Get Adobe Flash player

Anche Porzingis critica la sua dirigenza: «Qui regna il caos»

Kristaps Porzingis KnicksIl triangolo no, è proprio il caso di dirlo e perdonateci per la licenza musicale, visto che dopo l’ultima sconfitta subita dai Knicks contro i Nets Kristaps Porzingis ha criticato apertamente il celebre schema offensivo tanto amato da Phil Jackson.

Alla base del problema non sarebbe solo un discorso di risultati che mancano, 7 sconfitte nelle ultime dieci gare, ma una sorta di schizofrenia da parte della franchigia che negli ultimi mesi ha cambiato più volte strategie, passando dall’impostazione difensiva dell’ex Kurt Rambis a questa nuova offensiva suggerita, per modo di dire, dall’alto con l’unico risultato di creare solo tantissima confusione:

«Per i giocatori non c’è chiarezza e riuscire a giocare o adattarsi a questo stile è molto difficile. Non conosciamo per niente questo stile e per questo abbiamo un approccio decisamente elementare con tutto quello che facciamo. Troppe volte, ma specialmente nell’uno contro uno, che si tratti di me, Melo Anthony o Courtney Lee cerchiamo disperatamente di ottenere dei risultati o di cercare qualcosa che puntualmente non capita. È tutto fatto a caso».

Un j’accuse abbastanza eloquente e che non può certo lasciare indifferente la dirigenza coi playoff che restano un miraggio per il quarto anno di fila. Se New York vuole tornare nel basket che conta deve mettere le basi per un progetto di ampio respiro e cambiare tutto in corso d’opera sperando di azzeccare la mossa giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche