Get Adobe Flash player

Vittoria dei Knicks nel segno di Anthony, Cousins e Davis dominano i Blazers

carmelo anthony knicksAlla vigilia della partita Carmelo Anthony aveva dichiarato: «Già è tanto se nelle ultime partite la squadra riesce a dividere lo spogliatoio senza che ci siano discussioni». I New York Knicks, in una delle stagioni più “chiacchierate” della storia, rialzano la testa e battono in casa gli Indiana Pacers, che da 10 turni alternano una vittoria a una sconfitta, con 22 punti proprio di Melo, che ne realizza 15 nel solo ultimo quarto, nel quale i Knicks recuperano da uno svantaggio di 13 punti.

Kristaps Porzingis abbandona la partita nel terzo quarto per una forte contusione alla coscia sinistra dopo uno scontro con Monta Ellis. È lo stesso Porzingis a tranquillizzare i giornalisti assicurando che non si tratta di niente di serio.

Le vittorie di distanza dall’ottavo posto a Est sono 5 per i Knicks e lo stesso coach Hornacek ha detto: «Arrivare ai playoff è quasi impossibile, ma i ragazzi ora devono impegnarsi per dimostrare di meritare una maglia nella prossima stagione».

Sono fuori dalla zona playoff anche i Portland Trail Blazers, che nell’inseguimento dei Nuggets ottavi a Ovest, incappano nella peggior sconfitta dell’anno contro i New Orleans Pelicans. Record stagionale per i Pelicans riguardo ai punti concessi (solo 77), percentuale avversaria al tiro (30,3%) e palle perse (solo 5).

DeMarcus Cousins segna 22 punti, Anthony Davis 15 con 15 rimbalzi e i Blazers che vengono cancellati in entrambi i pitturati. Jusuf Nurkic, l’eroe dei Blazers nelle ultime settimane ha vita dura contro i due lunghi avversari ed è limitato a soli 2 punti, con 1 su 8 al tiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche