Get Adobe Flash player

LeBron supera Shaq, ma i Cavs perdono ancora: «Tanto lavoro da fare e poco tempo a disposizione»

lebron james cavsI Cleveland Cavaliers subiscono la decima sconfitta nel mese di marzo sul campo dei Chicago Bulls. Era dal 2003 che LeBron James non perdeva così tante partite in un mese e questo fa passare in secondo piano il sorpasso ai danni di Shaquille O’Neal nella classifica NBA dei marcatori all-time, grazie ai 26 punti messi a referto. James è il settimo marcatore della storia e ora inizia la rincorsa di Nowitzki e Chamberlain.

Nikola Mirotic pareggia il record stagionale di 28 punti con 6 triple e Jimmy Butler ne mette 25 e i Bulls sono ancora in corsa per un posto ai playoff. Il calendario non è proibitivo, soprattutto perché le ultime 5 partite sono contro squadre praticamente già in vacanza.

LeBron si è presentato ai giornalisti visibilmente contrariato e ha detto: «Siamo in crisi al momento, non sono arrabbiato per l’impegno, perché credo che ci sia stato, ma dobbiamo capire come uscire da questo momento. Non credo che siamo rimasti concentrati per tutti i 48 minuti e queste cose le paghi».

«Domani è un altro giorno e non ho dubbi sulle potenzialità della squadra. Abbiamo molto lavoro da fare e non abbiamo molto tempo».

I Cavs hanno vinto una sola partita nelle ultime 5 e concluderanno il peggior mese della stagione in casa contro i 76ers.

Anche Kyrie Irving è preoccupato, ma predica calma: «Non è il caso di farci prendere dal panico. Vedrete che miglioreremo. Al momento la situazione è brutta, veramente, ma usciremo da questa crisi e torneremo a giocare bene».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche