Get Adobe Flash player

Si accende la lotta per i playoff a Est: vincono Heat e Bucks, Pistons frenati dai Nets, Bulls KO a Toronto

lopez vs ibaka7 squadre in lotta per 4 posizioni. Questa è la situazione della Eastern Conference, con Hawks, Pacers, Bucks e Heat che ad oggi sarebbero qualificate ai playoff e Pistons, Bulls e Hornets all’inseguimento. Sarà una battaglia che si risolverà alle ultime giornate e in questa fase ogni vittoria diventa fondamentale.

Nella notte vincono i Miami Heat, che battono in casa 112 a 97 i Phoenix Suns (penultimi a Ovest) grazie soprattutto ai 23 punti con 14 rimbalzi di Hassan Whiteside, che chiude una particolare tripla doppia visti i 13 punti di sutura che è costretto a farsi applicare nel post partita per un taglio alla mano. Per lui anche il record di franchigia di rimbalzi in una stagione: ora sono 936 in 66 partite, 2 in più di quelli che ha raccolto Rony Seikaly nel ’92 in 79 partite.

Vincono anche i Milwaukee Bucks, che bloccano la corsa dei Portland Trail Blazers, anche loro alla rincorsa dei Nuggets per l’ottavo posto a Ovest, col punteggio di 93 a 90. Khris Middleton segna 26 punti per i Bucks, ma è decisivo nel finale il mattone lanciato da Damian Lillard (31 punti), che poteva portare la partita al supplementare.

Finale thriller a Brooklyn dove i Nets battono i Detroit Pistons con un tiro in corsa allo scadere di Brook Lopez (29 punti nella partita). Vittoria che serve a poco ai Nets, che restano ultimi, ma che blocca i Pistons a una sola vittoria nelle ultime 4, i quali sprecano un vantaggio in doppia cifra nell’ultimo quarto e si fanno superare sulla sirena.

I Chicago Bulls non perdevano coi Toronto Raptors da ben 11 partite, ma questa notte la squadra canadese ha vinto al supplementare grazie ai 42 punti di DeMar DeRozan, che stabilisce il record di franchigia per tiri tentati: 38.

Partita macchiata dalla rissa (questa volta vera) tra Robin Lopez e Serge Ibaka, che si sono scambiati un paio di pugni verso la fine del terzo quarto. Obbligatoria la doppia espulsione, ma per fortuna le panchine non sono intervenute e nessun compagno ha voluto rincarare la dose, fatta eccezione per Nikola Mirotic e un assistant coach dei Raptors Jamaal Magloire che hanno rimediato un tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche