Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 8 marzo 2002, Tracy McGrady abbatte i Wizards

nbaitalianews mcgrady 2002Come una “prima donna”, l’8 marzo 2002 Tracy McGrady si prende il palcoscenico del TD Waterhouse Centre di Orlando e trascina i Magic al successo sui Wizards: ne segna 50, un quarto dei punti di una gara che finisce 99-96.

L’inizio di nuovo millennio segna l’esplosione di T-Mac. In coincidenza con l’approdo nella sua Florida, con la possibilità di indossare la maglia numero 1 dei Magic, appartenuta in passato al suo idolo Penny Hardaway. Reduce da un’ottima prima annata a Orlando, in cui ha vinto il premio di Most Improved Player (passando da una media di 15 punti a partita a oltre 26!), nel 2001/02 si conferma sugli stessi standard.

Con il compagno Grant Hill troppo spesso fermato dagli infortuni, con Patrick Ewing a un passo dal ritiro e con un Horace Grant che ha dato già il meglio, a Mc Grady tocca il ruolo di leader. Spalleggiato dal Rookie dell’anno in carica Mike Miller, pronto a vincere la classifica degli assist.

Ma la sera dell’8 marzo, il numero 1 la gara la vince quasi da solo. Come detto, segna 50 punti, con 18 su 29 al tiro, 4 su 7 da 3 e 10 su 15 ai liberi, con l’aggiunta di 10 rimbalzi che gli danno la “doppia doppia”. I Wizard ne hanno due in “doppia doppia” (12 + 11 rimbalzi per Christian Laettner e 11 + 10 rimbalzi per Tyrone Nesby), oltre ai 26 di Richard Hamilton, ma la squadra paga a caro prezzo un pessimo primo tempo chiuso nettamente in svantaggio.

Nonostante a quel punto della stagione siano quasi alla pari, alla fine solo una delle due andrà ai playoff. Toccherà ad Orlando, grazie al 5° posto a Est. Ma il primo turno sarà già fatale: neppure Tracy Mc Grady potrà nulla contro Charlotte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche