Get Adobe Flash player

Il rookie Tyler Ulis gela Thomas, OKC battuti a Dallas, prima W per Cousins coi Pelicans, Gobert regala la vittoria ai Jazz

Ulis ThomasFalliscono un’occasione per avvicinarsi alla vetta della classifica i Boston Celtics, che nella seconda delle 5 partite in trasferta a Ovest perdono sul campo dei Phoenix Suns. Duello tra i due play più piccoli della lega che vede uscire vincitore la matricola Tyler Ulis, alto 1,75 come Isaiah Thomas. È sua la tripla allo scadere che fissa il punteggio sul 109 a 106 per i Suns, dopo una “sanguinosa” palla persa proprio di Thomas.

Ulis realizza il record in carriera con 20 punti e vince il duello nonostante i 35 punti del suo diretto avversario. «Ho capito che era il momento di prendermi l’ultimo tiro, avendo recuperato la palla. Certo non me l’aspettavo, ma ho tirato con fiducia ed è andata bene». Tra i due piccoli anche una palla a due, conquistata da Thomas, che sarà ricordata come una delle più basse della storia.

Ora i Celtics si presentano a casa dei Clippers, per poi affrontare Golden State e Denver. Sperano di recuperare Al Horford e Avery Bradley, due assenze che si sono fatte sentire parecchio contro i Suns.

Dirk Nowitzki ha annunciato che giocherà anche la prossima stagione e contro gli Oklahoma City Thunder fa vedere anche il perché. 18 punti e 12 rimbalzi per lui, aiutato dal fratellino di Stephen Curry, Seth, autore di 22 punti con 10 su 16 dal campo. Westbrook interrompe la striscia di partite consecutive con almeno 40 punti (4 prima di stanotte), fermandosi a 29.

Può finalmente sorridere DeMarcus Cousins, che alla quinta presenza con la nuova maglia dei Pelicans, vince la sua prima partita, 105 a 97 contro i Lakers. I Pelicans avevano vinto contro i Pistons quella in cui Cousins era squalificato. «Deve essere un punto di partenza», ha detto l’ex Kings, che insieme Anthony DavisJrue Holiday ha messo a referto 77 punti (il 73% di punti totali) e 29 rimbalzi (il 67% di quelli di squadra). Rimane da capire che hanno intenzione di fare contro una squadra che, diversamente dai Lakers, difende.

Vittoria all’ultimo secondo per gli Utah Jazz, che affronteranno i Pelicans tra due giorni. Rudy Gobert mette dentro un tiro completamente sbagliato di George Hill proprio sulla sirena, col punteggio in parità, regalando così il successo ai Jazz sui Sacramento Kings all’overtime per 110 a 109. 24 rimbalzi e 16 punti per i centro francese, aiutato da Rodney Hood, che realizza il record stagionale di punti: 28.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche