Get Adobe Flash player

Volata playoff a Est: Whiteside condanna i Pistons sulla sirena, Pacers KO, bene i Bucks, Atlanta torna a vincere

hassan-whiteside-iso-020215.1200x672Si infiamma il finale di stagione regolare per le squadre della Eastern Conference. Mai come quest’anno tutte le posizioni sono incerte: i Celtics al momento sono primi, ma con sole 3 vittorie di vantaggio sui Raptors quarti, con nel mezzo Cavs e Wizards che non molleranno fino alla fine. Se nelle parti alte si lotta per il fattore campo, sono ancora 7 le squadre in gioco per gli altri 4 posti per i playoff.

Ottavi restano i Miami Heat, incalzati dai Bulls, dopo la vittoria nello scontro diretto contro i Detroit Pistons, ora decimi. 97 a 96 il punteggio finale, maturato solo a fil di sirena grazie al tap-in di Hassan Whiteside, che raccoglie una palla vagante sulla testa di Andre Drummond e la spinge dentro mandando in visibilio la panchina.

È la quinta sconfitta di fila per i Pistons, che vincendo stanotte potevano fare un passo decisivo avvicinandosi proprio agli Heat, ora serve un miracolo per tornare nelle prime otto.

Anche gli Indiana Pacers non riescono a ingranare la marcia giusta per la volata e perdono in casa contro i Minnesota Timberwolves 115 a 114. Decisivi i tre liberi nel finale di Ricky Rubio, dopo un fischio molto contestato dal pubblico di casa. Non va a bersaglio l’ultimo tentativo di Monta Ellis, che sbaglia la bomba sulla sirena. Perfino il coach dei T’wolves Tom Thibodeau non sembra tanto sicuro e si è rifiutato di commentare la chiamata degli arbitri.

Tony Snell trascina i Milwaukee Bucks nell’importante vittoria contro gli Charlotte Hornets col record stagionale di 26 punti. Ora i Bucks sono quinti ed escludono gli Hornets di Belinelli dalla corsa ai playoff: le vittorie da recuperare per l’ottava piazza sono 3, ma nel mezzo ci sono 2 squadre. Per l’italiano anche un colpo vicino all’occhio destro che lo ha costretto a uscire alla fine del quarto periodo.

Si interrompe finalmente la striscia di sconfitte degli Atlanta Hawks, i quali dopo 7 KO consecutivi tornano a vincere contro i Phoenix Suns, privi di tutte le stelle, compreso Devin Booker. Gli Hawks devono ringraziare il play Dennis Schroder, che in pratica da solo mette a segno il parziale di 17-1 nel quarto quarto, decisivo per la vittoria 95 a 91.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche