Get Adobe Flash player

Antetokounmpo frena i Celtics, Belinelli tiene in vita gli Hornets, bene Hawks e Heat, perdono ancora i Pacers

Milwaukee Bucks v Boston CelticsÈ durato poco il primo posto della Eastern Conference per i Boston Celtics, arriva subito una sconfitta per mano dei Milwaukee Bucks. 22 punti con 9 rimbalzi per Giannis Antetokounmpo, che trascina i suoi per il 103 a 100 finale, ma è decisivo, soprattutto negli ultimi minuti del quarto periodo, il rookie dei Bucks Malcolm Brogdon, con a referto 16 punti e 9 assist.

Brutta sconfitta per i Celtics, perché arrivata in casa e perché doveva essere quella del salto di qualità, visto che affrontavano una potenziale avversaria ai playoff. Isaiah Thomas segna 32 punti, Avery Bradley ne aggiunge 12 con 10 rimbalzi, ma a fine partita è Al Horford a mandare un messaggio per tranquillizzare l’ambiente: «È una semplice sconfitta. Credo abbiamo permesso loro di prendere il controllo all’inizio, abbiamo lottato, ma non siamo stati in grado di giocare come al nostro solito nel finale».

C’è ancora una piccola speranza di arrivare ai playoff per gli Charlotte Hornets, che dopo la vittoria 110 a 106 sul campo dei Toronto Raptors, sono a 3 vittorie di distanza dall’ottavo posto, occupato dagli Heat. 21 i punti per Marco Belinelli e 11 dei 19 totali quelli segnati da Kemba Walker nei soli 5 minuti finali.

Nel prossimo impegno gli Hornets affronteranno i Nuggets, in una partita da “dentro o fuori” per entrambe le squadre.

Secondo successo di fila per gli Atlanta Hawks, che si rimettono in rotta per la volata finale e battendo 99 a 92 i Philadelphia 76ers si posizionano al quinto posto al pari dei Bucks. Doppia doppia dominante di Dwight Howard, che chiude con 22 punti e 20 rimbalzi e 19 punti a testa per Tim Hardaway Jr. e Kent Bazemore.

Vincono anche i Miami Heat, difendendo l’ottavo posto a Est, i quali battono facilmente i New York Knicks col punteggio di 105 a 88. 20 punti, 9 assist e 7 rimbalzi per Goran Dragic e James Johnson ne mette 18 in uscita dalla panchina per Miami. Sconfitta che dà l’ufficialità della non partecipazione dei Knicks ai playoff, per la quarta stagione consecutiva.

Non è servita a molto la sfuriata contro i compagni di Paul George di ieri, perché gli Indiana Pacers perdono ancora (per la quarta volta nelle ultime 5), questa volta in trasferta, sul campo dei Memphis Grizzlies, che si impongono 110 a 97. Mike Conley pareggia il record in carriera di 7 triple e conclude con 36 punti per Memphis, mentre Vince Carter ne aggiunge 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche