Get Adobe Flash player

I Cavs vicini a Larry Sanders per sostituire Bogut

Larry SandersDopo lo sfortunato esordio di Andrew Bogut, che è ufficialmente out per il resto della stagione, i Cavaliers passano oltre e riprendono la ricerca di un lungo per ultimare il roster in vista della corsa al titolo. Tra i candidati ad essere inseriti nella rosa dei campioni in carica il primo nome e il più probabile al momento è quello di Larry Sanders, fuori dalla NBA dal 2014. Molte fonti vicine alla società di Cleveland dànno la trattativa come conclusa.

Dopo gli anni del college in cui sembrava un astro nascente del panorama NBA, Sanders è stato scelto dai Milwaukee Bucks nel 2010 e ha giocato lì per 5 anni, firmano nel 2013 un’estensione di contratto di 4 anni a 44 milioni, senza però mai brillare per prestazioni e numeri.

Nei suoi ultimi anni in NBA è stato al centro delle polemiche, fino a quando nel è stato squalificato per esser stato trovato positivo a sostanze stupefacenti (2 volte), una rissa in un bar, qualche discussione con avversari e compagni di squadra e si è visto costretto a sottoporsi a una terapia per combattere l’ansia e la depressione.

Ha anche lanciato un sondaggio su Twitter per provare a farsi richiamare in NBA, ma fino a questo momento nessuno sembrava interessato.

Andrà a fare la panchina ai Cavaliers dietro a Tristan Thompson e Channing Frye, ma rimane da capire se è ancora in grado di tenere ritmi e concentrazione per essere d’aiuto a una squadra candidata al titolo NBA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche