Get Adobe Flash player

Cavs battuti dagli Spurs e superati dai Celtics, LeBron: «Non mi importa la classifica»

irving millsUna vera e propria batosta quella subita dai Cleveland Cavaliers sul campo dei San Antonio Spurs, che hanno dominato l’incontro costringendo i campioni in carica alla peggior partita della stagione, conclusa col punteggio di 103 a 74. 25 punti di Kawhi Leonard e 14 a testa per LaMarcus Aldridge e Pau Gasol, ma a far impressione è la differenza di ritmo ed energia messa in campo da una delle squadre più “vecchie” della lega, che ora ha uno score di 4-0 contro Cavs e Warriors in stagione.

Ora i Cavs si sono fatti superare in classifica dai Boston Celtics, perdendo la prima posizione a Est e il fattore campo in un’ipotetica finale di Conference tra le due squadre. LeBron James, che ha abbandonato la partita verso la fine del secondo quarto per un colpo al collo, segna 17 punti e a fine gara commenta così la sconfitta:

«Va bene, è molto più importante giocare un basket migliore di quello che stiamo giocando adesso. Se poi arriviamo primi, secondi o terzi non mi importa, dobbiamo giocare meglio, poi tutto verrà da solo. Non sono per niente preoccupato».

Un po’ più preoccupato coach Lue: «Devo capire bene quali giocatori far riposare e quali impiegare, ma non è facile. Abbiamo avuto Irving e LeBron in campo per tutta la stagione e Love e J.R. Smith sono tornati da poco, credo che sia più un problema fisico. Stiamo facendo le scelte giuste in campo, ma abbiamo segnato solo 74 punti con 4 su 26 da tre, così è dura. Per me però i ragazzi si sono impegnati».

Anche LeBron pensa che il livello fisico della squadra sia un problema: «Posso rispondere solo per quello che riguarda me, ma è vero: contro molte squadre sembriamo più lenti. Io personalmente sto bene».

Solo 8 punti, 4 su 13 al tiro e -29 di plus/minus (pareggiato il peggiore in carriera) per Kyrie Irving, che a fine partita ha dribblato i giornalisti ed è tornato in campo per allenarsi.

Una risposta a Cavs battuti dagli Spurs e superati dai Celtics, LeBron: «Non mi importa la classifica»

  • Anonimo scrive:

    lebron è uscito alla fine del terzo quarto, non del secondo. e non è rientrato nell’ ultimo solo perchè era garbage time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche