza partita nelle ultime 5 dopo l’infortunio di Kevin Durant. 99 a 86 il punteggio in favore di Isaiah Thomas e compagni, la peggior prestazione in stagione per i vicecampioni, mai sconfitti in casa in quest’annata contro una squadra della Eastern Conference, con gli Splash Brothers che totalizzano un misero 4 su 17 da tre.

25 punti per Thomas, che a fine partita ha detto: «Siamo dei guerrieri!», mentre ottimo il contributo in uscita dalla panchina di Kelly Olynyk, che mette a referto 17 punti, 5 rimbalzi e 5 assist.

Una vittoria che gela gli Warriors, nel bel mezzo della fase più intensa del loro calendario e coach Kerr ha detto che è arrivato il momento di far riposare le sue stelle.

La seconda parte della stagione dei Miami Heat è incredibile. Dopo aver vinto per due volte consecutive i Cavaliers battono in casa gli Charlotte Hornets e si portano a una sola vittoria di distanza dai Pistons e Bulls, per una qualificazione ai playoff che fino al periodo di Natale sembrava totalmente impossibile.

È il momento di Dion Waiters, nuovo eroe di Miami, che stanotte segna 24 punti aiutato da Goran Dragic con 22 e 10 assist.

Gli Houston Rockets perdono lo scontro diretto contro gli Utah Jazz e permettono loro di avvicinarsi in classifica, insidiando il terzo posto ad Ovest. 115 a 108 il punteggio per i Jazz, con Rudy Gobert e Gordon Hayward che segnano 23 punti a testa. Non bastano i 35 punti di James Harden e i Rockets interrompono la striscia di partite con almeno 10 triple a bersaglio, chiudendo con 8 su 32 dalla distanza.

Perdono anche i Clippers 107 a 91, sorpresi dai Minnesota Timberwolves di un ispiratissimo Karl-Anthony Towns. Per lui 29 punti e 14 rimbalzi, aiutato da Andrew Wiggins con 20 punti e Ricky Rubio con 15, 12 assist e 6 rimbalzi. T’wolves che sperano ancora nei playoff (sono 11esimi a 3 vittorie di distanza dai Nuggets), primo fra tutti Rubio: «Possiamo farcela, stiamo giocando il miglior basket da quando sono arrivato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche