Get Adobe Flash player

Leonard da MVP contro i Rockets, Iguodala trascina i GSW, ancora un KO per i Celtics

Kawhi-LeonardPartita incredibile del numero 2 degli Spurs, che probabilmente si inserisce nella lotta al premio di MVP di fronte a uno dei favoriti come James Harden. Kawhi Leonard segna 39 punti, come quelli di Harden, di cui 17 nel quarto quarto, ma sono gli ultimi 30 secondi di partita a far saltare tutti dalla sedia: una tripla in transizione, una stoppata su Harden in recupero, un rimbalzo catturato e due liberi realizzati per il +4 che ha chiuso la partita.

I San Antonio Spurs fanno capire ai Rockets che il secondo posto è cosa loro e coach Popovich elogia la sua stella: «È la stoppata a renderlo speciale. Ovviamente la tripla è importante, ma che Curry o Harden segnano da tre. Non tutti sono in grado di fare quello che fa lui, per tutta la partita a ogni partita».

Ottava vittoria consecutiva per gli Spurs, che a marzo hanno ancora 9 partite in casa, di cui due contro gli Warriors. È ancora possibile puntare al primo posto, ma conoscendo Popovich ora calerà il minutaggio dei migliori giocatori degli Spurs.

Golden State che vince la seconda consecutiva ad Atlanta, grazie soprattutto a Andre Iguodala, che realizza il record stagionale di 24 punti, trascinando la panchina degli Warriors. Non pesa quindi una serata ancora troppo fallosa al tiro per gli Splash Brother.

Dennis Schroder aveva iniziato splendidamente (record personale di punti in un quarto: 19 nel primo), ma dopo una sanguinosa palla persa, che ha provocato una tripla di Curry, è stato messo in panchina e non ha più fatto ritorno in campo.

I Boston Celtics continuano a perdere durante il loro viaggio a Ovest. Questa volta vengono battuti dai Los Angeles Clippers di un ispiratissimo Jamal Crawford, che mette 3 bombe in 70 secondi nel terzo quarto, 17 dei 19 punti totali nel secondo tempo e guida i suoi nello strappo che ha deciso la partita.

Celtics che soffrono molto la mancanza di Al Horford, fuori da 2 partite per problemi al gomito, che però farà di tutto per tornare in campo contro gli Warriors nella notte di giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche