Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 21 marzo 2014, anche a Toronto continua la striscia record di Kevin Durant

nbaitalianews durant 2014La stagione 2013/14 è quasi perfetta per Kevin Durant. Vince il titolo di MVP e conquista per la quinta volta di fila la classifica dei migliori realizzatori. Fa il suo career-high (54 punti, contro la sua futura Golden State) e piazza una striscia di 41 gare di fila con almeno 25 punti sul tabellino. Ma alla collezione manca il pezzo più pregiato, cioè l’anello di campione. Oklahoma City cede in finale di Conference contro i futuri campioni di San Antonio.

Nella famosa striscia di 41 gare, al numero 33 rientra il match giocato il 21 marzo 2014. I Thunder, a caccia del primo posto a Ovest, sono di scena in casa dei Raptors, per una volta lanciati per i vertici della Eastern. La sfida non delude le aspettative. Non si schioda quasi mai dall’equilibrio e ci vogliono due overtime per decretare la vincitrice. Passano gli ospiti (119-118) in un finale incredibile: sotto di 8 a un minuto dalla fine, la ribaltano con una tripla di Derek Fisher e due dello stesso Durant, la seconda a un paio di secondi dalla sirena.

In una serata in cui Russell Westbrook gioca solo 19 minuti (ma mettendo 15 punti), Durant chiude a 51 con 12 rimbalzi e 7 assist, assecondato da Reggie Jackson che esce dalla panchina e ne mette 25 con 12 rimbalzi. Ai Raptors non serve avere quattro giocatori con almeno 20 punti e un DeMar DeRozan da 33.

Toronto chiuderà comunque al terzo posto a Est, ma al primo turno sarà fatale il duello con i Brooklyn Nets. Sempre per colpa di una partita casalinga – Gara7 – persa di un solo punto. Come detto, i Thunder faranno il loro dovere fino alla fine. Eliminando, non senza sofferenze, i Grizzlies e i Clippers, prima di fermarsi di fronte agli Spurs di Marco Belinelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche