Get Adobe Flash player

Multa per Iguodala, il termine “negriero” considerato razzista dalla NBA

andre iguodala warriorsÈ una di quelle lezioni che difficilmente scorderà Andre Iguodala, sanzionato ieri con 10 mila dollari di multa per aver avuto una battuta abbastanza infelice nei confronti del suo coach Steve Kerr.

Ai giornalisti che gli chiedevano se avrebbe giocato o meno sabato contro gli Spurs ha risposto a stretto giro «farò quello che mi dirà il mio padrone», riferendosi ovviamente al suo coach. Un’uscita evitabile e di cui bisogna comprendere il contesto visto che il termine ha un chiaro riferimento al passato schiavista degli Stati Uniti e rappresenta quindi uno di quelle parole censurate in ogni consesso civile. Una battuta da nulla se pensiamo che per ironia della sorte viene proprio da un afro americano ma che si aggrava visto il suo abusare della così detta “N-word”, vale a dire negriero, per commentare il calendario ed i ritmi serratissimi che gli Warriors devono affrontare.

Kerr da parte sua non si è sentito per nulla insultato da questa leggerezza ma ha voluto liquidare il tutto con fredda ironia ai giornalisti che glie ne chiedevano conto, dicendo di trovarsi di fronte ad una caduta di stile insignificante ma sulla quale non si può e non si deve transigere:

«Andre ha un umorismo un po’ criptico alle volte e certo non voleva mandarmi una frecciata ma giocare con la stampa. Scherza sempre ma ci sono delle cose che non puoi dire di fronte ai media e che sarebbe meglio fare rimanere nello spogliatoio. Ora sono sicuro che abbia capito la differenza».

E lo stesso Andre, capita la gravità dell’errore, ha voluto chiarire la sua posizione:

«Se mi sento in torto? Ovvio perché ho messo la mia squadra ed il mio coach in una situazione come questa. Con Steve abbiamo un grande rapporto di stima. So che ha voluto chiarire la situazione e anche se qualcuno non vorrà crederci è come se non fosse successo nulla. Non abbiamo dovuto parlarne troppo perché ha capito che volevo scherzare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche